Il nuovo Dpcm entrerà in vigore il 4 Dicembre e prevederà delle misure rigide e stringenti.

Le tre fasce (gialla, arancione e rossa) sono state confermate, però alcune regole sono state modificate.

Per quanto riguarda gli spostamenti, ad esempio, sarà introdotto il divieto di spostamento tra le Regioni, anche quelle in zona gialla, a partire dal 18-19 dicembre, una settimana prima del Natale. Potranno raggiungere i parenti solo coloro che hanno la residenza o il domicilio in quell’abitazione. Secondo le notizie riportate da Il Corriere della Sera, inoltre, sarà possibile raggiungere le seconde case solo se si trovano nella propria regione di residenza, che a sua volta deve essere in zona gialla. In fascia arancione o rossa è invece vietato perché non è consentito uscire dal proprio Comune.

Chi torna dall’estero dovrà rimanere in quarantena. In questo caso il Governo attende le linee guida dell’Unione Europea.

I negozi resteranno aperti fino alle 21 e i centri commerciali potranno aprire anche nei weekend e nei giorni festivi per favorire lo shopping natalizio.

Il coprifuoco scatterà alle 22 e durerà fino alle 6. Non ci saranno deroghe per la vigilia di Natale o il Capodanno.

Per i ristoranti non cambierà quasi nulla. Nelle zone gialle saranno aperti al pubblico fino alle 18, quando potranno fare solo asporto e consegne a domicilio. Nelle zone arancioni, invece, potranno fare solo asporto e delivery per l’intera giornata. L’unica novità è la chiusura per i giorni di Natale e Santo Stefano.

Nelle abitazioni private non ci saranno divieti, ma solo la raccomandazione sulle persone da invitare a pranzo e a cena nei giorni delle feste (leggi qui).

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.