Resta sintonizzato

Attualità

Napoli. Anche i trasporti sono al collasso. E dal 4 dicembre scattano nuovi tagli!

Pubblicato

il

I trasporti, a Napoli, come si sa, non sono mai stati un’eccellenza ma in quest’ultimo periodo si sta rasentando veramente ogni limite e tra i numerosi disagi, dal 4 dicembre scatteranno anche nuovi tagli.

File interminabili alle fermate, bus pieni come sardine, ore di attesa, insomma tutto nella “norma” per la città di Napoli che da anni presenta questi disservizi nei trasporti se non fosse che siamo in piena pandemia e sui mezzi pubblici dovrebbero almeno essere garantite le norme igieniche ed il distanziamento.

Anche i trasporti, oltre che la sanità sono così al collasso. E mentre qualcuno si vanta delle “eccellenze” i disservizi sono più che evidenti: decine di persone alla fermata del bus C21, il pullman navetta sostitutivo della Funicolare di Mergellina, chiusa a causa della mancanza di personale; pieno zeppo il 140, che da Capo Posillipo arriva a Santa Lucia; sospesa ancora una volta la Linea del 180 che da Scampia porta a Fuorigrotta e viceversa.

La situazione non sembra migliorare in alcun modo, anzi, a quanto pare, è desinata a peggiorare: nuovi tagli saranno effettuati da venerdì 4 dicembre fino al 31.

Metropolitana Linea 1 e Funicolari chiuderanno due ore prima, i Bus subiranno un ulteriore taglio del 40% e la funicolare di Mergellina resterà chiusa.

Si terrà oggi, alle 12, il faccia a faccia tra l’Anm e i sindacati per cercare di scongiurare i tagli ai trasporti da venerdì 4 dicembre.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Coronavirus in Italia: quasi 5.000 casi nelle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Nelle ultime 24 ore sono stati 7 i decessi da Coronavirus segnalati in Italia. Ieri, 24 luglio, erano 5. Il totale delle vittime per i contagi da Covid-19 sale così a 35.477.

Per quanto riguarda i contagi, il bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute riporta oggi, domenica 25 luglio, +4.743 positivi. Ieri erano 5.140. I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.317.415, i morti fino a oggi 127.949.

I dimessi ed i guariti sono invece 4.123.209, con un incremento di 1.001 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 66.257, in aumento di 3.734 unità nelle ultime 24 ore.

Sono 178 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 6 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 16 (ieri 21). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.392, in aumento di 52 rispetto a ieri.

Sono 176.653 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati riportati dal ministero della Salute. Ieri erano stati 258.929.

Il tasso di positività è del 2,7%, in aumento rispetto al 2% di ieri.

Le Regioni con più persone attualmente positive sono: Veneto con 9.727 positivi, Lombardia con 8.534 positivi e Campania con 8.241 positivi.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19 in Campania: il Bollettino dell’Unità di Crisi

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, domenica 25 luglio, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato i dati relativi alla diffusione del Covid-19.

Questo il bollettino del giorno:

Positivi del giorno: 301

Tamponi molecolari del giorno: 5.958
Tamponi antigenici del giorno: 6.481

Deceduti: 0

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 11

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)
Posti letto di degenza occupati: 180

Continua a leggere

Attualità

Avellino, rinvenuto ordigno bellico da disinnescare: evacuate 2500 persone

Pubblicato

il

Attimi di panico ad Avellino, dove intorno alle 6.30 di questa mattina, parte delle popolazione è stata costretta ad evacuare, per consentire il disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto circa 2 anni fa sul greto del fiume Fenestrelle, nei pressi del ponte di via Ferriera. Sono più di 2500, le persone che dovranno abbandonare temporaneamente le loro case. Pertanto, il sindaco Gianluca Festa, ha disposto la chiusura delle attività commerciali cittadine.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante