I Carabinieri hanno eseguito otto ordinanze di custodia cautelare della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli: colpita un’associazione dedita all’usura.

Tre gli arresti nell’ambito dell’operazione dei Carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, coordinati dalla Dda di Napoli.

Sono stati catturati in Spagna, sull’isola di Tenerife, tramite SCIP con il supporto dell’Unitá F.A.S.T. (Fugitive Active Serching Team) della polizia spagnola. A finire in manette, in Spagna, il promotore dell’associazione per delinquere e due suoi parenti.

Gli arrestati sono gravemente indiziati, a vario titolo, di associazione per delinquere, usura, estorsione e detenzione illegale di armi da fuoco, reati aggravati dalle modalità mafiose.

Le otto persone finite in manette sono: Buonaiuto Vincenzo, cl. ’76; Cannavacciuolo Antonio, cl. ’92; Caporale Igino, cl. ’63; Lara Leopoldo, cl. ’97; Marinello Carmela, cl. ’52; Di Buono Pasquale, cl. ’89; Di Buono Teresa, cl. ’90 e Soriano Benito Giuseppe, cl. ’39.

Lara, Di buono teresa e Buonaiuto sono quelli arrestati in Spagna.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.