Resta sintonizzato
de luca de luca

Campania

De Luca: “La Campania uscirà per prima dall’emergenza Covid”. Poi attacca…

Pubblicato

il

Il governatore Vincenzo De Luca, come ogni venerdì attraverso il proprio profilo Facebook, è intervenuto per fare il punto della situazione sull’epidemia in Campania con gli ultimi dati aggiornati e sulle scelte che si appresta a compiere nelle prossime settimane.

Oggi la regione Campania uscirà meglio delle altre Regioni con tanta trasparenza. Noi dobbiamo essere più attenti rispetto alle altre regioni, perché siamo tutti nella stessa situazione, grazie alla mobilità totale estiva. Vi anticipo che stiamo facendo un miracolo”.

De Luca annuncia i numeri. “I dati parlano chiaro: abbiamo il più basso tasso di mortalità del Covid, ma nessuno ne parla. Non abbiamo nessuna difficoltà per i posti letto in ospedale e per i posti di terapia intensiva siamo sui 160-180 posti di terapia intensiva. Abbiamo raddoppiato i posti di terapia intensiva, dunque stiamo tenendo. Noi diamo dati veri, gli altri falsi”.

Confronto con altre regioni“Alcune Regioni danno un dato falso delle terapie intensive per abbassare la percentuale; tra poche settimane, saremo i primi a uscire. Abbiamo chiesto a Speranza di fare chiarezza sui posti disponibili sulle terapie intensive e sui tamponi rapidi: non abbiamo ricevuto risposte. Noi facciamo 23000.25000 tamponi vero ogni giorno. I risultati arrivano in 24 ore, ma se ci sono problemi invito a segnalarli”.

Poi aggiunge. “Noi siamo avanti nella campagna di vaccinazione, mentre gli altri no. Ve lo dico io dato che non lo dice nessuno. Per i primi 10 giorni di gennaio, ci organizzeremo per i vaccini Covid: stiamo fornendo tutti i macchinari necessari ai vari poli ospedalieri. Anche qui saremo tra i primi”.

Sugli attacchi mediatici. “Alcuni hanno deciso di spostare l’attenzione su di noi, ma i dati sono stati falsificati: sui finanziamenti che ci sono arrivati, hanno dette falsità assolute. Sulle forniture dati falsi perché noi abbiamo meno fondi rispetto alle regioni del Nord, nonostante abbiamo in media una popolazione con un milione in più di persone. Dati falsi sugli infermieri e sui dottori: quando è iniziata la seconda ondata, abbiamo richiesto dottori e anestesisti. Ci hanno dato 10 infermieri, 80 anestesisti e 80 dottori. Quello che facciamo noi non lo fa nessuno: stiamo combattendo a mani nude. Chi fa lo sciacallo, verrà querelato dalla nostra Regione. Non faccio nomi per non fare pubblicità. Davanti gli ospedali, non c’è più nessuna macchina in fila: non abbiamo dovuto ricorrere a palestre, chiese, gli altri sì. Abbiamo curato tutti, e chi ha spettato in macchina doveva aspettare in macchina. Evitate di guardare certi programmi televisivi che dicono solo falsità”. 

Poi sulle decisioni del Governo.Sono stati commessi errori, come quello di dividere l’Italia per zone. Era meglio chiudere tutto ad ottobre così si evitava tutto ciò. Comunque noi siamo per la linea del rigore. Noi siamo in una zona rossa, ma è tutto aperto. Ognuno gira indisturbato senza nessun controllo”.

Sulle misure di Natale: “Sono d’accordo sulle decisioni prese dal Governo,  forse non avrei chiuso le attività commerciali. Giusto limitare lo spostamento delle regioni e i Comuni: inoltre, in Campania non si potrà andare nelle seconde case, già ve lo annuncio. Ad oggi, è giusto limitare i veglioni, i pranzi di Natale, per evitare la terza ondata”.

Infine l’appello ai cittadini: “Siate rigorosi. Cercate di essere responsabili verso voi stessi, la propria comunità e la propria famiglia. Non abbiamo bisogno di avere richiami da qualcuno, dobbiamo avere comportamenti rigorosi. Dovete essere responsabili e consapevoli, ancora oggi abbiamo messo in quarantena campo rom di Scampia nella città di Napoli. Cerchiamo di spegnere il fuoco, lo stiamo facendo nel migliore dei modi”. 

Campania

Ruba il cellulare ad un turista: 16 enne finisce in manette

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Mezzocannone hanno udito delle urla ed hanno visto una donna che stava rincorrendo un ragazzo. I poliziotti successivamente bloccano il ragazzo all’angolo a via Marramarra che lo hanno trovato in possesso di un telefono e hanno accertato che poco prima era stato strappato dalle mani del padre della donna mentre controllava una mappa stradale. Un 16enne napoletano è stato arrestato per furto con strappo.

Continua a leggere

Campania

Aggiornamenti sul Covid in Campania

Pubblicato

il

Sono 477 i cittadini campani che nella giornata odierna sono risultati positivi. Si registrano 6 decessi nelle ultime 48 ore. I positivi del giorno sono 477 e i test eseguiti del giorno sono 16.544. I deceduti sono 6 nelle ultime 48 ore e un solo deceduto in precedenza ma registrato ieri. I posti letto in terapia intensiva sono 656, i posti letto in terapia intensiva occupata sono 26 mentre i posti letto in degenza disponibili sono 3.160 infine i posti letto in degenza occupati sono 323.

Continua a leggere

Campania

Durante la partita a Leicester scontri allo stadio

Pubblicato

il

Ieri 9 tifosi arrestati allo stadio di Leicester per una rissa scoppiata nel pomeriggio prima del debutto del Napoli in Europa League. la polizia del  Leicestershire  ha confermato che i nove sono ancora in stato di fermo in attesa del giudizio.

Oltre agli scontri verificatesi nello stadio verso le 18 è stato arrestato anche un tifoso del Leicester, nella zona di Millstone Lane e nel corso del tumulto del pre-partita sono stati incriminati altri due tifosi un inglese e un italiano per aver pronunciato insulti a sfondo razzista.

Contrariamente a quello che si è venuto a sapere la polizia ha smentito di aver arrestato subito la fine della partita lo stadio ospitava minimo 500 tifosi napoletani Dopo un fitto lancio di oggetti da e verso il settore ospite, e l’intervento degli steward dello stadio, la situazione è tornata lentamente alla calma.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante