Resta sintonizzato

Cronaca

DPCM dicembre, il Centro Destra attacca: “Misure disumane”

Pubblicato

il

L’opposizione di Centro Destra si scaglia contro il governo in merito al nuovo DPCM per le festività natalizie.

In una nota ufficiale, firmata dai capogruppo, Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia al Senato, hanno definito le misure del governo “disumane”.

“Pur nel doveroso rispetto del principio di precauzione e di massima tutela della salute pubblica, le misure contenute nel nuovo Decreto legge per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del coronavirus appaiono non solo genericamente irragionevoli, ma particolarmente disumane”.

Poi aggiungono. “Vietare a familiari che abitano a pochissimi chilometri di distanza ma residenti in comuni diversi di trascorrere insieme anche poche ore il giorno di Natale, mentre possono vedersi prima e dopo questa data, è una restrizione che non ha alcun senso”.

Infine concludono. “In Italia ci sono 8000 Comuni limitrofi, molti hanno dimensioni più piccole di un quartiere di Milano o Roma, in tantissimi casi basta attraversare la strada per trovarsi in un’amministrazione diversa – si legge ancora nella nota congiunta -. Il governo non deve solo ripensarci. Deve assolutamente correggere questo punto specifico del decreto, il cui effetto è solo di isolare genitori e nonni da figli e nipoti. Il centrodestra presenterà una mozione urgente che impegni il governo a garantire spostamenti per raggiungere i propri cari anche a Natale. La responsabilità degli italiani deve fare il paio con il buonsenso del governo. Della prima abbiamo dimostrazioni quotidiane, ma il secondo stenta ancora a manifestarsi. Il governo ponga, quindi, subito rimedio e corregga nel Decreto questa disposizione assurda”. Questo quanto scritto da Anna Maria Bernini (FI), Massimiliano Romeo (Lega), Luca Ciriani (Fdi).

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Campania, basket casertano in lutto: è morto a 20 anni l’ex arbitro Farro

Pubblicato

il

Lutto nel mondo della Pallacanestro casertana, vista la prematura scomparsa di Domenico Farro, 20enne ex arbitro e studente modello. In particolare, il giovane, è morto sabato mattina, gettando nel più totale sconforto l’intera comunità. Numerosi i messaggi di cordoglio sul web, tra cui quello della FIP Campania, che ha così dichiarato: “Oggi, ci ha lasciato Domenico Farro, sempre orgoglioso nell’indossare quella divisa da arbitro che tanta gioia gli ha trasmesso (ma soprattutto ci ha trasmesso) ed ancor più fiero, di far parte del nostro gruppo arbitri gap Caserta”.

Anche il Gruppo Arbitri Pallacanestro di Caserta, ha voluto ricordarlo con un pensiero: “Oggi, ci ha lasciato Domenico Farro, sempre orgoglioso nell’indossare quella divisa da arbitro che tanta gioia gli ha trasmesso (ma soprattutto ci ha trasmesso) ed ancor più fiero, di far parte del nostro gruppo arbitri. Un ragazzo unico e speciale. Da oggi, fischierà da lassù anche per noi. Tutti gli arbitri, Udc e tesserati del gruppo Arbitri Pallacanestro Caserta, si uniscono e si stringono con affetto al dolore della famiglia Farro/Gentile”.

Continua a leggere

Cronaca

Emanuele Impellizzeri si è tolto la vita in carcere: era accusato dell’omicidio di Chiara Ugolini

Pubblicato

il

Tragedia in carcere a Verona, dove nelle prime ore del mattino, è morto Emanuele Impellizzeri, 38 anni, arrestato con l’accusa di omicidio il 5 settembre scorso. In particolare, l’uomo, avrebbe ucciso Chiara Ugolini, 27 anni, nell’appartamento che condivideva con il compagno a Calmasino di Bardolino, nel Veronese. La scoperta del suicidio, risale alle ore 5.30.

Continua a leggere

Cronaca

Lutto a Napoli, è morto Padre Vincenzo Sibilio: era stato parroco della chiesa del Gesù Nuovo

Pubblicato

il

Lutto nella chiesa napoletana per la morte di Padre Vincenzo Sibilio, 76enne già parroco della chiesa del Gesù Nuovo e guida spirituale per tante generazioni. Il gesuita Antonio Spadaro, direttore della Civiltà Cattolica, lo ha voluto così ricordare: “Dedico il Premio Naxos, ricevuto oggi, alla memoria di p. Vincenzo Sibilio, gesuita, che oggi ha lasciato questa terra. Uomo sempre coinvolto in prima linea, paterno, di grande impegno di fede, sociale e culturale. Un uomo vero. Che arrivava sempre prima. E che mi aveva capito”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante