Resta sintonizzato

Cronaca

Quindici persone senza mascherine in una sala nascosta di un bar: la scoperta in provincia di Napoli

Pubblicato

il

TORRE ANNUNZIATA: Rione Provolera e Annunziata al setaccio dei Carabinieri. Rivenuta una pistola clandestina. 15 persone sorprese in un bar poi chiuso

Servizio straordinario di controllo del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, insieme a quelli del Reggimento “Campania” e del Nucleo Cinofili di Sarno. Le attività hanno riguardato in particolare i quartieri del centro storico – “Provolera” e “Annunziata” – dove sono state effettuate perquisizioni e organizzati molti posti di controllo.

Un 26enne già noto alle ff.oo. è stato arrestato perché trovato in possesso di una pistola clandestina calibro 7.65. Era avvolta in un calzino ed occultata nel cassetto di un mobile della camera da letto. L’arma, con matricola abrasa e pronta a sparare, conteneva già 8 colpi. L’arrestato è stato tradotto presso al carcere di Poggioreale. Determinante per il rinvenimento il supporto di “Kati”, il pastore tedesco addestrato per la ricerca di armi ed esplosivi.

Durante i controlli stradali, un 34enne è stato trovato in possesso di una dose di crack e segnalato al Prefetto quale assuntore di stupefacenti. Anche in questo caso, i militari hanno potuto contare sul supporto di “Attila”, il pastore tedesco addestrato per la ricerca di sostanze stupefacenti.

In Piazza Cesare Battisti, i militari hanno individuato 15 avventori all’interno di un bar, che aveva messo loro a disposizione un locale, protetto alla vista esterna da una saracinesca chiusa, per svolgere attività di gioco e scommesse e consumare bevande. All’arrivo dei Carabinieri i presenti sono stati sorpresi senza dispositivi di protezione ed assembrati in spazi ristretti, in violazione delle normative anti-contagio. È dunque scattata la sospensione amministrativa dell’attività per 5 giorni: tutti i presenti sono stati contravvenzionati.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Drammatico incidente in provincia di Caserta: muore 16enne

Pubblicato

il

Questo pomeriggio, a Castel Volturno, in località Baia Verde, si è verificato un drammatico incidente, che ha provocato il decesso di un giovane ragazzo di 16 anni, Francesco.

Francesco era in sella ad uno scooter quando, per cause ancora in corso di accertamento, è stato travolto da una vettura guidata da un cittadino straniero: il giovane ha fatto un volo sull’asfalto di una decina di metri.

Secondo le notizie riportate da Il Mattino, sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118, che purtroppo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane.

Sulla vicenda indagano gli agenti della Polizia, che hanno anche ascoltato l’autista dell’auto.

Continua a leggere

Cronaca

Attimi di panico a Napoli, spari in strada: ferita una donna

Pubblicato

il

Questo pomeriggio, alle 18 circa, in via Serino, a Barra, nella periferia orientale di Napoli, ci sono stati attimi di panico tra le persone presenti in strada, in seguito all’esplosione in rapida successione di alcuni colpi di arma da fuoco.

Una donna 25enne incensurata è stata ferita, in maniera non grave, ad un piede all’altezza del civico 17: la giovane ragazza è stata accompagnata all’Ospedale del Mare dal suo fidanzato.

Secondo le notizie riportate da Il Mattino, sul posto sono giunti i Carabinieri, che indagano sulla vicenda per ricostruire la dinamica, che in questo momento appare poco chiara.

Foto Il Mattino

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia in strada. Filippo muore in un incidente con la moto: aveva 26 anni

Pubblicato

il

Un incidente mortale è avvenuto ieri pomeriggio a Ribera, in provincia di Agrigento, dove Filippo Campanella, motociclista di 26 anni, ha perso la vita. Stando alle prime ricostruzioni, il giovane, avrebbe improvvisamente perduto il controllo della sua moto, finendo fuori strada. Nonostante i soccorsi siano stati immediati, i tentativi di rianimare il ragazzo sono stati del tutto vani.

Sul luogo dell’incidente, si è recato anche il sindaco Matteo Ruvolo, che si è lasciato andare a questa breve dichiarazione: “Siamo tutti sotto shock, i riberesi sono vicini ai familiari di Filippo per questa immane tragedia”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante