Resta sintonizzato

Afragola

AFRAGOLA. Patto tra la Lega e Caiazzo. Boemio vuole la “testa” della Picardi. Partono gli incontri bilaterali

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Ieri sera si è svolta una riunione di maggioranza e malgrado la giunta nei fatti non è stata ancora azzerata, per ordine categorico dei Consiglieri, alla riunione non era presente nessuno degli assessori.

Tema dell’incontro è stato il prosieguo della consiliatura e le richieste fatte da alcuni Consiglieri sia all’interno dell’aula in occasione della discussione sulla mozione di sfiducia che a mezzo social.

Campania Libera, nella persona di Antonio Boemio ha fatto capire subito quali sono le intenzioni del gruppo consiliare: Azzeramento della giunta, anche se sarà tecnica al duo deluchiano poco importa, e considerare la Lega un partito di opposizione e quindi ancor prima di azzerare la giunta, Boemio ha chiesto l’azzeramento dello staff e quindi la testa della Dott.ssa Picardi, visto che è considerata a tutti gli effetti una figura molto vicina ai piani di via Oberdan. In realtà anche la Segretaria Comunale, nonostante sia un membro prefettizio che sta lì a rappresentare lo Stato è una figura considerata vicina agli ambienti leghisti, visto che la sua nomina è stata fatta grazie all’intercessione della deputata On. Pina Castiello e questo starebbe a significare un grosso sacrificio da chiedere al primo cittadino al punto tale da considerare più facili le sue quarte dimissioni che azzerrare staff, segretaria e giunta. Ma a quanto pare la crisi di maggioranza non si risolverebbe così.

Da un lato c’è un gruppo che considera la Lega fuori dai giochi e dall’altro lato c’è ne è un altro che prega il Sindaco affinché trovi la soluzione per riportare la Lega tra i ranghi della maggioranza. Quest’ultima è la richiesta che fanno quelli di “Forza Afragola Civica” nella persona di Montefusco che all’interno della riunione di ieri si è fatto portavoce della volontà del gruppo. Voci provenienti dal Salone Moriani vogliono che alla base di questa richiesta ci sia già un primo approccio per fondare le basi di un futuro prossimo. Infatti, stando alle indiscrezioni, visto che all’ex Senatore Nespoli, oramai più che impresentabile, serve per forza di cose una figura terza, così come individuata in passato nello stesso Claudio Grillo. Per la candidatura a Sindaco del centrodestra alle elezioni che si terranno in vista di una imminente caduta di questo governo si sta pensando alla figura di Antonio Caiazzo che nel frattempo si è già tuffato nelle braccia dell’ex Senatore e ha imbracciato a cuor impavido la lotta per la pace tra sindaco e Lega, dato che i tempi sarebbero prematuri per qualsiasi gruppo politico oggi presente in aula.

Dal canto suo il primo cittadino tenta sempre di giocare le sue carte. La sua tattica oramai è risaputa. Ha imparato benissimo che la sua classe dirigente è formata da persone mediocri alla ricerca spasmodica del piccolo, insignificante, interesse personale e quindi ha cominciato già i vari incontri bilaterali senza che prima si azzerasse la giunta, e di tutta risposta c’è anche chi, in assenza di un primo passo del Sindaco verso le richieste dei Consiglieri, ha già risposto presente come nel caso del duo Lanzano-De Stefano, dove il secondo esce a mezzo social con una dichiarazione di apertura verso la fascia tricolore previo azzeramento della Giunta e la nomina di una tecnica e poi in assenza dello stesso azzeramento, grazie anche alle pressioni fatte dal suo collega di gruppo, si presenta al cospetto del primo cittadino ad ascoltare la sua proposta. Che cosa potrebbero accettare, oltre quanto dichiarato, i due di “Scelta Democratica”? Quest’atteggiamento oramai è conosciuto dal Sindaco Grillo ed è lo stesso atteggiamento che finora l’ha mantenuto in piedi e la fortuna di quest’amministrazione è racchiusa proprio in un antico detto napoletano: “Senz’o fess, nu campa ‘o dritto!” (Senza il fessacchiotto non vive agiatamente il furbo ndr).

Afragola

Afragola. Fondi per la rigenerazione e riqualificazione del Rione Salicelle

Pubblicato

il

Il Commissario Straordinario comunica che la città di Afragola avrà la possibilità di usufruire dei fondi derivati dal progetto “Interventi di Rigenerazione e riqualificazione di Aree e Immobili Degradati e Potenziamenti delle Infrastruture e Servizi del Rione Salicelle”.

La somma dei fondi è pari a 15.000.000.00 di Euro per la riqualificazione delle aree pubbliche e rigenerazione del tessuto socio-economico

Continua a leggere

Acerra

Vaccini. Open Day Pfizer e Moderna Asl Napoli 2 Nord: a chi sono riservati e da quando

Pubblicato

il

Riprendono gli Open Day per la vaccinazione contro il Covid 19 in tutti i centri dell’Asl Napoli 2 Nord.

L’attività, riservata a chi non ha fatto ancora la prima dose, era stata interrotta a causa delle ridotte scorte di vaccini.

All’interno delle 23 strutture vaccinali, i cittadini residenti nei 32 Comuni di competenza dell’Asl Napoli 2 Nord potranno presentarsi muniti di un documento di identità e tessera sanitaria per sottoporsi a vaccinazione con Pfizer e Moderna.

L’accesso diretto sarà possibile già dalla giornata di domani 20 luglio.

Per maggiori informazioni sulle sedi dei centri vaccinali è possibile consultare il sito web www.aslnapoli2nord.

Continua a leggere

Afragola

AFRAGOLA. Tutti giocano in difesa, ma non si sa chi attacca! Tentativi per il quarto polo civico.

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Oramai Agosto è alle porte e tra un pensiero alle vacanze e uno sguardo alla campagna elettorale, al Ministero degli Interni c’è chi pensa di anticipare la data delle elezioni, così ad Afragola tutti si apprestano a chiudere il proprio schieramento. Tutti tranne il centro sinistra che col PD ancora arroccato per metà sul nome di Domenico Tuccillo non riesce ad aggregare né ad attirare le simpatie dei suoi stessi commensali, anche se alla fine il M5S sarà costretto ad ingoiare il rospo del nome sempre discusso.

Ad oggi, solo due schieramenti ufficiali si registrano nel comune normanno, quello di Antonio Pannone del centrodestra e quello di Gennaro Giustino del centro moderato. Del primo, oltre la propria investitura si è vista solo una timida Comunicazione fatta con una grafica discutibile ed elementare su due vele che girano per la città e il secondo che a distanza di una settimana dalla sua nomina non ha avuto neanche il coraggio di dire grazie a mezzo social a chi l’ha scelto.

Una partita a scacchi giocata in difesa dai due candidati a sindaco e non si capisce in difesa da quale mostro politico in arrivo. Antonio Pannone per mesi assente dalla ribalta afragolese, solo l’altro ieri ha avuto il coraggio di rilasciare qualche dichiarazione alla Stampa, in occasione dell’incontro organizzato dai GD (Giovani Democratici), anche se non si è capito ancora cosa ci facesse lì il candidato a Sindaco di centro destra e perché, invece, risultavano assenti il potenziale candidato a Sindaco del centrosinistra e alcuni esponenti del PD. Misteri della politica afragolese.

Gennaro Giustino, invece, dopo la nomina di candidato a Sindaco è scomparso dalla ribalta comunicativa afragolese. Si è rintanato, quasi si vergognasse dell’investitura. Gli unici a “parlare” a mezzo social sono i suoi candidati. I più attivi Tommaso Bassolino e Raffaele Falco. Ultimo e non per ultimo, visto che nel precedente editoriale avevo già anticipato che pezzi del centrodestra sarebbero confluiti nella coalizione di Gennaro Giustino è stato Vincenzo De Stefano che attraverso il proprio profilo Facebook ha comunicato la propria adesione alla coalizione del centro moderato.

Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo quello che sta uscendo fuori negli ultimi giorni è l’ipotesi della formazione di un quarto polo formato da tutti quei personaggi politici che non hanno trovato giusta collocazione negli schieramenti finora illustrati.

Nicola Perrino, Giovanni Casillo e Tania Cuccurese starebbero prendendo in seria considerazione di formare una quarta coalizione, quella che risulterebbe a tutti gli effetti una coalizione civica pura. Ma anche in questo caso ci sarebbero degli intoppi, visto che tutti e tre formanti questo schieramento coverebbero sogni di gloria e tutti e tre si sentono pronti, in egual misura, a rappresentare la coalizione alla prossima tornata elettorale. Come andrà a finire? Solo il tempo ce lo saprà dire.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante