Resta sintonizzato

Cronaca

Schianto mortale: Silvia muore dopo il turno in ospedale. Era il suo primo incarico da medico

Pubblicato

il

Per Silvia Camilli era il suo primo incarico da medico del Pronto Soccorso, dopo anni di studio e sacrificio. Purtroppo quello della notte scorsa è stato il suo ultimo sogno: è morta a 32 anni questa mattina in un incidente mortale sulla provinciale 106 tra Putignano e Gioia del Colle, dove Silvia, originaria di Roma, era residente.

Il drammatico schianto è avvenuto intorno alle 9.30 all’altezza dell’incrocio con la strada comunale Lama Caldaia, in territorio di Putignano. I rilievi sono stati affidati alla Polizia locale della città in provincia di Bari. Sul posto anche i Vigili del fuoco ed il 118 che purtroppo non ha potuto far altro che constatarne il decesso.

La giovanissima dottoressa, forse per un colpo di sonno, ha perso il controllo del mezzo su un tratto di strada delimitato da muretti a secco. L’auto è così uscita dalla carreggiata ribaltandosi più volte e finendo nei campi.

All’arrivo dei soccorsi Silvia era già morta. La giovane donna, in servizio al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria di Putignano, stava tornando a casa dopo il turno di lavoro.

«La direzione generale e tutta l’Asl di Bari si uniscono al dolore dei familiari di Silvia Camilli, giovane medico del pronto soccorso del Santa Maria degli Angeli di Putignano scomparsa oggi in un incidente stradale», il messaggio di cordoglio dell’Asl Bari alla notizia del decesso.

«La dottoressa era al primo incarico e come tanti giovanissimi medici ha offerto sul campo il proprio contributo professionale e l’entusiasmo. Al cordoglio si unisce anche il personale dell’ospedale di Putignano che l’ha conosciuta e apprezzata, sia pure per un brevissimo lasso di tempo» ha spiegato l’Asl.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Rogo sull’isola. Sfollate 400 persone

Pubblicato

il

Quasi 400 persone evacuate per tutta la notte, abitazioni danneggiate, un centinaio di ettari di territorio divorati dal fuoco. Non sono ancora stati domati gli incendi che hanno messo in ginocchio l’area del Montiferru, nell’Oristanese.

Il gigantesco rogo divampato tra Bonarcado e Santu Lussurgiu, non è ancora stato domato. In nottata 200 cittadini di Cuglieri sono stati sfollati, con le fiamme che hanno raggiunto il paese. Solo questa mattina la situazione è lievemente migliorata e 120 persone circa hanno fatto rientro a casa. Paura anche a Sennariolo, che è stato completamente evacuato: 155 gli sfollati. (ANSA).

Continua a leggere

Caserta

Caserta. Uomo senza vita trovato nel suo appartamento

Pubblicato

il

E’ accaduto a Sessa Aurunca dove un uomo di 65 anni è stato trovato senza vita nel suo appartamento in una pozza di sangue.

L’ipotesi più concreta è quella del suicidio dato che il 65enne – come riportato da CasertaNews – è stato trovato in cucina con un colpo di fucile diretto all’addome. Immediato l’arrivo

Continua a leggere

Cronaca

Lutto nel casertano: Paolo muore a soli 32 anni

Pubblicato

il

Ennesimo dramma nel casertano, per la morte di Paolo Gaudiano, 32enne di Casapulla, deceduto all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove era ricoverato da una decina di giorni. Il giovane, era stato colpito da un malore improvviso, che lo aveva costretto al ricovero, poi sfociato nel dramma. Lascia la madre e i nonni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante