Resta sintonizzato

Attualità

Covid-19, l’allarme di Ricciardi: “La terza ondata è alle porte. Serve il lockdown”

Pubblicato

il

Il professor Walter Ricciardi, direttore scientifico degli Istituti Maugeri e consulente del Ministero della Salute, in un’intervista a La Stampa, ha parlato delle nuove misure a partire dal 7 Gennaio (leggi qui le ultime novità):

Le nuove misure del governo per arginare i nuovi contagi di Coronavirus dal 7 gennaio sono insufficienti e, presumibilmente, verranno sovvertite dai dati dei prossimi giorni, come successo in passato. Già dai dati degli ultimi giorni si intravede un’evoluzione negativa della pandemia ed entro due settimane avremo un aumento del contagio non banale.

Perché se è vero che l’Italia nella prima fase della pandemia si è comportata molto bene, nella seconda ha avuto a che fare con più fallimenti. In primis, si è perso il controllo di test e tracciamento, e di conseguenza si è ritardato il lockdown. Ora solo chiusure prolungate possono riportare la situazione sotto controllo. E anche la riapertura delle scuole, prevista dal 7 gennaio, non ha senso e andrebbe rimandata almeno fino a metà gennaio, quando si dovrebbe riprendere il polso della situazione dello stato dei contagi.

La terza ondata è praticamente alle porte, se non già iniziata, in parte per i ritardi nei lockdown pregressi e a causa dei tracciamenti e test saltati che hanno contribuito a diffondere il virus, in parte per gli assembramenti che si sono creati malgrado le misure più stringenti della zona rossa.

Del resto, se si fanno dei provvedimenti poi bisogna farli rispettare, perché le dichiarazioni di intenti non fermano i contagi. Ma anche sul fronte dei test e del tracciamento, molte Regioni dovrebbero recuperare quello che in diversi casi hanno tralasciato quest’estate, ossia il potenziamento dell’organizzazione territoriale e le squadre per l’assistenza domiciliare“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli. Open Day prima dose Pfizer Giovedi 5 Agosto

Pubblicato

il

Open day solo “PRIMA DOSE”. Programmata nuova giornata PFIZER giovedì 05 agosto.
La Campagna vaccinale prosegue con il massimo impegno da parte dell’ASL Napoli 1 Centro per offrire
quante più occasioni possibili a quanti devono ancora scegliere di vaccinarsi. Proprio per questo, tra le
tante iniziative in corso, l’ASL Napoli 1 Centro ha programmato giovedì 05 agosto una nuova
opportunità di ricevere la prima dose di vaccino. Gli open day prima dose saranno aperti a tutte le fasce
d’età ed il vaccino previsto è del tipo a mRNA (Pfizer) con seconda dose prevista a 21/35 giorni.
PRIMA DOSE PFIZER
Stazione Marittima….. giovedì…..05 agosto ore 8,00/18,00…fascia età tutte….1.500 dosi
Fagianeria Real Bosco. giovedì…..05 agosto ore 8,00/18,00…fascia età tutte….1.500 dosi
di Capodimonte
L’open day é aperto ai soli cittadini residenti a Napoli di tutte le fasce di età. Per prenotare basta
collegarsi al link opendayvaccini.soresa.it e compilare i campi a disposizione. Verrà richiesto il
codice fiscale, il numero della tessera sanitaria, un riferimento di cellulare e la mail del vaccinando.
Il centro vaccinale ed il tipo di vaccino del tipo a mRNA (Pfizer), nonché il giorno e l’orario saranno
confermati attraverso SMS che assume valore di convocazione e dovrà essere esibito all’arrivo presso
il centro. Si ribadisce che l’unico modo per accedere all’open day è l’aver ricevuto SMS e si invita a
rispettare luogo e giorno e non anticiparsi rispetto all’orario di convocazione

Continua a leggere

Attualità

Napoli, partono i lavori alla Galleria Vittoria: sul posto anche l’assessore Clemente

Pubblicato

il

Partiti questa mattina i lavori di manutenzione straordinaria della Galleria Vittoria a Napoli, chiusa dal settembre 2020. A tal proposito, il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, si è così espresso: “Dopo aver raccolto oltre tremila firme, saremo lì, per vedere se davvero è la volta buona per la partenza di un cantiere atteso per troppo tempo“. Sul posto, anche l’assessore alle infrastrutture nonché candidato sindaco di Napoli, Alessandra Clemente.

Continua a leggere

Attualità

Incendio a Pescara, la Pineta dannunziana è avvolta dalle fiamme: la situazione

Pubblicato

il

Fuoco e fiamme nel pomeriggio di ieri a Pescara, dove un vasto incendio è divampato nella zona sud della città. Al momento, sono 5 le persone ferite e ricoverate in ospedale, tra cui una bambina e due suore. Si registrano circa 800 persone evacuate, trasferite al Palafiere, oltre alla chiusura degli accessi nord e sud della città. Sul posto, circa 35 ambulanze e i Vigili del Fuoco, in azione con l’elicottero.

Secondo una prima ricostruzione, alla Pineta, il fuoco, è arrivato nella tarda mattinata, spinto dal vento di terra teso e bollente, con alcune scintille che sono state portate fino al mare e hanno aggredito le palme di tre lidi. Tuttavia, le fiamme, hanno invaso l’intero territorio provinciale, richiedendo l’ausilio di due elicotteri per impedire che l’incendio si propagasse ulteriormente. Pertanto, la zona in cui le fiamme erano più intense, è stata cinturata dalle forze dell’ordine che, così facendo, sono riusciti a garantire un deflusso ordinato.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante