Resta sintonizzato

Attualità

Napoli. La solidarietà non si ferma in città: nasce la “Calza sospesa”

Pubblicato

il

La solidarietà non si ferma e a Napoli arriva la “calza sospesa” di Coldiretti.

L’iniziativa si terrà domani, nel giorno dell’Epifania, presso il mercato Campagna Amica di Fuorigrotta, in via Guidetti 72 al parco San Paolo.

Dolcetti, agrumi, marmellate e ogni altra leccornia, rigorosamente a km zero, potranno essere lasciati dai cittadini nelle apposite calze predisposte all’ingresso del mercato.

I prodotti raccolti saranno donati ad un’associazione benefica che si occupa dei ragazzi dei quartieri disagiati della metropoli.

Un’iniziativa “che rientra nell’impegno che gli agricoltori di Coldiretti stanno portando avanti da dicembre a favore delle fasce sociali colpite duramente dalla crisi generata dal covid-19, che ha già visto la distribuzione di oltre 30 tonnellate di pasta di grano italiano e 8.000 kg di derrate alimentari” fa sapere Coldiretti.

Secondo Eurostat in Campania il 41,4% della popolazione è a rischio povertà ed esclusione sociale.

Tra le categorie più deboli degli indigenti, stima la Coldiretti, il 21% è rappresentato da bambini di età inferiore ai 15 anni, quasi il 9% da anziani sopra i 65 anni e il 3% sono i senza fissa dimora secondo gli ultimi dati Fead.

Fra i nuovi poveri, sottolinea la Coldiretti, ci sono coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, le persone impiegate nel sommerso che non godono di particolari sussidi o aiuti pubblici e non hanno risparmi accantonati, come pure molti lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie che sono state fermate dalla limitazioni rese necessarie dalla diffusione dei contagi per Covid.

Persone e famiglie che mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche” precisa Coldiretti e riporta l’Ansa.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Appartamento con allaccio abusivo nel napoletano: 55enne denunciato

Pubblicato

il

Nel corso della mattinata odierna, i carabinieri della tenenza di Sant’Antimo, hanno denunciato un 55enne del posto, reo di aver trasformato un normale porticato in un vero e proprio appartamento con tanto di allaccio abusivo sull’impianto elettrico. In particolare, l’uomo, è accusato di abusivismo edilizio e furto aggravato di energia elettrica. Tuttavia, non si è limitato ad innalzare mura tra un pilastro e l’altro, ma ha anche beneficiato di un allaccio abusivo alla rete elettrica.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, paura in strada: intera famiglia inghiottita da una voragine

Pubblicato

il

Paura a Fuorigrotta, dove nella serata di ieri, un’intera famiglia, composta da mamma, papà e bambino, è stata inghiottita con l’auto in una voragine che si è improvvisamente aperta in strada. Secondo una prima ricostruzione, pare che l’asfalto abbia ceduto proprio mentre stava transitando la Fiat Panda, all’interno del complesso di edilizia popolare del Rione Luaro. Pertanto, è stato decisivo l’intervento dei Vigili del Fuoco per estrarre la famiglia dalle macerie. Tuttavia, si pensa che il cedimento, sia stato causato da un’infiltrazione di acqua nel sottosuolo: infatti, è stato necessario staccare l’acqua a circa 850 famiglie residenti nelle vicinanze, per controllare la rete fognaria e le condotte idriche.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, sale sul bus senza biglietto e rompe i vetri a pugni: i particolari

Pubblicato

il

Furiosa lite in autobus avvenuta questa mattina a Napoli, nei pressi di Cappella Cangiani, che ha portato al ferimento di due persone. Stando ad una prima ricostruzione, un passeggero senza biglietto, alla vista dei controllori, ha cercato di uscire fuori per scampare al controllo. Tuttavia, questi, si è visto chiudere le porte in faccia dal conducente e a quel punto, il fuggitivo, ha inveito contro i controllori scagliando diversi pugni sul vetro della porta posteriore. Pertanto, la rottura del vetro, ha causato il suo ferimento, oltre a quello di un controllore e di un altro passeggero, colpiti dalle schegge.

L’episodio, è stato reso pubblico dal sindacalista del Coordinamento Regionale Usb Lavoro Privato, Marco Sansone. Ecco le sue parole: “Siamo stanchi di dover assistere ad aggressioni di questo tipo ai danni di personale front line e di mezzi aziendali. Quanto accaduto oggi, non è soltanto dovuto alla follia di qualcuno, ma anche alla carenza di investimenti sulla sicurezza del personale, costantemente sotto organico, condizione inadeguata rispetto alle reali esigenze di servizio. A tal fine, chiederemo al Consorzio Unico Campania, l’utilizzo del personale ex Giraservice, oggi in cassa integrazione, al fine di garantire e potenziare la sicurezza dei passeggeri e degli operatori del trasporto pubblico locale”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante