NAPOLI – Dopo la notizia diramata in esclusiva dalla nostra testata in merito alla Richiesta da parte della Procura per il fallimento della CTP – Compagnia Trasporto Pubblico S.p.A. – azienda partecipata di Città Metropolitana, abbiamo voluto vederci più chiaro e capire quali erano le contromosse adottate dall’azienda ma soprattutto se la politica, in questo caso il Sindaco De Magistris avesse messo in atto qualche azione che potesse scongiurare la chiusura della storica azienda metropolitana.

A tal riguardo abbiamo raccolto le dichiarazioni dell’Amministratore della CTP Augusto Cracco: “Nella mattinata di oggi ,all’udienza dinanzi al GD del Tribunale di Napoli Nord, fissata a seguito delle istanze di fallimento presentate dalla Procura e da un privato, la Società ha anticipato i punti principali del progetto di rilancio in ambito concordatario, a garanzia del servizio pubblico, della conservazione dei posti di lavoro e a tutela dei creditori, con il sostegno della Città Metropolitana di Napoli, il tutto sotto la vigilanza ed il controllo da parte degli Organi della Procedura pre-concordataria per la quale CTP ha presentato istanza e che auspica venga aperta dal Tribunale di Napoli Nord (la decisione e’ prevista nelle prossime settimane).
È questo il percorso individuato dalla Società per la protezione della continuità aziendale che dovrà necessariamente contemplare, da un lato, il riequilibrio strutturale del conto economico anche con l’incremento della produzione chilometrica e, dall’altro, la valorizzazione degli asset e del patrimonio della Società per la migliore soddisfazione dei creditori”.

Adesso la palla passa al Tribunale Napoli Nord che dovrà decidere se le misure attuate dalla Compagnia siano utili a scongiurare il peggio. Vi terremo informati.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.