Questa mattina, nel carcere napoletano di Secondigliano, ha perso la vita un operaio di 50 anni, Giovanni Ferrante, in seguito ad un terribile incidente.

L’uomo è precipitato dalla scala da un’altezza di 5 metri, mentre era impegnato in lavori di impermeabilizzazione del tetto, ed è morto sul colpo.

Secondo le notizie riportate da Il Mattino, la Procura di Napoli ha aperto un fascicolo.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro per gli accertamenti del caso.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.