Resta sintonizzato

Scuola

Allarme coronavirus in Campania. Il Sindaco chiude tutte le scuole

Pubblicato

il

TORRE ANNUNZIATA- Il primo cittadino, Vincenzo Ascione, in seguito ad un aumento repentino dei casi che hanno contratto il Covid-19, ha deciso per la chiusura di tutte le scuole fino al giorno 30 Gennaio su tutto il territorio comunale.

Ordinanza di sospensione dell’attività didattica in presenza presso gli istituti scolastici dal 25 al 30 gennaio 2021.

Considerando che la situazione epidemiologica sul territorio di Torre Annunziata, anche in rapporto ai tamponi effettuati dall’8 gennaio sino ad oggi, mostra un graduale e sensibile aumento del numero di contagi, il sindaco Vincenzo Ascione ha emanato un provvedimento che stabilisce quanto segue:

– sospensione dell’attività didattica in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia (sistema integrato di educazione ed istruzione 0-6 anni);
– sospensione dell’attività didattica in presenza di tutte le classi della scuola primaria;
– sospensione dell’attività didattica in presenza delle classi della scuola secondaria di primo grado.

Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, così come previsto dal decreto del Ministro dell’Istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’Istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento online con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Frattamaggiore, inaugurato il nuovo asilo comunale: presenti il sindaco Del Prete e l’assessore Fortini

Pubblicato

il

Giornata importante per Frattamaggiore, visto che questa mattina, è stato tagliato il nastro del nuovo asilo nido comunale ‘La Cicala e la Formica’, alla presenza del sindaco Marco Antonio Del Prete e dell’Assessore alla Scuola, alle Politiche Sociali e alle Politiche Giovanili della Campania Lucia Fortini. La gestione della struttura, è stata affidata alla Cooperativa Sociale “Il Quadrifoglio 2012”, mentre le spese di gestione, potranno avvalersi dei fondi istituiti dal MIUR ripartiti agli Ambiti Territoriali, che permetterà l’erogazione del servizio per un anno scolastico a costo zero per le famiglie richiedenti.

Pertanto, la struttura, potrà ospitare 30 bambini di età compresa tra 0 e 36 mesi, per 8 ore al giorno da settembre a giugno. In particolare, l’asilo nido comunale, vuole essere un servizio a sostegno delle famiglie del territorio, ma deve essere anche un luogo di formazione e di crescita, dove i bambini possano trovare la giusta chiave di lettura del mondo.

Continua a leggere

Attualità

Campania, riaprono le scuole. Parla De Luca: “Oggi cominciamo l’anno in condizioni serene”

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto per parlare della riapertura delle scuole e dell’inizio dell’anno scolastico. Ecco le sue dichiarazioni:

Abbiamo una situazione di grande tranquillità: abbiamo in Campania, il livello più alto di vaccinati nel personale scolastico. Per quanto riguarda la popolazione studentesca, siamo al 75% per le secondarie superiori, dunque ottimo livello di vaccinazione. Dobbiamo fare uno sforzo per quelle inferiori e per le medie, per stare tranquilli. Credo che cominciamo l’anno scolastico, a metà settembre, oggi, in condizioni serene. Procederemo con i tamponi molecolari nelle classi sentinella e manterremo alto il livello di attenzione e controllo. La situazione, in ogni caso, è incomparabilmente migliore rispetto a un anno fa. Dobbiamo insistere”.

Continua a leggere

Attualità

Ritorno a scuola, parla il ministro Bianchi: “Le classi di vaccinati, potranno togliere le mascherine”

Pubblicato

il

Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è intervenuto durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi. Ecco le sue dichiarazioni: “Dove ci sono classi di vaccinati, si possono togliere le mascherine e si può tornare a sorridere. Abbiamo lavorato moltissimo, secondo il mandato dato dal presidente, cioè sulle persone, sugli insegnanti, facendo i concorsi, e con neanche una sanatoria. Facendo i concorsi, abbiamo messo in ruolo quest’anno 59 mila insegnanti, l’anno scorso erano stati 19 mila, quindi sono tre volte tanto. Di questi, abbiamo inserito 13.908 insegnanti di sostegno, l’anno scorso erano 1.778. Non solo, abbiamo già attivato anche tutte le procedure che si concluderanno in settimana per le supplenze annuali. Abbiamo avviato i concorsi per l’anno prossimo, in modo di concludere in due anni completamente la tematica del tempo indeterminato. E, nel decreto di agosto, abbiamo messo l’impegno di far partire concorsi regolari ogni anno per poter sostituire il turnover previsto fino al 2030“.

Poi ha aggiunto: “Ieri, primo settembre, tutte le nostre 8.500 scuole, hanno riaperto con il mandato di portare dal 13 settembre tutti i ragazzi in presenza e in piena sicurezza. Il conto alla rovescia, per il ritorno sui banchi, è cominciato. Questa operazione, è avvenuta con un lunghissimo lavoro preparatorio che risale alla primavera, quando avevamo deciso con forza di riportare i ragazzi in presenza. Poi abbiamo fatto gli esami: 1,1 milioni di ragazzi quelli di terza media, 570mila quelli di maturità e 540mila per il diploma. E, durante l’estate, tutte le nostre scuole hanno lavorato. Abbiamo finanziato 32.500 progetti, che hanno permesso di recuperare 1.650.000 ore di lezione di scuola, soprattutto in attività di carattere linguistico e matematico, ma anche per il ritorno del vivere assieme. Questo, ci ha permesso di arrivare a settembre con una grande voglia e una grande partecipazione di tutti, espressa da due dati: il 91,5% del personale si è vaccinato e, i ragazzi, aumentano giorno dopo giorno sempre di più, soprattutto quelli fra i 16 e i 19 anni. Il commissario Figliuolo, farà un’operazione di screening fra i 6 e i 14 anni, in modo da garantire anche i ragazzi più piccoli“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante