Resta sintonizzato

Brusciano

Brusciano. Arsenale da guerra in uno scantinato: il sequestro

Pubblicato

il

Un vero e proprio arsenale da guerra quello rinvenuto a Brusciano dai Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna, nell’ambito di un servizio disposto dal comando provinciale di Napoli.

Armi e munizioni, ma anche droga, nascoste in una cassaforte occultata in uno scantinato nel rione 219 di Brusciano: 6 pistole semiautomatiche di vario calibro, una pistola mitragliatrice, una carabina con silenziatore e 350 proiettili di svariati calibri.

Con le armi anche quasi 700 grammi di cocaina e materiale vario per il confezionamento.

Le armi, sequestrate a carico di ignoti, saranno sottoposte ad accertamenti balistici e dattiloscopici per verificare se siano state utilizzate in fatti di sangue o intimidazioni.

Durante il servizio sono state denunciate cinque persone: una per evasione, tre per ricettazione e possesso ingiustificato di strumenti di effrazione ed una per detenzione di strumenti atti ad offendere.

I controlli continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni con la rimozione di alcune grate che, secondo le ricostruzioni hanno permesso di spacciare al dettaglio in forma occulta lo stupefacente senza che acquirenti e pusher potessero vedersi.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Brusciano

Brusciano. Violenta lite in famiglia: 30enne minaccia mamma e fratello per soldi

Pubblicato

il

I Carabinieri della sezione radiomobile di Castello di Cisterna hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia ed estorsione un trentenne di Brusciano già noto alle forze dell’ordine.

I militari hanno ricevuto una segnalazione dalla centrale operativa 112: era in corso una violenta lite in un’abitazione del centro.

Quando i carabinieri sono arrivati sul posto hanno scoperto che il trentenne aveva poco prima utilizzato un grosso coltello da cucina per minacciare la madre e il fratello, pretendendo denaro per l’acquisto di droga.

Secondo quanto accertato dai militari eventi di questo tipo non erano una novità ma mai erano stati denunciati né oggetto di referti medici.

L’uomo è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Continua a leggere

Brusciano

Tragedia nel napoletano. Uomo chiama la polizia :” Ho ucciso mia sorella”

Pubblicato

il

Questa mattina, a Brusciano, nel Napoletano, si è verificata una vera e propria tragedia. Un uomo di 55 anni, S.C., ha ucciso la sorella sull’uscio di casa e poi ha avvertito la Polizia.

Gli agenti, una volta arrivati all’abitazione indicata dall’uomo, hanno trovato una donna riversa sulle scale in una pozza di sangue. L’uomo, che soffrirebbe di problemi psichici, avrebbe accoltellato la donna, barricandosi poi in casa, dove gli agenti lo hanno trovato in stato confusionale.

Secondo le notizie riportate da Fanpage, sono ancora sconosciute le cause alla base del gesto.

Dopo aver convinto l’uomo ad aprire la porta, i poliziotti l’hanno portato in commissariato per ascoltarlo.

 

Continua a leggere

Brusciano

BRUSCIANO: 133 dosi di crack pronte allo spaccio: 42enne arrestato dai Carabinieri

Pubblicato

il

BRUSCIANO: 133 dosi di crack pronte allo spaccio. 42enne arrestato dai Carabinieri

I carabinieri della sezione operativa di Castello di Cisterna hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Domenico di Maiolo, 42enne di Pollena Trocchia già noto alle ffoo.

L’uomo era in Via Paolo Borsellino, all’interno del complesso popolare “219” e durante una perquisizione è stato trovato in possesso di 133 dosi di crack (50,74 grammi).Finito in manette, il 42enne è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante