Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, attraverso il proprio profilo Facebook, come ogni venerdì ha fatto il punto della situazione su:  contagi, sulle vaccinazioni e sulla questione scuole. Inoltre ha commenteremo anche i principali avvenimenti a carattere nazionale dell’ultima settimana.

QUESTIONE POLITICA –Settimana di tormenti, abbiamo assistito ad uno spettacolo nel dibattito al Senato come nei migliori circhi. E’ un momento di depressione. Una depressione nera. Sia nel caso che andiamo ad elezioni anticipate sia che si trascini questo calvario andrà tutto male. Ne avremo un danno enorme. Siamo un Paese che finché non va a sbattere testa contro il muro, non ritrova responsabilità, unità nazionale e i livelli indispensabili di efficienza. Quindi non perdiamo tempo, andiamo avanti”

DISTRIBUZIONE VACCINI –Profondamente sbagliato il Piano vaccini fatto dal Governo. La conseguenza di ciò è che, nella distribuzione per questa e prossima settimana, ne avremo di meno. La Campania riceverà 135mila vaccini, tenendo conto di un taglio del 10% da parte di Pfizer, in altre regioni ne avranno più di noi (come Emilia Romagna, Lazio e Lombardia). Abbiamo chiesto un riequilibrio che non è avvenuto. Avremo modo di tutelarci e arriveremo a chiedere l’invalidazione del piano di distribuzione approvato 20 giorni fa. L‘obiettivo è di arrivare a vaccinare 4,6 milioni di persone in Campania. È chiaro che da fine febbraio inizio marzo dobbiamo iniziare a vaccinare tutti, 55mila-60mila vaccinazioni al giorno. È uno sforzo gigantesco ma non abbiamo alternative. Finché non avremo vaccinato la popolazione saremo sempre su un terreno accidentato e non avremo tranquillità per ripresa di scuole, cultura, economia, turismo, negozi”.

RIAPERTURA SCUOLE – “Il 25 dovrebbero riaprire le Scuole Primarie, margine discrezioni alle Amministrazioni. Poi da febbraio avvio alle secondarie e superiori . Parlare di scuola ora significa parlare di possibili focolai. Se non facciamo attenzione siamo costretti a chiudere tutti gli istituti! Altro che riprendere la DAD. Ci tenevo a dirlo perché nessuno si diverte a tener chiusi i ragazzi nelle case. Però le scuole possono diventare i maggiori vettori di contagio”.

CAMPANIA ZONA GIALLA – “Nessuno ci credeva. Pensando alle tante, troppe, campagne di sciacallaggio mediatico di questi mesi, pare strano tutto ciò. Secondo quelle trasmissioni la Campania era in una situazione drammatica e invece… siamo in zona gialla. Quante ore di trasmissione televisive sprecate nei video per screditarci: siamo fra le regioni migliori d’Italia. Come sempre, dico ai cittadini, nessun autocompiacimento, noi dobbiamo essere più attenti degli altri. Abbiamo ogni giorno 900/1000 positivi: nessun rilassamento, finché non avremo completato la campagna di vaccinazione. Dobbiamo essere consapevoli e responsabili, non ci rilassiamo. Dobbiamo essere prudenti. Non dobbiamo essere zona a rischio, cerchiamo di non fare i fenomeni e rispettiamo le regole di base della prevenzione”. 

CARDINALE SEPE –Saluto affettuoso al Cardinale Sepe che, domenica prossima, celebra la messa (ultima da Cardinale di Napoli). Lo ringrazio per la sua attività pastorale e il suo impegno civile che ha fatto in questi anni. Martedì 2 farà il suo ingresso come nuovo arcivescovo di Napoli, monsignor Battaglia a cui auguro un buon lavoro”. 

PROCIDA –Abbiamo avuto notizie belle, riconoscimento per Procida come Capitale della Cultura nel 2022: questo deve diventare un momento di promozione non solo per l’isola ma per tutto il Territorio (Ischia, Pozzuolo, Campi Flegrei). Occasione per recuperare i colpi ricevuti da momenti drammatici di pandemia”. 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.