Resta sintonizzato

Attualità

Lo scandalo dei vaccini: centinaia di dosi somministrate impropriamente a parenti ed amici

Pubblicato

il

Più di 500 sono le dosi che nell’attuale campagna di vaccinazioni, che come è noto dovrebbe essere destinata solo al personale sanitario e ai residenti delle RSA, sono state in realtà somministrate a parenti ed amici “di soppiatto”.

I Nas hanno infatti avviato un’indagine per fare chiarezza. Il report del governo sul numero di dosi del vaccino anti-Covid somministrate finora in Italia è aggiornato alla cifra di 1.343.880. Di queste, 540 sono attualmente sotto la lente del Nucleo Antisofisticazione e Sanità.

Secondo i Nas sarebbero state inoculate arbitrariamente, come si legge su Repubblica, senza seguire le fasce prioritarie stabilite nel piano vaccinale e solo a Petralia Sottana, nel Palermitano, su 1.121 somministrazioni, dato del 21 gennaio, 333 sono finite sotto inchiesta.

Tutto ha avuto inizio da un post su Facebook di una dottoressa in pensione: mostrava sul social network la propria soddisfazione per aver ricevuto la dose già il 5 gennaio, nonostante non rientrasse nelle categorie da vaccinare secondo le direttive del governo.

Oltre al suo caso, i carabinieri hanno scoperto che all’ospedale Madonna dell’Alto oltre 300 dosi non sono andate né al personale sanitario né a ospiti e dipendenti delle Rsa. E neanche agli amministrativi. Piuttosto, a ricevere già la prima dose sono stati veterinari, dipendenti pubblici, braccianti agricoli, commercialisti, insegnanti, poliziotti, sindaci e chi più ne ha più ne metta: gli amici degli amici, insomma.

 «Quando un intero nucleo familiare che non ne ha diritto riesce a ottenere la vaccinazione vuol dire che dietro c’è una organizzazione. Non è stato un fatto estemporaneo legato alla necessità di non sciupare le fiale ormai scongelate, ma un vero e proprio atto di arroganza» ha affermato il direttore generale dell’Asp di Ragusa, dopo aver appreso che figlia, marito e madre di una dirigente dell’azienda sanitaria avevano ricevuto il vaccino.

E sempre in Sicilia, a Salemi, i Nas hanno individuato 140 vaccinazioni sospette su 546. Al presidio Vittorio Emanuele II sarebbero state somministrate dosi del Pfizer a insegnanti, dipendenti comunali e vigili urbani.

Ma quello dei “furbetti del vaccino” non è un problema circoscritto a una singola realtà. Sullo sfondo delle indagini dei Nas, si stanno muovendo le procure di Modena, Ragusa, Reggio Emilia, Forlì, Trapani, oltre a quella di Palermo, che stanno valutando se, oltre a una questione di inopportunità, si configuri anche il reato di abuso di ufficio.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Coronavirus in Italia: quasi 5.000 casi nelle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Nelle ultime 24 ore sono stati 7 i decessi da Coronavirus segnalati in Italia. Ieri, 24 luglio, erano 5. Il totale delle vittime per i contagi da Covid-19 sale così a 35.477.

Per quanto riguarda i contagi, il bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute riporta oggi, domenica 25 luglio, +4.743 positivi. Ieri erano 5.140. I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.317.415, i morti fino a oggi 127.949.

I dimessi ed i guariti sono invece 4.123.209, con un incremento di 1.001 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 66.257, in aumento di 3.734 unità nelle ultime 24 ore.

Sono 178 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 6 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 16 (ieri 21). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.392, in aumento di 52 rispetto a ieri.

Sono 176.653 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati riportati dal ministero della Salute. Ieri erano stati 258.929.

Il tasso di positività è del 2,7%, in aumento rispetto al 2% di ieri.

Le Regioni con più persone attualmente positive sono: Veneto con 9.727 positivi, Lombardia con 8.534 positivi e Campania con 8.241 positivi.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19 in Campania: il Bollettino dell’Unità di Crisi

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, domenica 25 luglio, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato i dati relativi alla diffusione del Covid-19.

Questo il bollettino del giorno:

Positivi del giorno: 301

Tamponi molecolari del giorno: 5.958
Tamponi antigenici del giorno: 6.481

Deceduti: 0

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 11

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)
Posti letto di degenza occupati: 180

Continua a leggere

Attualità

Avellino, rinvenuto ordigno bellico da disinnescare: evacuate 2500 persone

Pubblicato

il

Attimi di panico ad Avellino, dove intorno alle 6.30 di questa mattina, parte delle popolazione è stata costretta ad evacuare, per consentire il disinnesco di un ordigno bellico rinvenuto circa 2 anni fa sul greto del fiume Fenestrelle, nei pressi del ponte di via Ferriera. Sono più di 2500, le persone che dovranno abbandonare temporaneamente le loro case. Pertanto, il sindaco Gianluca Festa, ha disposto la chiusura delle attività commerciali cittadine.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante