Resta sintonizzato

Attualità

Mandato esplorativo a Fico: riferirà al Capo dello Stato entro martedì 2 febbraio

Pubblicato

il

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha affidato al Presidente della Camera, Roberto Fico, il compito di verificare l’esistenza di una maggioranza a partire dai gruppi che sostenevano il governo precedente, chiedendogli di riferire entro martedì 2 febbraio.

Il capo dello Stato aveva affermato, vista la crisi sanitaria, sociale ed economica, che è «doveroso dar vita presto a un governo con un adeguato sostegno parlamentare» in un «momento così decisivo».

Aggiungendo «È emersa la prospettiva di una maggioranza politica composta a partire dai gruppi che sostenevano il governo precedente. Questa possibilità va peraltro doverosamente verificata».

«Ringrazio il presidente della Repubblica per la fiducia» ha affermato Fico al termine del colloqui.

Continuando «Mi ha dato un incarico esplorativo volto a verificare la prospettiva di una maggioranza parlamentare a partire dai gruppi che sostenevano il precedente governo».

Concludendo «Nei prossimi giorni sarò impegnato nel confronto con gli esponenti di queste forze politiche. Il momento è molto delicato per il Paese, siamo chiamati ad affrontarlo con la massima responsabilità per dare risposte urgenti che i cittadini attendono».

In una nota il M5S ha affermato «Lavoreremo al fianco del presidente Fico a cui è stato affidato un compito cruciale in questo frangente. Concentriamoci sui temi che ci accomunano e togliamo tutti i temi divisivi».

E anche Luigi Di Maio, in un post su Facebook, ha espresso il suo sostegno «Buon lavoro al presidente della Camera Roberto Fico. Sarà punto di riferimento per favorire il dialogo in questa fase delicatissima e arrivare alla formazione di un nuovo Governo. Ci auguriamo che prevalga il senso di responsabilità da parte di tutti. Massimo e pieno sostegno a Giuseppe Conte».

Attualità

Scampia, uomo sorpreso a spacciare: in manette 27enne di Mugnano

Pubblicato

il

Controlli a tappeto da parte dei carabinieri della stazione di Scampia, che nel tardo pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto Angelo Ceparano, 27enne di Mugnano già noto alle forze dell’ordine, per il reato di detenzione di droga ai fini di spaccio. L’uomo, che si trovava in via Fellini, è stato bloccato dagli agenti, che hanno rinvenuto nella sua disponibilità, diverse dosi di tre differenti varietà di stupefacente: 12 di kobret, 18 di cocaina e 19 di crack. Tuttavia, non mancava il contante, ritrovati infatti 340 euro in banconote di piccolo taglio. Pertanto, il denaro, ritenuto provento illecito e la droga, sono stati posti sotto sequestro. L’arrestato, si trova attualmente in carcere in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, si è sciolto il sangue di San Gennaro: è avvenuto il miracolo

Pubblicato

il

Napoli in festa, visto che poco fa, intorno alle ore 10, si è consumato il tanto atteso miracolo di San Gennaro, Santo Patrono della città. Infatti, l’arcivescovo di Napoli, accompagnato dall’Abate Monsignor Vincenzo De Gregorio e dal governatore campano Vincenzo De Luca, si è recato nella Cappella del Tesoro per estrarre l’ampolla e verificare la liquefazione del sangue. Assente invece, il sindaco Luigi De Magistris. A dare l’annuncio ai fedeli, è stato l’arcivescovo Mimmo Battaglia. L’ultima volta, lo scorso 16 dicembre 2020, il prodigio non si era ripetuto.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, picchia la madre con un bastone per farsi consegnare il denaro: arrestato

Pubblicato

il

I carabinieri del Nucleo Operativo di Bagnoli, hanno tratto in arresto un ragazzo di 19 anni, con l’accusa di estorsione e maltrattamenti in famiglia. Stando ad una prima ricostruzione, l’episodio, è avvenuto a Coroglio, dove l’uomo aveva costretto la madre a consegnargli del denaro, con il quale avrebbe acquistato droga. Tuttavia, per vincere la sua ritrosia, l’ha colpita con un bastone causandole lesioni ritenute guaribili in 5 giorni. Pertanto, i militari, allertati da alcuni vicini, hanno raggiunto e bloccato il giovane, prima che potesse fare ancora più male la madre. L’arrestato, è ora in carcere in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante