Resta sintonizzato

Afragola

AFRAGOLA. Tutti i risvolti di una conferenza stampa inutile dalle motivazioni incomprensibili

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Scusate il ritardo! Non è il titolo del film di Troisi ma le mie sentite scuse sul ritardo per le dovute riflessioni da fare all’indomani dell’imbarazzante Conferenza Stampa del Sindaco Claudio Grillo.

Un solo dato è uscito fuori da quell’incomprensibile appuntamento, ossia che il Sindaco non ha risolto i problemi della crisi nata circa sette mesi fa. Per sua stessa ammissione la fascia tricolore non ha i numeri per poter governare la città ma per un motivo ancora sconosciuto e non esplicitato in quella conferenza ricca di retorica e luoghi comuni, nonché di frasi fatte già trite e ritrite, rimane ancora in sella.

Se qualche addetto ai lavori magari non proprio sul pezzo, si aspettava che quella conferenza fosse stata indetta per presentare la nuova giunta è rimasto deluso, poiché la “nuova” giunta non è stata altro che la vecchia giunta con Baia e Acri congelati e mentre Acri rimane al fresco nel congelatore per ovvi motivi, dopo la conferenza stampa e le dichiarazioni del Sindaco dove si è fatto passare Baia per l’uomo maturo al quale si devono i meriti di questo pseudo equilibrio col suo passo indietro, l’ex assessore al Cimitero comincia ad avere sussulti di dignità dichiarando al collega Auricchio di Napolimetropoli di aver fatto si un passo indietro ma in vista della nomina di una giunta tecnica d’alto profilo, non certo per far accomodare di nuovo sulle poltrone i suoi ex colleghi.

Legittime le rimostranze di Baia, visto che politicamente parlando la lunga militanza e l’esperienza del forzista non sono certamente inferiori a quelle dei suoi colleghi d’esecutivo. Allora tanto vale nominare un assessore di genere al posto di Acri e consentire anche l’entrata in giunta dell’assessore alla Polizia Locale.

Se non si è raggiunti l’equilibrio perché quest’accanimento terapeutico? A chi giova mantenere la città ferma al palo ancora per chissà quanto tempo? Visto che con gli stessi attori nulla è stato fatto in quasi tre anni. Anche se il primo cittadino, al netto delle grandi opere, vede Afragola alla stregua di Zurigo.

Ma poi, non si riesce a comprendere come mai si accoglie la richiesta di congelamento di Acri da parte di Campania Libera che magari, per non inimicarsi la propria assessora, non riesce a mettere sul banco il nome di un’altra donna e non si prende la situazione di petto e si delega, in maniera autorevole, un’assessora temporanea, in attesa della maternità di Acri ma anche di risoluzioni giudiziarie in corso da parte del consorte, così come fatto per la Balsamo che nonostante abbia bloccato sui social il sindaco dopo l’azzeramento, torna volentieri in giunta alla prima chiamata? (domanda troppo lunga ma necessari i passaggi fatti, mi perdoneranno i lettori).

E ancora. Perché si è preferito congelare Baia e non un altro assessore, al di là delle dichiarazioni, già smentite dallo stesso ex assessore, fatte nella conferenza stampa?

Veramente il sindaco credeva di convincere la stampa accorsa in maniera agguerrita? Visto che lo stesso appuntamento per l’Amministrazione Comunale doveva restare segreto, dato che non era prevista nessuna diretta streaming. Diretta resa pubblica poi grazie all’intuizione e ai mezzi di MinformoTv.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Afragola

[Video] Afragola ha un Nuovo Campione dei Pesi Medi: il 24enne Antonio Esposito

Pubblicato

il

Il Campionato Regionale Federazione Pugilistica Italiana da ieri, sabato 12 giugno, ha un nuovo campione, Antonio Esposito.

Detto “Anthony“, Esposito è riuscito ad emergere nella sua categoria con la Vittoria della Categoria Pesi Medi.

Allenatosi presso la “Tana Delle Tigri-Boxe” di Afragola, il sacrificio e la dedizione hanno portato il campione a raggiungere un grande risultato, coronamento di un sogno.

Classe 97, Anthony ha conquistato il titolo Regionale organizzato dalla federazione pugilistica italiana.

Originario di Afragola e nato pugilisticamente nella palestra “Tana Delle Tigri-Boxe” , ha iniziato il suo percorso atletico nel Giugno 2019, a 21 anni.

Era pronto per combattere già da Marzo di quest’anno ma a causa dell’emergenza Covid-19 sono state sospese le competizioni sportive e solo ora è riuscito a disputare la gara che gli ha permesso di conquistare l’agognato titolo.

Continua a leggere

Afragola

Afragola. Nuovo episodio di violenza al Parco Sant’Antonio

Pubblicato

il

Ieri sera si è concluso il week-end afragolese con un episodio di degrado e violenza sotto ai porticati del parco Sant’Antonio.

Come molto spesso sta succedendo, è scappata la rissa tra due gruppi di ragazzi nel luogo della movida molto discussa ad Afragola. Non sono ancora stati identificati gli aggressori che ieri sera hanno causato problemi ai commercianti e alle autorità municipali.

Continua a leggere

Afragola

AFRAGOLA. Ufficiale la coalizione civica di Nespoli. Fatta fuori un’intera coalizione

Pubblicato

il

AFRAGOLA – È stata presentata la prima coalizione che si appresterà a competere alle prossime elezioni amministrative nel prossimo autunno. Attraverso un giornale locale molto vicino all’ex Senatore Nespoli è uscito fuori il documento che ha sancito il patto tra i gruppi politici formanti la coalizione civica con il prof. Antonio Pannone come candidato sindaco.

Anche se questa coalizione, come da sempre del resto, da questo lato della politica locale, è capeggiata da un solo uomo al comando, si deve ammettere che è partita con tutti i crismi. Prima si sono fatti accomodare i rappresentanti di ogni lista al tavolo, poi si è fatto ratificare il candidato a Sindaco scelto dal dominus e infine si è fatto firmare il documento in basso allegato.

A parte l’ironia, una cosa è da dare atto realmente: finora l’ex Senatore Nespoli è l’unico a dimostrare di essere consequenziale a quanto dimostrato con i fatti nella storia recente della politica afragolese.

Come si può leggere dalla nomenclatura del documento in basso, l’ex senatore si è chiuso in un perimetro di ideali e di fiducia. Tra i nomi sul documento si leggono, al netto di Giuseppe Affinito, tutti quelli che hanno seguito l’ex Senatore e quelli che hanno firmato le loro dimissioni dal notaio per far terminare l’era Grillo, lasciando fuori da tutto una grossa fetta del centrodestra e di quelli che hanno concorso alle ultime elezioni appoggiando la candidatura di Claudio Grillo, smentendo di fatto, tutto quanto dichiarato da Giuseppe Affinito, sul tema dell’apertura totale della coalizione civica, nella trasmissione TALK andata in onda su Minformo TV il 20 maggio scorso.

La riflessione d’obbligo da fare oggi è: dove si collocheranno i vari Biagio Castaldo, Tommaso Bassolino, Cristina Acri – sempre se ha ancora voglia di mettersi in gioco – Raffaele Fusco, Anna Izzo, Gaetano Moccia con la sorella, Nicola Perrino e Francesco Castaldo?

Ovviamente un vantaggio per i moderati e per lo stesso centrosinistra, ammesso che le liste di Nespoli siano piene, sarebbe quello che si creasse un quarto polo e i nomi sopracitati potranno farlo, magari con Biagio Castaldo come candidato sindaco chissà.

Logicamente non si potranno ripetere gli stessi risultati del 2013 visto che anche il centrosinistra corre spaccato alle prossime elezioni e allora sarebbe quasi sicuramente ballottaggio e lì ci potranno essere delle belle.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante