Resta sintonizzato

Cardito

“Spettacolo dell’orrore a Cardito”: bimbo muore massacrato di botte mentre alla sorellina staccano parte dell’orecchio

Pubblicato

il

I giudici che hanno pronunciato la condanna lo hanno definito “Lo spettacolo dell’orrore”, loro stessi inorriditi dall’inaudita ferocia di Tony Essobti e della compagna, Valentina Casa.

I due hanno infatti ucciso, massacrandolo di botte, il piccolo Giuseppe Dorice nel novembre del 2019. Alla sorellina, anche lei picchiata a sangue, i due orchi staccarono persino il lobo dell’orecchio.

Una morte che fu il frutto “del carattere irascibile e instabile” del patrigno, Tony Essobti, che in quell’occasione aveva fatto il paio con “la personalità servile, indefinibile e a tratti assente”, della madre del bambino, Valentina Casa.

Per quella morte l’uomo è stato condannato all’ergastolo, mentre la madre a sei anni di reclusione.

Sono stati i giudici della III Sezione della Corte di Assise di Napoli a pronunciare la condanna e a definire quanto accaduto “uno spettacolo dell’orrore“.

Giuseppe aveva 7 anni quando venne ucciso semplicemente perché troppo vivace. Lui e la sorellina di 8 anni stavano giocando, saltellavano sul letto quando il 27 gennaio 2019 il patrigno Tony li ha massacrati di botte.

Facevano rumore, forse ridevano, magari scherzavano come sono soliti fare i bambini ma lui cercava di dormire e i loro “rumori” erano troppo fastidiosi. E’ così che alzatosi dal letto, davanti alla mamma ha deciso di spegnere per sempre i loro sorrisi: pugni e calci al volto, al cranio, al piccolo ed indifeso corpicino dei bambini.

Un’ira devastante: il piccolo Giuseppe morirà poco dopo, la sorellina, gonfia al punto da essere irriconoscibile, è viva per miracolo.

Ad impressionare i giudizi della Terza Corte di Assise è stata la scena del delitto: “un vero e proprio spettacolo dell’orrore, dove ogni esibizione di violenza veniva pensata con lucidità e già troppe volte era stata provata“.

Non vi era traccia di affetto, di cura di attenzione per i bambini in quella casa“, hanno sottolineato i giudici che lo scorso 9 novembre 2020 hanno condannato all’ergastolo Tony Essobti, 27 anni, e a sei anni di reclusione la compagna Valentina Casa, madre biologica dei due bambini avuti dalla precedente relazione.

 

 

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cardito

CARDITO avrà il suo primo teatro comunale: l’annuncio del Sindaco Cirillo

Pubblicato

il

A Cardito nascerà il primo teatro comunale: sorgerà nella zona SLAI. È stato infatti firmato il contratto di appalto per i lavori, che partiranno nelle prossime settimane.

Ad ufficializzarlo è stato il Sindaco Giuseppe Cirillo, che attraverso la sua pagina Facebook ha annunciato:

Abbiamo raggiunto un eccellente risultato. È stato firmato il contratto di appalto per i lavori di realizzazione del primo teatro comunale che sorgerà nella zona SLAI.

Nelle prossime settimane partiranno i lavori e sarò felice di “inaugurare” i cantieri con tutta la cittadinanza. È un traguardo storico, un’occasione importantissima per tutta l’area metropolitana di Napoli. Il nostro comune si è classificato al primo posto nella graduatoria definitiva per l’assegnazione dei fondi sovracomunali e questo ci deve rendere orgogliosi del risultato ottenuto.

La costruzione del teatro e il recupero dell’area sono un punto importante del mio programma per il cambiamento della città. Le porte del nostro teatro saranno aperte a tutti, alle famiglie, ai giovani, alle scolaresche e agli spettatori provenienti da tutto l’hinterland. In questi mesi abbiamo sperimentato la tristezza dei teatri chiusi per Covid, noi, invece, guardiamo al futuro, tra due anni avremo sul nostro territorio uno dei migliori teatri della Regione Campania.

È da anni che Cardito rincorre questo sogno. Una sfida avvincente ci porterà al raggiungimento di un nuovo grande obiettivo! Andiamo avanti. Insieme per rendere Cardito ancora più bella“.

Continua a leggere

Afragola

Disservizio dell’erogazione idrica nell’Area a Nord di Napoli: guasto nell’impianto idrico

Pubblicato

il

Nella giornata di oggi, domenica 22 agosto, l’area dei comuni a Nord di Napoli è rimasta senz’acqua.

Il disservizio dell’erogazione idrica è dovuto ad un guasto improvviso nell’impianto idrico regionale in zona Pascarola, frazione di Caivano.

La squadra di manutenzione è già all’opera per il ripristino in tempi celeri, anche se il Sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo, ha scritto sulla sua pagina Facebook che da un colloquio informale hanno fatto già capire che con molte probabilità il bypass idrico sarà completato entro questa notte.

Non si conoscono dunque al momento i tempi per il ripristino della situazione.

In fase di verifica la possibilità di bypassare la rottura per tentare di garantire il flusso d’acqua ai cittadini dei comuni interessati.

Continua a leggere

Attualità

Cardito. Solidarietà e Inclusione al Parco Taglia: parte il progetto “SISSI” con il sostegno del Csv Napoli

Pubblicato

il

L’Associazione di volontariato “Nuova Solidarietà” ha inaugurato un ciclo di attività di animazione territoriale per giovani, famiglie e anziani, che saranno realizzate nei mesi estivi all’interno del Parco Taglia di Cardito.

L’iniziativa è promossa nell’ambito di “SISSI”, un progetto di integrazione, aggregazione e solidarietà tra generazioni, sostenuto dal CSV Napoli attraverso l’avviso pubblico Le Comunità Solidali.

Inoltre, è stata inaugurata una pista da ballo professionale che darà il via alle serate danzanti del venerdì, del sabato e della domenica.

Presenti all’evento all’evento, oltre alle realtà di Terzo settore coinvolte nel progetto e alla cittadinanza, Giuseppe Cirillo sindaco di Cardito, Nicola Caprio, presidente di CSV Napoli e alcuni esponenti della giunta comunale.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante