Resta sintonizzato

Caivano

CAIVANO. Il sindaco ombra consiglia a Enzo Falco di dimettersi ma in serata arriva la genialata

Pubblicato

il

CAIVANO – Se si vuole essere pragmatici e si vuole ragionare con esperienza politica vissuta su vari territori, cosa di cui pochi addetti ai lavori possono vantare, si può dire apertamente e senza tema di smentita che visti i trascorsi in maggioranza, il Sindaco Enzo Falco già non ha più i numeri per governare. Segnatevi la data! Minformo ve lo ricorderà a più riprese.

Lo scenario che si presenta ad oggi alla cittadinanza caivanese è allarmante e pericoloso. Purtroppo in maggioranza c’è una spaccatura reale e oggettiva. A distanza di pochi mesi l’amministrazione Falco si presenta già come un vaso rotto al quale per tutta la durata del suo mandato si vedranno sempre le crepe. Questo, per chi non mastica di esperienza politica come la maggior parte della maggioranza compreso il sindaco, vuol dire una sola cosa, navigare a vista e logorarsi da qui in avanti a trovare continuamente il giusto equilibrio per non scontentare nessuno a discapito delle azioni politiche serie per il rilancio della città.

L’eterogeneità di Italia Viva, Noi Campani e Orgoglio Campano ha portato i vari gruppi a protocollare già documenti ufficiali di sfiducia. Rispettivamente Italia Viva da un lato consegna un documento nelle mani del Sindaco dove chiede di portare avanti la delibera presentata per il mandato esplorativo sulla TARI 2017 e dall’altro lato sette consiglieri di maggioranza, compreso il M5S, firmano una vera e propria mozione di sfiducia all’Assessore Mennillo e consegnano nelle mani del primo cittadino.

Logicamente per il Sindaco è troppo e il primo cittadino non sa che pesci prendere. Così gli viene in soccorso il vero leader di questa amministrazione, il sindaco ombra di Caivano che da stamattina alle 7:30 era già sotto le mura del Palazzo Comunale. Stiamo parlando di Mimmo Semplice. Anche qui abbiamo sempre avuto ragione noi. Minformo ha sempre scritto che la vera gestione dell’ente era da attribuire all’ex sindaco così come accade ad Afragola con l’ex Senatore Nespoli.

Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo, l’ex Sindaco Semplice ha suggerito al primo cittadino di lasciar trapelare tra i Consiglieri di maggioranza l’idea di volersi dimettere e paventare la condizione di poter aprire un vero e proprio mercato delle vacche nei venti giorni che la legge consente al Sindaco dimissionario di poterci ripensare. Praticamente gli ha suggerito l’estrema ratio di ogni fascia tricolore, in assenza di una vera idea risolutiva si è trovati quella più semplice da prendere, la stessa che pone faccia al muro chi teme una nuova tornata elettorale. Ma al Sindaco Enzo Falco non sono servite le dimissioni perché i Consiglieri più indigenti hanno subito dato l’impressione di voler rientrare nei ranghi e a tal proposito si è registrato un incontro pomeridiano tra Mimmo Falco ed esponenti di Italia Viva, compreso l’Assessore Mennillo alla presenza del Sindaco.

La cosa non è andata giù al resto dei firmatari del documento di sfiducia all’Assessore Mennillo che non hanno accettato di buon grado la posizione di Mimmo Falco che da firmatario del documento si è ritrovato ad essere il mediatore per la soluzione. Soluzione che forse vede la luce in fondo al tunnel nell’incontro serale tra i due terzi di Noi Campani, Orgoglio Campano e il Sindaco Enzo Falco dopo che quest’ultimo si è fatto garante delle scuse dell’Assessore Mennillo e di una soluzione pensata ad hoc, i cui risvolti possono diventare davvero comici, ma vi informeremo solo a cose fatte e allora si che saranno risate. Vi terremo aggiornati.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caivano

[VIDEO] Rottura condotta idrica lascia a secco tutti i comuni a nord di Napoli

Pubblicato

il

CAIVANO – Una rottura importante della condotta idrica principale ha lasciato a secco di acqua parecchi Comuni a nord di Napoli.

Allertati i sindaci della zona, alcuni, come Giuseppe Cirillo di Cardito, ha subito chiamato la Regione Campania per sapere notizie, così nel suo post:

“Questo mio post è per informare i cittadini carditesi che l’improvviso disservizio dell’erogazione idrica è dovuto ad una rottura della condotta idrica principale all’altezza del Comune di Caivano.

Il disservizio rigurada anche molti comuni limitrofi e a noi sindaci ancora deve arrivare nessuna comunicazione ufficiale dall’ente preposto alla gestione della rete idrica regionale.

Mi sono premurato di chiamare direttamente in Regione Campania dove mi hanno reso edotto del problema.

Si tratta di una rottura importante della condotta principale e che la squadra di manutenzione è già all’opera per il ripristino in tempi celeri, anche se da un colloquio informale hanno fatto già capire che con molte probabilità il bypass idrico sarà completato entro questa notte.

Ci tengo a precisare che la rottura è stata improvvisa e che nessun organo istituzionale poteva prevederlo pertanto non ci è stato possibile diramare alcun avviso.

Prego i miei concittadini di avere pazienza e aspettare che tutto ritorni alla normalità”.

Continua a leggere

Afragola

Disservizio dell’erogazione idrica nell’Area a Nord di Napoli: guasto nell’impianto idrico

Pubblicato

il

Nella giornata di oggi, domenica 22 agosto, l’area dei comuni a Nord di Napoli è rimasta senz’acqua.

Il disservizio dell’erogazione idrica è dovuto ad un guasto improvviso nell’impianto idrico regionale in zona Pascarola, frazione di Caivano.

La squadra di manutenzione è già all’opera per il ripristino in tempi celeri, anche se il Sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo, ha scritto sulla sua pagina Facebook che da un colloquio informale hanno fatto già capire che con molte probabilità il bypass idrico sarà completato entro questa notte.

Non si conoscono dunque al momento i tempi per il ripristino della situazione.

In fase di verifica la possibilità di bypassare la rottura per tentare di garantire il flusso d’acqua ai cittadini dei comuni interessati.

Continua a leggere

Caivano

Caivano. Tenta di rubare all’interno dell’Auditorium: colto in flagranza dal custode

Pubblicato

il

I Carabinieri della tenenza di Caivano hanno arrestato per tentato furto Giovanni Conte, 33enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

Il custode dell’Auditorium “Caivano Arte” a Via Necropoli ha sentito dei rumori sospetti ed ha chiesto aiuto al 112. I Carabinieri sono immediatamente intervenuti e hanno sorpreso il 33enne.

L’uomo ha tentato di fuggire ma è stato bloccato. Perquisito, è stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso e anche di cannule e giunti idraulici di rame e ottone.

La refurtiva era stata da poco tolta dai termosifoni del teatro. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante