Resta sintonizzato

Attualità

Torre Del Greco. Identificati gli autori del pestaggio al transgender

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Torre del Greco Capoluogo, insieme agli agenti del locale commissariato di Polizia, hanno denunciato per lesioni personali un ventiduenne di Boscotrecase e un minore di 17 anni di Boscoreale. Entrambi risultati incensurati.

La presenza della video sorveglianza nel luogo dov’è avvenuta l’aggressione, ha permesso di risalire agli autori del pestaggio che sono stati identificati come autori del pestaggio ripreso in un video e postato sui social media.

La vittima però, quando ha sporto denuncia, ha riferito di non essere stato bersaglio di insulti omofobi.

Probabile che abbia avuto paura di dire tutta la verità. L’aggressione in sé ha già intrinseca una natura omofoba e va giudicata come un atto irresponsabile e gravemente pericoloso. Questi episodi non vanno tollerati e la violenza, qualsiasi sia la sua forma, va punita irreversibilmente.

(foto dal mattino)

Attualità

Napoli, insediamento del neo comandante regionale della GdF Generale Barbera

Pubblicato

il

Venerdì mattina, 19 luglio, nella piazza d’armi della Caserma Zanzur, sede storica delle Fiamme Gialle, alla presenza del comandante Interregionale dell’Italia Meridionale, Generale di Corpo d’Armata Vito Gianpaolo Augelli, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento nella carica di comandante regionale Campania tra il Generale di Divisione Giancarlo Trotta e il Generale di Divisione Alessandro Barbera.

Il generale Trotta, nell’incarico da oltre tre anni, ha passato le consegne al collega Alessandro Barbera, che sino a qualche giorno fa è stato comandante della Regione Marche. Nel periodo trascorso alla guida del Comando Regionale della Campania, le Fiamme Gialle campane hanno conseguito eccellenti risultati in tutti i settori operativi, con particolare riguardo alla lotta contro la criminalità economica ed organizzata, alla ricerca e denuncia dell’evasione fiscale e agli sprechi di risorse pubbliche, attraverso la decisa e sistematica aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati. Il generale Trotta, prima di lasciare Napoli per assumere un incarico al Comando Generale della Guardia di Finanza, ha voluto ringraziare tutti i reparti dipendenti, per il conseguimento di risultati di assoluto rilievo.
Un grazie è stato rivolto anche ai giornalisti, alla magistratura e ai direttori Interregionali e Territoriali delle agenzie fiscali, in particolare per l’Agenzia delle Dogane e per l’Agenzia delle Entrate, per la vicinanza alle fiamme gialle e per la collaborazione.

E partendo dalla linea tracciata dal generale Trotta, ha fatto il suo ingresso il Generale di Divisione Alessandro Barbera. Originario di San Giovanni Rotondo (FG), il generale Barbera, si dice pronto a fronteggiare le nuove frontiere del crimine. “Sul fronte tecnologico”, ha spiegato il generale Barbera, anche la Guardia di Finanza sta facendo passi da gigante: “Ci stiamo strutturando al meglio, come le altre forze di polizia, con le quali c’è un rapporto straordinario: l’unione fa la forza”. A chi gli ha chiesto se c’è grande attenzione sul “dark web”, il generale Barbera ha voluto precisare che si tratta solo di una delle nuove frontiere del crimine “a cui noi dobbiamo riferimento”. “Non possiamo girarci dall’altra parte, – ha concluso il comandante – è una nuova tipologia di crimine, che avanza e alla quale stiamo dedicando massima energia e attenzione. Il nostro obiettivo è offrire un’azione di contrasto quanto più efficiente possibile”. Barbera ha infine voluto sottolineare la vicinanza dei finanzieri “alle persone perbene: “è la cosa più importante, è ciò che chiederò ai miei uomini: affiancarci alle persone che meritano tutela e difesa”.

Il neo comandante durante la sua carriera nelle fiamme gialle, ha assolto diversi incarichi, tra i quali quelli di Comandante Provinciale di Reggio Calabria e di Comandante del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata (S.C.I.C.O.) di Roma, reparto d’eccellenza della Guardia di Finanza per il contrasto alla criminalità organizzata. Il Generale Barbera, arriva da Ancona dove ha ricoperto, a partire da luglio 2022, l’incarico di Comandante Regionale Marche. L’Alto Ufficiale si è arruolato nella Guardia di Finanza nel 1987. Dal 3 ottobre 2005 al 27 giugno 2007 ha frequentato il 34° Corso Superiore di Polizia Tributaria. Ora è chiamato ad assolvere una nuova sfida in una città particolarmente “calda” sul piano della criminalità economica. A sostenerlo sul piano operativo, sarà in primis il comandante Interregionale Augelli e il comandante provinciale Borrelli. Sia Augelli che Borrelli, sono due ufficiali molto preparati e dai modi gentili. Alla cerimonia hanno preso parte i vertici delle forze dell’Ordine: il questore di Napoli Agricola, il generale Borrelli, comandante provinciale Gdf, il generale di corpo d’armata Minicucci, comandante interregionale dei Carabinieri Ogaden, il generale di divisione La Gala, comandante della Legione dei carabinieri della Campania, il generale di brigata Scandone, comandante provinciale dei carabinieri. C’erano anche i vertici del Tribunale e della Procura di Napoli, tra cui la Presidente Garzo, il coordinatore dell’Area uno della Dda Volpe, il procuratore aggiunto Falcone (coordinatore della sezione “fasce deboli”), il procuratore aggiunto Filippelli (coordinatore della sezione sicurezza urbana e del pool tutela dei beni culturali), Ricci (coordinatore della V sezione) e Ferrigno (coordinatore dell’area 2 della Dda). Presente anche il procuratore di Torre Annunziata Fragliasso, il Procuratore Aggiunto di Napoli Nord Di Mauro, la direttrice territoriale per la Campania dell’Agenzia delle Dogane, Santillo e il generale Esposito, comandante della Polizia Locale di Napoli.


Continua a leggere

Attualità

Microsoft down in tutto il Mondo: non è un attacco hacker, trattasi di violazione dati

Pubblicato

il

Il down dei sistemi Microsoft, che ha creato disagi al mondo intero, “non è causato da un attacco hacker, ma da una falla di un software di cybersicurezza e, nello specifico, da un errore di configurazione che non si è aggiornato correttamente, generando interruzioni di servizi”. Lo ha dichiarato l’avvocato Andrea Lisi, presidente di ANORC Professioni ed esperto in diritto dell’informatica e privacy, spiegando che “questo episodio è qualificabile come una violazione di dati (data breach, ndr). Si ascrive come data breach ogni violazione di sicurezza che comporti, accidentalmente o in modo illecito, la distruzione, la perdita, la modifica, la divulgazione non autorizzata o l’accesso ai dati personali trasmessi, conservati o comunque trattati. Anche l’indisponibilità temporanea di accesso a dati personali, causata da un malfunzionamento di un sistema, va considerato come un data breach. Un fatto del genere- ha sottolineato Lisi- ci dice quanto sia importante portare avanti l’innovazione digitale“.

“Questa vicenda- ha poi evidenziato l’esperto- mostra un paradosso, ovvero quello per cui una violazione di dati sia probabilmente attribuibile a una soluzione che dovrebbe prevenire le violazioni di sicurezza. Inoltre questo episodio, come tanti altri che ormai coinvolgono anche i big player, insegnano quanto sia importante portare avanti l’innovazione digitale, valutando bene però anche le fragilità su cui è poggiata e che riguardano la tenuta dei nostri sistemi democratici che sono ormai affidati da tempo a un oligopolio digitale in mano a ‘imperatori’ di dati che quando subiscono attacchi hacker, o anche solo dei semplici malfunzionamenti, mettono in crisi a livello mondiale imprese e Pa”.

“Per questo l’Europa negli ultimi anni sta cercando di porre degli argini a questo strapotere e dare regole rigide da osservare ai grandi player a presidio di nostri diritti e libertà fondamentali. Anche le nuove regole dell’intelligenza artificiale servono a questo” ha concluso Lisi.

Continua a leggere

Attualità

Sophia Loren, Regione Campania stanzia 450 mila € per il suo 90esimo compleanno: consigliera le chiede di rinunciare

Pubblicato

il

Marì Muscarà, consigliera regionale della Campania (gruppo misto), ha scritto una lettera-appello a Sophia Loren, non la solita lettera cui è abituata a ricevere la diva di origini puteolane. La richiesta di Muscarà è quella di rununciare ai festeggiamenti del 90esimo compleanno della Loren (20 settembre), previsti dalla Regione Campania con relativo stanziamento di risorse (450 mila euro), al fine di devolvere i fondi a favore delle battaglie contro la violenza sulle donne.

“Le scrivo questa lettera – è la stessa consigliera a rendere noto il contenuto della missiva – perché ho saputo che la Regione ha stanziato 450 mila euro dei contribuenti per l’evento del suo novantesimo compleanno. Non c’è dubbio che con la sua arte e la sua storia è diventata il simbolo indiscusso di Napoli, e trovo giusto che la città festeggi con Lei questo bellissimo traguardo. Lei ha rappresentato e continua a rappresentare l’essenza e l’anima della nostra terra, con il suo talento e la sua eleganza che hanno conquistato il mondo.
Tuttavia – sottolinea Muscarà – mi permetto di riflettere insieme a Lei su un’alternativa che potrebbe avere un impatto profondo e duraturo. Non sarebbe meglio se questi 450 mila euro venissero investiti in una causa sociale importante, come le associazioni che si occupano di violenza sulle donne? Lei stessa si è fatta promotrice di questo tema con il suo indimenticabile film ‘La Ciociara’, che ha dato voce e visibilità a una realtà dolorosa ma purtroppo ancora attuale. In un momento storico in cui tante donne continuano a subire violenze e abusi, un gesto come questo potrebbe rappresentare una speranza concreta e un sostegno fondamentale per chi si trova in difficoltà”.

“Se Le fa piacere potrebbe – prosegue Muscarà – contattare Lei la giunta regionale chiedendo di indirizzare tali fondi per questa giusta causa? Mi auguro – conclude la consigliera regionale – che possa considerare questa proposta come un’opportunità per unire la festa del suo compleanno a una causa che le sta a cuore e che potrebbe fare la differenza nella vita di molte persone”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy