Resta sintonizzato

Cronaca

Uccisa dal vicino a 9 anni: “Papà sto morendo”. Le sue ultime strazianti parole

Pubblicato

il

DAL MONDO- Un omicidio brutale quello avvenuto nella città russa di Čita, un uomo di 33 anni, risultato poi ubriaco ai test, avrebbe assassinato una bambina, figlia dei vicini di casa, soltanto per intimidire la famiglia in seguito a delle discussioni dovute a rumori di troppo per lavori in corso.

La piccola già qualche tempo fa si era lamentata sui social, dando sfogo a tutte le sue paure in una diretta su tiktok, mentre quel folle uomo, in preda alla sua ira, bussava con violenza. Quella volta però la presenza di mamma e papà avevano fatto si che l’uomo si allontanasse.

Al secondo tentativo di lamentela il 33enne sarebbe stato invece più tranquillo e anziché provare a sfondare la porta avrebbe semplicemente bussato, illudendo così la piccola che potesse trattarsi della mamma (uscita per delle commissioni).

Al suo rientro il papà si sarebbe trovato di fronte una scena raccapricciante: “Papà, sto morendo”, per poi spirare per l’ultima volta.

La polizia russa ha trovato il killer seduto sulle scale del palazzo e lo stesso avrebbe ammesso l’omicidio spiegando però che il suo intento fosse soltanto quello di spaventare la famiglia e cercare così di limitare i rumori della ristrutturazione che comunque venivano svolti negli orari consentiti.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Follia nel napoletano, aggredisce la sorella e i suoi nipoti con un bastone: 53enne in manette

Pubblicato

il

Notte movimentata per i carabinieri della Compagnia di Monte di Procida, che sono intervenuti in via Cappella, per la segnalazione di un uomo che stava aggredendo la propria famiglia. In particolare, gli agenti, una volta giunti sul posto, hanno trovato l’uomo, un 53enne già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso mentre stava rompendo la finestra della casa di sua sorella, con un bastone di alluminio. Sono due i feriti, tra cui la figlia 23enne, che si è lanciata dalla finestra ma non è in pericolo di vita. Mentre l’altro figlio della donna, 25 anni, si è procurato delle ferite lacero contuse al piede destro, nel tentativo di bloccare la porta e non far entrare il 53enne. Tuttavia, l’uomo, è stato bloccato e arrestato ed è ora in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia in strada, impatto fatale tra due auto: un morto e tre feriti

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta nella serata di ieri sulla Statale 460 tra Leini e Lombardore, in provincia di Torino, dove due auto si sono scontrate in un incidente. In particolare, sulla prima vettura, una Suzuki Wagon, vi era la vittima Sid Ahmed Kadiri, 27enne algerino ma residente a Torino e al volante, una 26enne italiana di Castellamonte, trasportata all’ospedale Giovanni Bosco in condizioni non gravi. Mentre sulla seconda vettura, una Ford Ka che viaggiava nel senso opposto, viaggiava una famiglia romena residente a Lombardore. Al momento, la ragazzina, è stata trasportata presso l’ospedale Regina Margherita di Torino, dove sta lottando tra la vita e la morte. Il padre invece, 48 anni, si trova al Giovanni Bosco in condizioni non gravi. Illesa infine, la madre di 46 anni, che era al volante.

Sul posto, sono intervenuti Vigili del Fuoco e carabinieri, oltre ai sanitari del 118.

Continua a leggere

Cronaca

Lite tra vicini sfocia nel dramma, intervengono i carabinieri: i particolari

Pubblicato

il

Attimi di panico a San Felice a Cancello, nel Casertano, dove i carabinieri della Compagnia di Marcianise, sono giunti nei pressi di Cave per la segnalazione di una lite tra vicini. In particolare, uno dei due, ha anche centrato la finestra dell’altro con un colpo di pistola.

Pertanto, la vittima, un 50enne dipendente di un’azienda, ha riportato solo danni materiali, mentre il rivale ultrasettantenne è stato denunciato a piede libero e la sua pistola, è stata sequestrata.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante