Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Dramma in via Petrarca: travolta da uno scooter a 13 anni, è grave

Pubblicato

il

Una ragazzina di 13 anni è stata investita da un motorino in via Petrarca, a Napoli.

Stava attraversando la strada quando è stata travolta da uno scooter. E’ caduta battendo con forza la testa sull’asfalto ed ha subito perso conoscenza.

Trasportata dal padre in ospedale è ora ricoverata presso il nosocomio Fatebenefratelli, nel reparto di neurochirurgia.

Come riferisce Il Mattino, infatti, la giovane ha riportato una forte commozione cerebrale e fratture multiple.

La condizioni dei due giovani in sella allo scooter non sono gravi perché indossavano il casco.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Omicidio Pierina Paganelli, arrestato il senegalese Luois Dassilva: i particolari

Pubblicato

il

Era la notte del 3 ottobre scorso quando la 78enne Pierina Paganelli fu uccisa con 29 coltellate nel garage di casa sua. Il giorno seguente il suo cadavere fu rinvenuto dalla nuora Manuela Bianchi.

Pertanto, dopo mesi di indagini, è stato arrestato il responsabile: si tratta del 34enne senegalese Luois Dassilva, arrestato dalla Squadra Mobile di Rimini in via del Ciclamino. Intanto questa mattina alle 10 la Bianchi, amante del senegalese, è attesa in Questura per essere ascoltata dal sostituto procuratore Daniele Paci come persona informata dei fatti.

In particolare, una nota della Procura della Repubblica riminese ha così precisato:

“Il movente è individuato dal Gip nella relazione amorosa e nel timore della sua scoperta, che univa come unisce l’indagato Louis Dassilva a Manuela Bianchi. La relazione è stata ricostruita nelle indagini, anche grazie a plurime intercettazioni, comprese quelle telematiche, sia per la fase antecedente l’omicidio che per quella successiva”.

Poi, il Gip ha concluso: “Se lette all’unisono tutte le circostanze che connotano li delitto, la posizione dell’indagato si aggrava ulteriormente perché risultano del tutto inverosimili le piste alternative di un ignoto proveniente dall’esterno del condominio. E questo perché l’azione rileva un movente fomentato da rancori personali, l’azione è stata fulminea e pertanto dovevano essere perfettamente conosciute le abitudini dell’anziana ed anche i luoghi, conoscenza che a Dassilva era assicurata non solo dal rapporto con Manuela Bianchi, ma anche dalla posizione della finestra del suo balcone, che affaccia sulla rampa del garage e permetteva di assistere all’ arrivo dell’autovettura della vittima”.

La conclusione del Gip è “avvalorata dall’esito negativo delle indagini, espletate per verificare eventuali piste alternative attraverso investigazioni svolte con accertamenti bancari, acquisizione di tabulati, di videoriprese, assunzione di siti. Infine, anche l’ipotizzato collegamento con l’incidente occorso a Giuliano Saponi, marito della Bianchi, si è rilevato insussistente, alla luce degli accertamenti tecnici, svolti nel relativo procedimento ed acquisiti agli atti”.

Continua a leggere

Cronaca

Bambino settenne precipita dal balcone da 9 metri di altezza: è grave al Santobono

Pubblicato

il

Si susseguono incidenti drammatici che vedono coinvolti i bambini. Qualche giorno fa, a Venafro, in provincia di Isernia, un settenne è caduto dal balcone della propria abitazione, da un’altezza di 9 metri. Il bambino è stato ricoverato all’ospedale Santobono di Napoli, dopo i primi accertamenti al Veneziale di Isernia.

Ieri mattina, invece, a Montefalcone nel Sannio, in provincia di Campobasso, una decenne è stata investita e versa in gravi condizioni in prognosi riservata.
La bambina si trova all’ospedale Santo Spirito di Pescara, trasportata in elisoccorso. Secondo alcune testimonianze, sembrerebbe che il conducente che l’ha investita fosse abbagliato dal sole delle prime ore del mattino. L’uomo si è immediatamente fermato sul luogo dell’incidente, in via Cardinale, nei pressi di contrada Sterparo, e ha chiamato i soccorsi gridando per attirare l’attenzione dei parenti della bambina e allertando il 118.

Continua a leggere

Cronaca

Venezia, arrestato l’assessore alla Mobilità Renato Boraso

Pubblicato

il

Blitz della Guardia di Finanza, che nel corso della mattinata odierna ha tratto in arresto l’assessore alla Mobilità del comune di Venezia, Renato Boraso, nell’ambito dell’indagine su reati amministrativi.

Inoltre la casa di Boraso è stata sottoposta a perquisizione, mentre nell’inchiesta sono coinvolte 18 persone a vario titolo e le misure cautelari eseguite sarebbero una decina.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy