Resta sintonizzato

Frattamaggiore

FRATTAMAGGIORE. Spreco di denaro pubblico. Il Sindaco “regala” la Villa Comunale per €200 al mese

Pubblicato

il

FRATTAMAGGIORE – Mentre da un lato si stappano bottiglie di spumante per il rimpasto di giunta che accontenta tutti, compreso chi fino ad adesso, a tre mesi dall’insediamento della nuova giunta, non era rappresentato nell’esecutivo, passa in secondo piano una determinazione che definisce tutta la superficialità dell’Amministrazione nel gestire la questione della villa comunale di via Biancardi.

Con la determinazione dirigenziale del III settore n°142 del 7 marzo 2021 si affida in concessione quinquennale la gestione, manutenzione e valorizzazione della villa comunale di via Biancardi alla ditta Gruppo Biesse s.r.l. del Sig. Belardo Salvatore con sede legale a Carate Brianza della provincia di Monza e Brianza per una cifra di € 2466,00 all’anno.

Praticamente per poco più di € 200,00 mensili l’Amministrazione Del Prete “regala” l’unico polmone verde del centro città, un’area verde di circa tredicimila metri quadri ad un privato con la consapevolezza che una vasta area come quella può determinare svariati tipi di business, a partire dalla gestione della bouvette fino all’organizzazione di eventi e concerti.

Sfido chiunque ad andare in giro per la città alla ricerca di un “buco” di 30mq da fittare e riuscire a trovare un canone mensile di € 200,00. Allora se tanti politici, durante la propria campagna elettorale usano paroloni come: “Amministrerò la città come un buon padre di famiglia sa fare”, il sindaco deve dare spiegare alla città cosa ha visto di tanto interessante per i suoi figli in questo affare, visto che a guadagnarci in questo caso sarà solo ed esclusivamente il privato.

Ma un’altra cosa che fa riflettere è che poco prima della fine del primo mandato, il Sindaco Marco Antonio Del Prete ha speso circa 600mila euro per la riqualificazione della stessa villa comunale. Allora ci si domanda: se la visione era quella di darla in gestione al privato, con la conseguenza che i cittadini frattesi, proprietari del bene, dovranno sottostare alle regole dettate dal privato sui tempi e le modalità di utilizzo, perché non bandire una manifestazione di interesse pubblico e consegnare la villa nello stato in cui versava con addebito della riqualificazione all’aggiudicatario? Si sarebbero risparmiati seicento mila euro che magari potevano servire a riqualificare qualche altro bene che con la speranza dei cittadini, rimaneva di proprietà pubblica.

Ancora sperpero di denaro pubblico ma ancora un caso di gestione sprovveduta della cosa pubblica, visto che l’attuale Sindaco è in continuità amministrativa di se stesso. Ci saremo fatti una ragione se a cambiare fosse stata la figura del Sindaco. Non tutti hanno la stessa visione della gestione della cosa pubblica, ma non si può cambiare idea a cavallo delle elezioni, poiché tutto potrà condurre a fare facile dietrologia, visto che la riqualificazione di una villa mette in buona luce un sindaco che deve essere rivotato, mentre un “regalo” ad un imprenditore privato dopo le elezioni fa facilmente pensare ad altro…

Cronaca

Frattamaggiore, agente fuori servizio salva donna dalle grinfie del suo ex violento

Pubblicato

il

Nella giornata di ieri, a Frattamaggiore, un poliziotto in borghese ha salvato la vita di una ragazza, dopo essere prontamente intervenuto a seguito di urla di disperazione. La vittima, in quel momento, stava subendo le vessazioni del suo ex in pieno centro.

Secondo la ricostruzione dell’agente fuori servizio, il criminale ha visto l’uomo ed è scappato via a bordo di uno scooter, dopo aver colpito con calci e pugni a più riprese la donna. Dopo averla soccorsa, ha contattato la Sala Operativa: sono bastati pochi minuti per rintracciare l’ex partner della vittima.

Si tratta di un uomo di 32 anni con precedenti di polizia: le forze dell’ordine l’hanno bloccato in via II Traversa Giolitti, e l’hanno poi arrestato per atti persecutori.



Continua a leggere

Cronaca

Frattamaggiore, commerciante pestato con il casco: 3 denunciati

Pubblicato

il

Tre persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per lesioni personali aggravate in concorso, a seguito di un’aggressione violenta, con l’uso di caschi, ai danni di un esercente commerciale. L’episodio è avvenuto la scorsa settimana a Frattamaggiore, in provincia di Napoli.

E’ stato possibile identificare i tre aggressori, dopo più di sette giorni, a seguito di un servizio straordinario di controllo sul territorio frattese. Tra le 92 persone fermate, c’erano anche i tre soggetti di 36, 39 e 45 anni, tutti con precedenti di polizia.

Sono stati denunciati per lesioni personali e aggravate in concorso.

Continua a leggere

Cronaca

Carinaro (Ce), altra morte sul lavoro: Mimmo muore precipitando nel vuoto

Pubblicato

il

L’operaio Domenico Piervenanzi, per tutti ‘Mimmo’, 54 enne, è morto sul colpo dopo essere caduto fatalmente da un’altezza di quasi 15 metri, mentre stava installando pannelli fotovoltaici sul tetto di uno stabilimento a Carinaro, in provincia di Caserta.

La vittima era originaria di Frattamaggiore ma si era trasferita nella vicina Succivo. Aveva un bimbo di 10 anni.

Sembrerebbe che il Piervenanzi non fosse dipendente della ditta per la quale stava montando i pannelli, ma che fosse legato ai proprietari dell’azienda, forse da un rapporto di parentela.
Il magistrato ha già ordinato il trasferimento della salma all’obitorio dell’ospedale San Giuliano di Giugliano, senza richiedere per il momento l’autopsia.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy