Resta sintonizzato

Frattamaggiore

FRATTAMAGGIORE. Spreco di denaro pubblico. Il Sindaco “regala” la Villa Comunale per €200 al mese

Pubblicato

il

FRATTAMAGGIORE – Mentre da un lato si stappano bottiglie di spumante per il rimpasto di giunta che accontenta tutti, compreso chi fino ad adesso, a tre mesi dall’insediamento della nuova giunta, non era rappresentato nell’esecutivo, passa in secondo piano una determinazione che definisce tutta la superficialità dell’Amministrazione nel gestire la questione della villa comunale di via Biancardi.

Con la determinazione dirigenziale del III settore n°142 del 7 marzo 2021 si affida in concessione quinquennale la gestione, manutenzione e valorizzazione della villa comunale di via Biancardi alla ditta Gruppo Biesse s.r.l. del Sig. Belardo Salvatore con sede legale a Carate Brianza della provincia di Monza e Brianza per una cifra di € 2466,00 all’anno.

Praticamente per poco più di € 200,00 mensili l’Amministrazione Del Prete “regala” l’unico polmone verde del centro città, un’area verde di circa tredicimila metri quadri ad un privato con la consapevolezza che una vasta area come quella può determinare svariati tipi di business, a partire dalla gestione della bouvette fino all’organizzazione di eventi e concerti.

Sfido chiunque ad andare in giro per la città alla ricerca di un “buco” di 30mq da fittare e riuscire a trovare un canone mensile di € 200,00. Allora se tanti politici, durante la propria campagna elettorale usano paroloni come: “Amministrerò la città come un buon padre di famiglia sa fare”, il sindaco deve dare spiegare alla città cosa ha visto di tanto interessante per i suoi figli in questo affare, visto che a guadagnarci in questo caso sarà solo ed esclusivamente il privato.

Ma un’altra cosa che fa riflettere è che poco prima della fine del primo mandato, il Sindaco Marco Antonio Del Prete ha speso circa 600mila euro per la riqualificazione della stessa villa comunale. Allora ci si domanda: se la visione era quella di darla in gestione al privato, con la conseguenza che i cittadini frattesi, proprietari del bene, dovranno sottostare alle regole dettate dal privato sui tempi e le modalità di utilizzo, perché non bandire una manifestazione di interesse pubblico e consegnare la villa nello stato in cui versava con addebito della riqualificazione all’aggiudicatario? Si sarebbero risparmiati seicento mila euro che magari potevano servire a riqualificare qualche altro bene che con la speranza dei cittadini, rimaneva di proprietà pubblica.

Ancora sperpero di denaro pubblico ma ancora un caso di gestione sprovveduta della cosa pubblica, visto che l’attuale Sindaco è in continuità amministrativa di se stesso. Ci saremo fatti una ragione se a cambiare fosse stata la figura del Sindaco. Non tutti hanno la stessa visione della gestione della cosa pubblica, ma non si può cambiare idea a cavallo delle elezioni, poiché tutto potrà condurre a fare facile dietrologia, visto che la riqualificazione di una villa mette in buona luce un sindaco che deve essere rivotato, mentre un “regalo” ad un imprenditore privato dopo le elezioni fa facilmente pensare ad altro…

Frattamaggiore

FRATTAMAGGIORE. La menatizzazione del Comune di Frattaminore fa nascere una crisi di maggioranza

Pubblicato

il

FRATTAMAGGIORE – Basta poco per creare una crisi di maggioranza, visti anche i flebili equilibri derivanti dalle ultime elezioni. Infatti appena risolto l’incastro dell’ultima casella rimasta senza poltrone in giunta, il Sindaco Marco Antonio Del Prete deve rimboccarsi di nuovo le maniche e cercare di risolvere un’altra crisi nata all’indomani della deliberazione n°26 del 18 Marzo scorso.

A dire il vero, gran parte della maggioranza, si è vista catapultata addosso questa deliberazione senza lo stralcio di una conferenza di capigruppo o tutto al più di una riunione di maggioranza. Il contenuto di questa deliberazione era conosciuto solo dal Sindaco e dai suoi pochi fedelissimi. Forse anche questa cosa ha fatto storcere il naso al resto della maggioranza. Ma andiamo per gradi.

La deliberazione tratta il tema della menatizzazione e nello specifico propone la sottoscrizione di una convenzione aggiuntiva per la menatizzazione del Comune di Frattaminore in derivazione dell’Impianto di distribuzione Gas Metano esistente nel Comune di Frattamaggiore e per la definizione del rapporto di gestione degli impianti afferenti il servizio pubblico di distribuzione del gas metano.

Al di là di tutte le precisazioni, poi, riportate nella deliberazione che tutelino o meno i frattesi dal punto di vista economico, la presentazione, anche repentina, di questa deliberazione ha suscitato enormi dubbi, soprattutto tra i Consiglieri di maggioranza che non nutrono nessun interesse personale verso la questione.

Infatti non si spiega perché il Sindaco si sia prodigato tanto alla modifica della convenzione per la menatizzazione del Comune di Frattaminore né si è capita la caduta dall’alto di questa deliberazione ma la cosa che suscita maggiore ilarità e che non si riesce bene a comprendere a cosa sia dovuto l’inizio della crisi, visto che dovrebbe essere alquanto normale il dialogo tra consiglieri e i propri assessori di riferimento, a meno che, gli assessori che rappresentano in giunta i consiglieri indignati, non abbiano firmato a fiducia senza sapere cosa stessero approvando.

Fatto sta che tra poche ore, si terrà una riunione di maggioranza, nella quale il Sindaco dovrebbe dipanare qualsiasi dubbio e ripianare la crisi di maggioranza nata all’indomani di questa deliberazione.

Continua a leggere

Cronaca

Frattamaggiore. Entrano in una villetta ma vengono beccati dai carabinieri: topi d’appartamento in manette

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Frattamaggiore hanno arrestato in flagranza per tentato furto aggravato in abitazione Mijailovic Robert, 27enne e Jevremovic Milosav Ivan, 20enne, entrambi già noti alle forze dell’ordine e residenti presso il campo nomadi di Napoli- Secondigliano.

I due sono stati sorpresi e bloccati dai militari dell’arma, impegnati in un servizio di controllo del territorio, mentre uscivano da una villetta a schiera di Frattaminore.

I Carabinieri hanno accertato che i due si erano introdotti all’interno della villetta forzando la porta di ingresso.

I due uomini, probabilmente avvertiti da un complice che faceva da palo e sul quale sono in corso indagini per l’identificazione, alla vista dei carabinieri hanno tentato di fuggire. Sono stati bloccati dopo un breve inseguimento a piedi.

Perquisiti, sono stati trovati in possesso di due grossi cacciavite e dei guanti in lattice.

I proprietari dell’abitazione, immediatamente avvertiti, hanno trovato l’intera casa a soqquadro ma hanno riferito che nulla risultava essere stato rubato.

Gli arrestati sono in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Cronaca

Frattamaggiore. Postino aggredito da un 30enne: calci e pugni mentre recapita la posta

Pubblicato

il

I carabinieri di Frattamaggiore, all’esito di una serrata attività info investigativa, hanno identificato e denunciato in stato di libertà per violenza e minaccia ad incaricato di pubblico servizio un 30enne del posto, già noto alle forze dell’ordine.

Giovedì scorso, l’11marzo, di mattina, il 30enne aveva aggredito con calci e pugni un postino che, in via Massimo Stanzione, stava recapitando la corrispondenza in quella zona.

I Carabinieri hanno accertato che l’aggressione sarebbe nata dopo un diverbio per motivi di viabilità: il postino aveva invitato l’uomo alla guida della sua auto a moderare la velocità nel centro abitato.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante