Resta sintonizzato

Attualità

I Maneskin rispondono alle critiche annunciando il nuovo tour: i dettagli

Pubblicato

il

Cresce l’attesa per il tour in concerto dei Maneskin, vincitori del Festival di Sanremo 2021. I loro fan sperano di poterli rivedere nuovamente dal vivo e sembra che l’occasione giusta sia il prossimo dicembre, quando il giovane gruppo rock dovrebbe esibirsi nelle città di Roma e Milano. Il condizionale è d’obbligo, visto che a causa dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, nulla può essere dato per scontato: la speranza soprattutto, è quella di poterli ammirare nel tour del 2022, già ampiamente confermato.

Nonostante le numerose critiche ricevute dopo il Festival, il gruppo sembra essere riuscito in qualche modo a stemperarle. In particolare, l’attenzione dell’opinione pubblica e dei social, si è soffermata sul look alquanto eccentrico col quale si sono presentati sul palco dell’Ariston, mentre dal punto di vista strettamente tecnico, ci sono state feroci polemiche sul  se possano o meno essere considerati un gruppo rock a tutti gli effetti. Quel che è certo, come afferma il noto  promoter Giuseppe Gomez Paloma, è che i Maneskin siano in termini di resa al botteghino, la miglior band che possa esibirsi in questo momento: perciò le critiche piovute da più parti sono decisamente immeritate, data la crescita esponenziale che hanno avuto negli ultimi anni e la loro indubbia bravura.

È lo stesso Paloma, a lanciare un messaggio social in favore del gruppo, invogliando i fan a strappare i tagliandi per il loro tour: ” Se volete vederli dal vivo rompete gli indugi e da domani alle 11 acquistate il vostro biglietto“.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Blitz della Polizia, scoperta autorimessa adibita a parcheggio abusivo: nei guai un 50enne

Pubblicato

il

Blitz della Polizia Stradale di Nola, che lo scorso venerdì ha proceduto ad un controllo amministrativo presso un’autorimessa nel territorio di Nola.

In particolare, gli agenti hanno accertato che un lotto di terreno di circa 1570 mq è stato recintato dal locatario, un 50enne del posto, e adibito all’attività di parcheggio di veicoli senza nessun titolo autorizzativo, e senza aver adottato misure di adeguamento previste dalla vigente normativa in materia di reati ambientali.

Inoltre, all’interno del parcheggio sono stati rinvenuti numerosi manufatti in materiale ferroso in stato di arrugginimento, ed altri materiali di risulta derivanti da scarti edili. Pertanto, alla luce di tali accertamenti, il parcheggio è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Pericolo sciacalli a Ischia: 53enne ruba un’auto sui luoghi della tragedia

Pubblicato

il

Controlli serrati dei carabinieri a Ischia, durante i quali un 53enne di Forio già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso alla guida di un’auto rubata poco prima in una delle zone più colpite dalla frana. Adesso dovrà rispondere di ricettazione, mentre l’auto è stata restituita al legittimo proprietario.

Inoltre, in piazza Di Maio, un 30enne del posto è stato trovato in possesso di una dose di cocaina, ed è stato segnalato alla Prefettura. In totale, sono state identificate 112 persone e controllati 75 veicoli.

Continua a leggere

Attualità

Parrocchiano si innamora del sacerdote e lo perseguita: denunciato

Pubblicato

il

Si era innamorato di lui tra i banchi di scuola, per poi continuare a vederlo in un’altra veste. Stiamo parlando di un parrocchiano di 62 anni, che per mesi avrebbe perseguitato il sacerdote della chiesa che frequentava, telefonandolo a qualsiasi ora e perseguitandolo con appostamenti e minacce.

Tuttavia, alcuni mesi fa, un’ordinanza del Tribunale di Roma ha proibito al fedele di avvicinarsi al prete e alla chiesa dove egli celebra la messa. Pertanto, la vicenda rischia di finire in tribunale e la Procura è pronta a chiedere il processo per il parrocchiano, con l’accusa di stalking.

In particolare, i fatti risalgono al gennaio 2021 nella chiesa del quartiere San Giovanni. Proprio qui, nonostante i continui rifiuti della vittima, egli ha proseguito nella sua ossessione fino ad arrivare alla denuncia.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy