Resta sintonizzato

Attualità

I cambi di colore delle Regioni: quale sarà la situazione da lunedì 22 marzo?

Pubblicato

il

Ogni venerdì il consueto monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore della Sanità determina qual è la situazione del contagio in Italia e, di conseguenza, quali saranno i colori che il lunedì successivo caratterizzeranno le regioni.

Il livello di rischio sale persino in Sardegna che, sebbene abbia vietato l’ingresso ai non residenti, da lunedì non sarà più bianca ma arancione. Nella stessa area sarà collocato il Molise, in uscita dalla zona rossa in vigore dal 1° marzo.

La Calabria, attualmente arancione, rischia invece una stretta. Mentre in Puglia il governatore Michele Emiliano lascia intravedere addirittura una sorta di zona rossa rafforzata: «Stiamo ragionando sull’ipotesi di stringere ulteriormente le misure. Dobbiamo spingere tutte le aziende a lasciare a casa il numero più alto possibile di persone, per evitare che si contagino sul luogo di lavoro».

Il 15 marzo nove regioni sono finite in zona rossa e dovranno comunque restarci almeno per un’altra settimana: Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento.

In rosso da più tempo, oltre al Molise, c’è anche la Campania, che registra qualche segnale di miglioramento nell’indice Rt, ma con un’incidenza di positivi ogni 100 mila abitanti a quota 274, ben oltre la soglia critica di 250.

La fine della terza ondata è ancora lontana e nel report che verrà esaminato oggi dalla cabina di regia sono in bilico tra arancione e rosso anche Toscana, Valle d’Aosta, Liguria.

Attualità

Linea 6, avanti con l’obiettivo apertura a fine giugno, gli aggiornamenti dell’assessore Edoardo Cosenza

Pubblicato

il

Il programma per l’apertura della Linea 6 a fine giugno 2024 va avanti e procede senza intoppi. A fornire gli ultimi aggiornamenti, con un post sui social, è l’assessore comunale alle infrastrutture Edoardo Cosenza.

“Varie azioni importanti si sono svolte nell’ultima settimana. Il primo treno rinnovato ha iniziato la circolazione con soddisfazione di ANM e Hitachi. Il secondo treno ha iniziato il rinnovo delle ruote. Un vecchio treno è stato spostato nel tronchino di ricovero della stazione Municipio percorrendo tutta la linea. Insomma tutto procede come da programma”, scrive l’assessore. 

Intanto Anm ha indetto una selezione esterna, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di 7 risorse da inserire per la posizione di capo stazione per l’esercizio della Linea 6. 

Continua a leggere

Attualità

Qualità della vita: Napoli sprofonda al terz’ultimo posto, peggio fanno solamente Foggia e Caltanissetta.

Pubblicato

il

La classifica Qualità della vita prodotta dal Sole 24 Ore segnala una Napoli in discesa anche rispetto all’ultime rilevazione dello scorso anno. Il capoluogo partenopeo è infatti al 105esimo posto in Italia facendo registrare un -7 rispetto al 2022. Peggio di Napoli solo Caltanissetta e Foggia. 

Per la prima volta la provincia di Udine appare in testa alla classifica, davanti a Bologna e a Trento. Si tratta della prima volta per la provincia friulana, che mai aveva ottenuto un risultato così prestigioso dal 1990 (anno in cui fu realizzata la prima classifica). Le classifiche sono state prodotte attraverso una minuziosa analisi di 90 indicatori divisi in sei categorie: Ricchezza e consumi, Affari e lavoro, Demografia e società, Ambiente e servizi, Giustizia e sicurezza, Cultura e tempo libero. 

Per quanto concerne la classifica relativa alle città campane in testa Benevento 78esima (+4), seguita da  Avellino, posizionatasi al 79esimo posto (+5), da Salerno 88esima (+8) e da Caserta al 98esimo posto (+1). Chiude come detto Napoli al 105esimo posto, unica tra le città campane a peggiorare la propria classifica rispetto allo scorso anno.

Continua a leggere

Attualità

Roma, anziana sprofonda dal suo letto al piano di sotto dopo il crollo del solaio: i dettagli

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma quello avvenuto ieri sera a Roma, dove una donna di 76 anni sprofondata nel suo letto dal settimo piano fino all’appartamento del piano sottostante.

Stando ad una prima ricostruzione, la causa sarebbe da ricercare nel crollo di un solaio, dove sottoposto a lavori di ristrutturazione. Pertanto, il materasso ha attutito il colpo e la donna è rimasta solo ferita e portata in ospedale in codice rosso per alcuni traumi.

Sul posto, sono intervenuti i Vigili del Fuoco, la Polizia, i carabinieri e la Polizia locale. Al momento, si stanno valutando le possibili cause del crollo, e le ipotesi al vaglio sono un cedimento strutturale del palazzo e una ristrutturazione non a norma in uno degli appartamenti dei primi piani.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy