Resta sintonizzato

Attualità

Conferenza stampa Draghi: “Riapriremo le scuole fino alla prima media”

Pubblicato

il

In diretta la conferenza stampa del premier Mario Draghi, che sta rispondendo alle domande dei giornalisti.

Perché ha deciso di aprire le scuole soltanto fino alla prima media? Per quanto riguarda i colori delle regioni invece, ci saranno delle novità? Draghi dichiara: “Si conferma la decisione di aprire soltanto fino la prima media, perché stiamo pensando di effettuare dei test settimanali per riaprire in sicurezza. Le decisioni prese in cabina di regia, ci mostrano che la situazione è sempre critica ma in lieve miglioramento per quanto riguarda i contagi. Ma in questo momento, aprire nuovamente sarebbe fonte di contagio. Il problema non è la scuola in sé, quanto quello che c’è intorno ad essa, come i trasporti ad esempio. Pertanto, sono le attività para-scolastiche ad aiutare la diffusione del contagio”. Con quali atti concreti il governo vuole intervenire per salvaguardare gli anziani? “La costituzione attribuisce al governo centrale le questioni relative alla pandemia. In ogni caso il richiamo era rivolto alle persone più anziane, per dare precedenza ad una fascia d’età più a rischio, proseguendo via via per ordine di età appunto. Bisogna lavorare tutti insieme”. Quale sarà la scadenza del nuovo decreto? “Non abbiamo discusso della proroga dello stato d’emergenza”. L’Unione Europea condivide il blocco dell’esportazione di AstraZeneca? “Il problema non è il blocco, quanto la somministrazione dei vaccini. Potremo stare tranquilli solo dopo averlo fatto tutti”. Pensa che le richieste del premier austriaco sui vaccini siano giuste? Lei sarebbe d’accordo con un blocco totale dei vaccini al Regno Unito? “La richiesta di una nuova distribuzione, dipende da chi ha fatto l’ordine dei vaccini in origine, in questo caso le nazioni che le hanno prese. Forse l’AstraZeneca è stata presa in dosi massicce perché costava di meno. Pensare ad un cambio di modello di distribuzione non si può: noi e la Germania diciamo no”. “Il blocco è diretto soltanto a quelle società che non rispettano i patti, non alla Gran Bretagna”.  

La lacunosa gestione dei vaccini in tutta Europa, può avere delle ripercussioni? Senza un vincolo da parte del governo, come renderete efficace il rientro a scuola degli studenti? “La decisione di fare tutto insieme è stata giusta, ma oggi bisogna guardare al futuro. Quindi contrattare tutti insieme ci aiuterà a guardare al futuro con ottimismo”. “Le scelte dei governatori sulla questione scuola in presenza, devono essere riconsiderate”. 

 

 

 

 

Attualità

Blitz della Polizia, scoperta autorimessa adibita a parcheggio abusivo: nei guai un 50enne

Pubblicato

il

Blitz della Polizia Stradale di Nola, che lo scorso venerdì ha proceduto ad un controllo amministrativo presso un’autorimessa nel territorio di Nola.

In particolare, gli agenti hanno accertato che un lotto di terreno di circa 1570 mq è stato recintato dal locatario, un 50enne del posto, e adibito all’attività di parcheggio di veicoli senza nessun titolo autorizzativo, e senza aver adottato misure di adeguamento previste dalla vigente normativa in materia di reati ambientali.

Inoltre, all’interno del parcheggio sono stati rinvenuti numerosi manufatti in materiale ferroso in stato di arrugginimento, ed altri materiali di risulta derivanti da scarti edili. Pertanto, alla luce di tali accertamenti, il parcheggio è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Pericolo sciacalli a Ischia: 53enne ruba un’auto sui luoghi della tragedia

Pubblicato

il

Controlli serrati dei carabinieri a Ischia, durante i quali un 53enne di Forio già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso alla guida di un’auto rubata poco prima in una delle zone più colpite dalla frana. Adesso dovrà rispondere di ricettazione, mentre l’auto è stata restituita al legittimo proprietario.

Inoltre, in piazza Di Maio, un 30enne del posto è stato trovato in possesso di una dose di cocaina, ed è stato segnalato alla Prefettura. In totale, sono state identificate 112 persone e controllati 75 veicoli.

Continua a leggere

Attualità

Parrocchiano si innamora del sacerdote e lo perseguita: denunciato

Pubblicato

il

Si era innamorato di lui tra i banchi di scuola, per poi continuare a vederlo in un’altra veste. Stiamo parlando di un parrocchiano di 62 anni, che per mesi avrebbe perseguitato il sacerdote della chiesa che frequentava, telefonandolo a qualsiasi ora e perseguitandolo con appostamenti e minacce.

Tuttavia, alcuni mesi fa, un’ordinanza del Tribunale di Roma ha proibito al fedele di avvicinarsi al prete e alla chiesa dove egli celebra la messa. Pertanto, la vicenda rischia di finire in tribunale e la Procura è pronta a chiedere il processo per il parrocchiano, con l’accusa di stalking.

In particolare, i fatti risalgono al gennaio 2021 nella chiesa del quartiere San Giovanni. Proprio qui, nonostante i continui rifiuti della vittima, egli ha proseguito nella sua ossessione fino ad arrivare alla denuncia.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy