Resta sintonizzato

Attualità

Apre a Napoli “La casa del Rider”: è la prima in Italia

Pubblicato

il

Ha aperto oggi, all’interno della Galleria Principe di Napoli, “La casa del Rider”: è la prima in Italia.

L’iniziativa nasce nell’ambito del progetto “Nuovi Lavori, nuove tutele” che vede coinvolti, l’Inail – Direzione regionale Campania, la NIDIL CGIL NAPOLI e l’Associazione Napoli Pedala, con il patrocinio morale della Presidenza della Camera dei Deputati e del Comune di Napoli.

Ad un mese dalla firma dell’accordo per l’avvio del progetto e nonostante le difficoltà della zona rossa in Campania, i lavori per l’allestimento di questo spazio non si sono interrotti, ma sono proseguiti con maggior impegno.

“La Casa dei Rider”, che apre nella centralissima Galleria Principe di Napoli, si sviluppa su una struttura di due piani, di cui uno è dedicato al bar ed all’officina bici, mentre l’altro è uno spazio accogliente a disposizione dei lavoratori, dotato di area ricarica per bici elettriche, deposito zaini, parcheggio bici, spogliatoi, sala riunioni, e relax zone.

Questo spazio, offrirà servizi di consulenza per la difesa delle tutele individuali e collettive dei lavoratori, tra cui, informazioni e chiarimenti sulle varie tipologie contrattuali adottate dalle piattaforme di food delivery, informazioni su adempimenti fiscali, previdenziali e ufficio legale.

Si terranno corsi di manutenzione bici e seminari informativi sulla corretta postura nell’utilizzo della stessa e di guida sicura della bici in ambiente urbano, nonché focus informativi sui temi della sicurezza sul lavoro e delle tutele ad essa connesse, in particolare per quanto attiene le norme anti-infortunistiche e di promozione della salute.

Sarà distribuito ai lavoratori anche un “kit per la sicurezza” che conterrà materiali informativi inerenti la salute e sicurezza sul lavoro e i dispositivi di protezione individuali (mascherine, pettorina catarifrangenti, casco, guanti, protezioni, attrezzatura per manutenzione bici ecc.).

Oggetto del progetto sperimentale, unico sul piano nazionale, è quello di migliorare le condizioni di lavoro e di vita dei lavoratori del settore del delivery (in particolare del food delivery) e rendere consapevoli istituzioni e cittadini sui temi della sicurezza stradale che, nel caso dei riders, rappresenta il principale e quasi esclusivo luogo di lavoro.

La Casa del Rider, sarà anche un luogo di condivisione a servizio dei tanti lavoratori della gig economy, ma anche luogo di elaborazione di nuove sfide da intraprendere.

Una di queste è quella della transizione ecologica, la bici strumento di libertà, deve ritornare ad esserlo completamente, diventando il mezzo di trasporto prioritario per le consegne. Per fare questo sarà necessario mettere in campo pressioni per modificare le regole dell’algoritmo delle imprese del delivery, che spinge solo a correre, violando la dignità delle persone ed appesantendo il carico d’inquinamento dell’ambiente.

All’evento hanno partecipato, tra gli altri, Adele Pomponio, direttrice regionale vicaria Inail Campania, Alessandra Clemente, assessora comunale al Patrimonio, ed Andrea Borghesi, segretario generale NIdiL Cgil.

Per il presidente di Napoli Pedala, Luca Simeone “cavalcare una bici o uno scooter e affrontare consegne disumane da una parte all’altra della città per quattro spiccioli è una situazione sulla quale dobbiamo fare attenzione e luce. Da questo luogo chiamiamo a un patto di cittadinanza tra i consumatori, le aziende e i rider sul tema dei diritti per far nascere da questa esperienza un delivery etico, sostenibile e sociale”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Auguri particolari di Salvini a Berlusconi

Pubblicato

il

Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele di Milano. Il leader di Forza Italia era ricoverato da martedì 11 maggio per alcune complicazioni di salute legate al post Covid.

Per Silvio Berlusconi anche messaggi di auguri e guarigione da parte di molti Leader dei partiti di centro-destra come Salvini: “Bentornato a casa Silvio, alla faccia di gufi e avvoltoi!”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini ha salutato, tramite Twitter, le dimissioni del Cavaliere dal San Raffale.

Continua a leggere

Attualità

9 milioni di italiani già pensano alle vacanze. Ecco il vademecum anti-covid

Pubblicato

il

Spostamenti tra Regioni. In base alle regole in vigore in questo momento gli italiani possono prenotare le vacanze in tranquillità in tutte le Regioni d’Italia: non è prevista alcuna limitazione agli spostamenti lungo la Penisola (né ovviamente se ci si sposta verso una seconda casa). I soli limiti ancora in essere riguardano la mobilità tra territori di colore diverso da quello di provenienza. Ad esempio per spostarsi da una Regione gialla verso una arancione è necessario avere il pass verde nazionale.

L’accesso alle spiagge. La prenotazione non è obbligatoria ma è consigliata e dunque richiesta da moltissimi dei lidi balneari 
Ovviamente bisognerà rispettare un protocollo che permetta a tutti di restare insicurezza simile a quello della precedente stagione. Ad esempio ogni ombrellone deve avere a disposizione dieci metri quadri, e deve esserci un
addetto alla sorveglianza delle spiagge libere. Sempre vietati gli sport di gruppo, consentiti invece quelli individuali come i racchettoni


Accesso ad alberghi e strutture ricettive.  In Italia non è obbligatorio presentare il risultato negativo di un tampone per accedere alle strutture ricettive. Tuttavia, per loro scelta, molti alberghi della hanno deciso di effettuare tamponi gratuiti agli ospiti nel momento in cui si presentano per effettuare il check-in. Nessun obbligo ma solo un servizio in più offerto ai turisti per invogliarli a scegliere quella struttura.Il tampone è invece obbligatorio per coloro che scelgono di passare
le vacanze in crociera. Va effettuato prima di salire a bordo della nave ma spesso le compagnie preferiscono farne un altro a tutti gli ospiti anche a metà del viaggio

Continua a leggere

Attualità

[Video] Ufo. La conferma del Pentagono: “Si, è un oggetto non identificato!”

Pubblicato

il

L’oggetto avvistato nei cieli americani nel 2019 è stato classificato dal Pentagono come un Ufo.

L’avvistamento era stato comunicato da una nave della Marina militare americana. Un Ufo insomma, che aveva caratteristiche tali da sfidare le leggi della fisica.

Al termine delle indagini da parte della task force che all’interno del Dipartimento alla difesa si occupa dei fenomeni aerei non identificati, la portavoce Susan Gough ha spiegato come quelle immagini non siano una bufala. 

Posso confermare che il video è stato effettivamente girato dal personale della Marina e che sulle immagini sono in corso delle indagini”, ha spiegato la portavoce.

Il video, pubblicato dal documentarista Jeremy Corbell, mostra quello che gli esperti del Pentagono hanno definito “transmedium veichle”, un veicolo cioè in grado di muoversi in aria, in acqua e nel vuoto e che, come si vede dalle immagini, è entrato nelle acque dell’Oceano senza subire alcun danno. 

La portavoce del Pentagono ha anche confermato al sito The Debrief che il video è stato girato a bordo della USS Omaha. 

Si tratta solo dell’ultimo dei casi di fenomeno Uap (Unidentified Aerial Phenomenon) definiti come reali dalle autorità statunitensi.

È il Pentagono a confermare questo possibile fenomeno Uap, gli Unidentified Aerial Phenomenon, cioè “fenomeno aereo non identificato”, sigla usata da alcuni ricercatori per evitare confusione o associazioni speculative con il termine Ufo.

Il video è al momento sotto l’esame dell’autorità Uaptf. Si vede una sfera di colore e materiale non identificabili che si sposta sulla superficie marina, per poi “immergersi” di colpo. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante