Resta sintonizzato

Cronaca

Tragedia a Marano. Cade dal balcone 4 mesi dopo la nascita del figlio: aveva 40 anni

Pubblicato

il

Dramma a Marano, dove è stato ritrovato in Via Don Mimì Galluccio, il corpo di una donna riverso sull’asfalto in una pozza di sangue. Quel corpo, è di Maria Vecchione, 40 anni. Immediato l’arrivo dei Carabinieri e di un’ambulanza del 118, ma per la donna non c’era più niente da fare. Maria, dopo la caduta dal balcone, è morta.

Il corpo è stato subito coperto da un telo bianco e la zona transennata. Sono state avviate le indagini per capire cosa sia successo realmente. Coloro che la conoscevano, parlano di una donna splendida, che aveva da poco messo al mondo un bimbo di 4 mesi. I motivi che si celano dietro questa scomparsa, potranno essere chiariti solo dalle indagini.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Dramma alla stazione: 35enne trovato senza vita sulla banchina del treno

Pubblicato

il

Una drammatica scoperta, è stata fatta alla stazione di Torre Annunziata, dove nella giornata di ieri, un 35enne di Sorrento, è stato trovato morto. La vittima, si chiamava Umberto Sorrentino. Secondo le prime informazioni, il suo corpo, è stato trovato esanime, disteso a terra, sulla banchina, finché alcuni passanti non hanno allertato i soccorsi. Tuttavia, al loro arrivo, hanno soltanto potuto constatarne il decesso. Si pensa che l’uomo, abbia preso il treno per acquistare della droga e che, l’ipotesi di morte più probabile, sia l’overdose da eroina tagliata male. Infatti, sul corpo del 35enne, vi erano i segni dell’iniezione letale.

Pertanto, la Procura, ha disposto l’autopsia per risalire alle reali cause del decesso.

Continua a leggere

Cronaca

Torre Annunziata, giovane rischia la vita per un tuffo: i particolari

Pubblicato

il

Tragedia sfiorata a Torre Annunziata, dove un ragazzino di 15 anni, originario di Boscotrecase, è finito col volto su un blocco di cemento, dopo essersi tuffato. Il giovane, si trovava all’interno del cantiere navale Aprea. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia Costiera e i sanitari del 118, che lo hanno immediatamente trasportato in ospedale.

Tuttavia, il ragazzo, non ha mai perso conoscenza e non è in pericolo di vita, anche se per lui, si prospetta un lungo periodo di degenza.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia sul lavoro: Mirco muore asfissiato nella vigna di famiglia

Pubblicato

il

Tragedia sul lavoro avvenuta nel pomeriggio di ieri a Col San Martino di Farra di Soligo, in provincia di Treviso, dove Mirco Merotto, 45 anni, ha perso la vita. L’episodio, è avvenuto intorno alle 18 quando l’uomo, stava lavorando nell’azienda vinicola di famiglia, nella zona del Prosecco veneto. Tuttavia, pare che la vittima, sia morta per asfissia, che ha reso vani anche i tentativi di rianimarlo.

Stando ad una prima ricostruzione, Mirco, stava facendo il trattamento nella vigna con solfato di ferro e per cercare di riparare una perdita alla cisterna contenente la sostanza, è entrato rimanendo incastrato nella botola. Ad allertare i soccorsi, ci ha pensato il padre, ma come già detto, non c’è stato nulla da fare.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante