Resta sintonizzato

Attualità

Napoli, medico istiga alla violenza i familiari di una paziente: è avvenuto al Santobono

Pubblicato

il

Un’altra aggressione ai danni degli operatori sanitari. L’episodio, è avvenuto presso l’ospedale Santobono di Napoli, dove una famiglia si era recata per una visita ad una bambina di 15 mesi. La discussione, sarebbe nata quando il medico di guardia dell’ospedale, avrebbe ritenuto inadeguate le indicazioni date da un suo collega, che insisteva sulla necessità di effettuare ulteriori esami, tramite una chiamata con la madre della piccola. Questo il post pubblicato dalla pagina Facebook ‘Nessuno tocchi Ippocrate’:

In data 04/04/2021 alle ore 17.42 giungeva in PS la paziente di 15 mesi, per febbre: presa in carico alle ore 18:03 la piccola viene visitata nell’area dedicata del percorso COVID . La madre riferiva febbricola dal giorno precedente con assunzione di Bentelan su consiglio di pediatra privato alle ore 14.30.Al momento della visita, TC 38.5°C, E.O. negativo per cui si somministrava tachipirina e si praticava stick urine risultato negativo. Dato il quadro clinico-anamnestico si procedeva dunque alla dimissione con indicazioni sulla gestione a domicilio.La madre, la nonna ed altra parente presenti nella sala d’attesa del percorso COVID e più volte invitate ad allontanarsi, insistevano invece sulla necessità di praticare esami ematochimici (emocromo) su indicazione di un pediatra che la famiglia avrebbe consultato.Seguiva, dunque, tramite cellulare della madre, tenuto in modalità “viva voce”, il colloquio telefonico tra il medico di guardia e il sedicente collega, tal dott. xxxxxx, che insisteva per l’esecuzione degli esami e, assumendo un tono istigatorio, invitava i familiari a “pretendere” gli approfondimenti diagnostici da lui, inappropriatamente, ritenuti necessari.A quel punto la madre, la nonna e l’altra accompagnatrice assumevano un tono aggressivo passando ad ingiurie e gesti minacciosi: la signora qualificatasi come “la nonna” batteva più volte la mano sulla scrivania e si avvicinava “vis à vis” nonostante l’invito a calmarsi ed i ripetuti tentativi di tornare ad un confronto civile.Giungevano quindi nel box, attirate delle urla, altri colleghi, accompagnate dalle guardie giurate. Dopo pochi minuti giungevano gli agenti della Polizia di Stato, allertati attraverso il numero diretto anti aggressioni, che procedevano alla identificazione dei presenti e raccoglievano le relative deposizioni. La madre del paziente, alla presenza degli agenti, decideva di rifiutare il ricovero.“È vergognoso che insieme alla ripresa degli accessi in PS siano riprese le aggressioni nonostante il massimo impegno e l’altissima qualità delle cure che stiamo fornendo in questo periodo di grande carico di lavoro – dice Vincenzo Tipo, Direttore del Pronto Soccorso dell’Ospedale Santobono – ma è ancora più grave che un collega, o sedicente tale, abbia istigato i familiari all’aggressione. Ho avuto assicurazioni dai vertici aziendali che verranno messe in atto tutte le misure di tutela del collega aggredito e si valuteranno le azioni legali eventuali verso gli aggressori. Così come si segnalerà all’Ordine del Medici, il medico che ha indotto i familiari ad un tale deplorevole atteggiamento”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Afragola

Afragola. Sabato 24 aprile l’inaugurazione del nuovo centro vaccinale

Pubblicato

il

Un nuovo centro vaccinale sarà inaugurato sabato prossimo, 24 aprile, ad Afragola. Il nuovo hub è stato allestito presso il centro Lu.Mo.

Lo scorso 13 aprile il Commissario prefettizio, Anna Nigro, aveva fatto sapere in un comunicato stampa l’avvenuta consegna dei locali all’azienda sanitaria competente per territorio.

L’apertura del centro vaccinale è stata annunciata stamattina all’Ansa dal direttore generale dell’Asl di Napoli Nord, Antonio d’Amore.

Stiamo facendo un grande sforzo organizzativo per allestire centri vaccinali straordinari di grandi dimensioni il più vicino possibile alle comunità che vivono sul nostro territorio”, ha dichiarato d’Amore all’Ansa.

In programma altri tre centri, quello di Villaricca, Casalnuovo e Casavatore, che verranno attivati all’inizio del prossimo mese.

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus in Italia: 364 morti in 24 ore

Pubblicato

il

Sono 13.844 i nuovi contagi da Coronavirus in tutta Italia contro i 12.074 di ieri. Stando all’ultimo bollettino del Ministero della Salute e della Protezione civile, pubblicato oggi, mercoledì 21 aprile, il numero dei contagiati sale a 3.904.899.

Le vittime sono 364 mentre ieri erano 390. Il numero dei morti, dall’inizio della pandemia, è 117.997.

Gli attualmente positivi sono 475.635 (ieri 482.715). La regione che ha registrato il maggior incremento di casi giornalieri è la Lombardia con 2.095 contagi in appena 24 ore.

Oggi sono 22.784 i ricoverati negli ospedali italiani (ieri 23.255, -471) mentre si trovano in terapia intensiva ancora 3.076 persone (ieri 3.151, -75).

Gli ingressi in rianimazione oggi sono 155, ieri 182. In isolamento domiciliare ci sono ancora 449.775 persone (456.309) mentre i dimessi e i guariti sono in tutto 3.311.267 (ieri 3.290.715) con un incremento di 20.552 unità solo nell’ultima giornata.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 350.034 tamponi contro i 294.045 di ieri. Il totale dei test eseguiti dall’inizio del monitoraggio è 55.885.251 di cui 46.673.704 molecolari e 12.211.547 antigenici. Il numero di persone testate è 24.794.274.

Infine, il tasso di positività oggi è del 4 per cento (ieri del 4,1, il giorno prima del 6).

Continua a leggere

Attualità

Covid-19. Il bollettino dell’Unità di Crisi: la situazione in Campania

Pubblicato

il

L’Unità di Crisi della Regione Campania, anche quest’oggi, mercoledì 21 aprile, ha pubblicato il consueto bollettino sulla situazione dei contagi in Campania.

Questi i dati di oggi:

Positivi del giorno: 1.881 (*)

di cui Asintomatici: 1.293 (*)

Sintomatici: 588 (*)

* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 20.367

Tamponi antigenici del giorno: 6.568

Deceduti: 30 (25 deceduti nelle ultime 48 ore, 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri)

Totale deceduti: 6.069

Guariti: 1.753

Totale guariti: 277.426

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656

Posti letto di terapia intensiva occupati: 144

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)

Posti letto di degenza occupati: 1.534

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante