Resta sintonizzato

Cronaca

Grave incidente nel salernitano. Nello scontro ferite tre persone: i particolari

Pubblicato

il

Grave incidente nel pomeriggio tra Battipaglia e Olevano Sul Tusciano, in provincia di Salerno. Stando ad una prima ricostruzione, l’episodio sarebbe avvenuto sulla Provinciale e avrebbe coinvolto 3 automobili. Nello scontro, sono rimaste ferite 3 persone, trasportate d’urgenza dai sanitari del 118 presso l’ospedale più vicino. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Battipaglia, che hanno effettuato i rilievi del caso per stabilire l’esatta dinamica del sinistro.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Dramma in Campania. Donna precipita dal balcone

Pubblicato

il

Tragedia nel Beneventano, dove una donna cade in strada. La causa della tragedia è avvenuta a causa di un cedimento del lastra del pavimento del balcone. La donna di 46 anni è stata prima soccorsa e poi portata in ospedale.

La donna ha un lieve trauma cranico e alcune contusioni. Fortunatamente non è in gravi condizioni

Continua a leggere

Casandrino

CASANDRINO. Voragine Corso Carlo Alberto. Auletta: “Strada ancora chiusa. Tante promesse e zero ristori”

Pubblicato

il

Era il 29 dicembre scorso quando una voragine di circa 13 metri ha colpito la strada di Corso Carlo Alberto a Casandrino e l’inizio del Corso Cirillo a Grumo Nevano. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che, di comune accordo con le istituzioni, decisero di bloccare la viabilità della strada.

Un danno enorme per tutti i commercianti della zona che, nelle settimane seguenti, lanciarono un disperato appello invitando il Comune di Casandrino a risolvere celermente il problema. Un grido che però è rimasto inascoltato visto che i lavori da dicembre sono stati avviati soltanto nel mese di marzo e ad oggi la strada risulta ancora bloccata.

Per fare chiarezza su questa vicenda abbiamo intervistato Antonio Auletta, politico e consigliere d’opposizione del Consiglio Comunale di Casandrino con la lista civica Nuove Prospettive. “La dice tutta se a distanza di 5 mesi siamo ancora qui a discutere della voragine di Corso Carlo Alberto. La Regione Campania ha subito finanziato il Comune ed ha messo a disposizione 160mila euro di cui 80mila euro 24h dopo la notizia della voragine. Sono passati 5 mesi e la strada non è stata riaperta. Questa amministrazione non si è dimostrata all’altezza“.

La dott.ssa Rosa Marrazzo, sindaca di Casandrino, promise che subito dopo l’approvazione del bilancio, ci sarebbero stati dei ristori per tutti i commercianti ma che in realtà non sono mai arrivati: “I commercianti sono ancora in attesa. Noi, come gruppo consiliare d’opposizione, abbiamo chiesto sin da subito che l’Amministrazione intervenisse sull’aspetto delle tasse. In particolare per la TARI. Tante promesse, zero ristori e la strada è ancora chiusa”.

Infine, Auletta, ha promesso che il suo impegno di vigilanza proseguirà: “Noi come gruppo di opposizione lavoriamo quotidianamente nell’interesse della città e intendiamo continuare a farlo. Portando sul tavolo della politica le problematiche che ci vengono sottoposte. Noi, alle scorse elezioni, abbiamo ricevuto quasi il 50% di consenso e ne sentiamo il forte peso. L’azione politica di vigilanza e controllo proseguirà con grande impegno e costanza nell’interesse dei cittadini”.

Continua a leggere

Cronaca

Covid. Mascherine non a norma-ecco quali

Pubblicato

il

Nell’ambito delle attività Antifrode svolte dall’Ufficio delle Dogane di Napoli 2 Sezione di Nola, sulle verifiche preventive delle certificazioni circa la sicurezza dei prodotti è stato sventato il tentativo di frode in commercio di un milione di mascherine dichiarate come dispositivi di protezione individuale DPI FF-P2. Le mascherine, aventi origine e provenienza cinese, erano corredate da documentazione non idonea a garantirne la conformità ai requisiti di sicurezza ed erano sprovviste da marcatura CE

Dall’analisi della documentazione commerciale, si è accertato che le mascherine erano destinate a un ente regionale causando una frode nelle pubbliche forniture. Le mascherine, per un valore di 1.200.000 euro, sono state sottoposte a sequestro. Il legale rappresentante, che da notizie di stampa era già convolto in altre indagini e sottoposto a misure cautelari per inadempimenti a pubbliche forniture, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per la tentata frode nell’esercizio del commercio, truffa e violazione al codice al consumo.“

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante