Resta sintonizzato

Attualità

Il nuovo protocollo per le riaperture: pass per i ristoranti e nuovo orario per il coprifuoco

Pubblicato

il

La necessità di riaprire bar, ristoranti, teatri, cinema, palestre e tutte le attività chiuse da tempo causa Covid è sempre più impellente e lo testimoniano le proteste allo strenuo che hanno assalito e stanno assalendo le città italiane in questi giorni. Ma la soluzione qual è?

Secondo Matteo Bassetti direttore della clinica di Malattie infettive al San Martino di Genova, una soluzione c’è anche se l’ideale sarebbe fare le cose in modo graduale.

«Dobbiamo riaprire gradualmente e in sicurezza. Serve coraggio, sono molti i Paesi che stanno riaprendo in queste settimane. Perché noi no? Ci dicano, poi, se bar e ristoranti in questi mesi hanno inciso considerevolmente sui contagi. A me non pare. Anzi, la gente continua a vedersi in casa, nei giardinetti e nelle piazze» ha detto Bassetti in un’intervista a Open.

Secondo il Professore bisogna «consentire adesso (o comunque entro il mese di maggio) la riapertura dei locali all’aperto, con i tavoli all’esterno e solo dopo tutto il resto. Ovviamente bisognerebbe spostare il coprifuoco in avanti di due ore, magari portandolo dalle 22 alle 24. Si potrebbe usare anche il green pass visto che abbiamo già milioni di persone vaccinate. Chi ha già ricevuto il vaccino o esibisce un tampone negativo, ad esempio, potrebbe sedersi anche all’interno così da ridurre al minimo i rischi».

Spiegando poi «Dov’è il problema a riaprire con un clima mite come quello italiano? Devono esserci dei protocolli ben precisi, che ovviamente devono essere fatti rispettare in maniera rigorosa».

Affermando «Maggio deve essere il mese delle riaperture. Si servano le persone all’esterno dei locali, il caldo ci darà una mano. Al massimo, nelle giornate più fredde, si accenderanno i “funghi” per scaldare i commensali all’esterno o si metteranno il cappotto. Ma riapriamo. Ribadisco, prima i locali con gli spazi esterni, poi tutti gli altri magari con pochi tavoli, con un’occupazione ridotta delle sale».

Per Bassetti, è il momento di pensare anche all’economia: «Abbiamo avuto tanto coraggio a chiudere e poco a riaprire. Le paure sono giuste ma si sappia che il rischio zero non esiste. Ora bisogna dare respiro alle attività già sofferenti. Diamo una data ma facciamolo con coerenza: non si dica “riapriamo il” e poi, pochi giorni prima, si torna indietro e si dice “anzi no”».

Intanto la ministra Mariastella Gelmini ha fatto sapere che un cronoprogramma delle riaperture potrebbe «arrivare già questa settimana».

Bassetti è anche favorevole alla riapertura di teatri, cinema e stadi: «Perché non possiamo fare, ad esempio, gli spettacoli all’aperto? Si potrebbero ipotizzare persino all’interno con un adeguato distanziamento, con un tampone negativo, con la vaccinazione. E comunque potremmo garantire il 20-30 per cento di riempimento, non di più».

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ambiente

Clamoroso: uno squalo gigante catturato nelle acque campane

Pubblicato

il

Si tratta di un Alopias Vulpinis, una specie che di solito vive nei mari tropicali, ma non è la prima volta che viene avvistato nelle nostre acque, lunga la costa italiana, testimonianza che i predatori degli oceani con il passare degli anni si stanno evolvendo verso il clima mite del Mediterraneo e conseguenza diretta sono gli innumerevoli avvistamenti qui da noi.

Questa volta un enorme “squalo volpe” di due metri e mezzo è emerso dalla foce del fiume Sele. E’ stato catturato ad Eboli, nello specchio d’acqua antistante la foce del fiume Sele.

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus. Numeri in discesa: i dati regione per regione

Pubblicato

il

Sono 8.292 i positivi di oggi, per un totale di 383.854 contagiati su tutto il territorio nazionale. Si registrano  14.416 guariti e 139 morti. I dati sono forniti dal Ministero della Salute.

I DATI DI TUTTE LE REGIONI

Lombardia: 818.414 (45.724) (1.326)

Veneto: 417.480 (19.026) (492)

Campania: 404.364 (85.591) (1.233)

Emilia-Romagna: 376.018 (33.354) (650)

Piemonte: 351.985 (13.487) (592)

Lazio: 331.968 (37.668) (788)

Puglia: 242.687 (44.338) (646)

Toscana: 233.249 (17.453) (713)

Sicilia: 215.827 (22.145) (494)

Friuli Venezia Giulia: 106.085 (6.391) (68)

Liguria: 101.015 (4.078) (152)

Marche: 99.737 (5.534) (250)

Abruzzo: 72.516 (7.947) (145)

P.A. Bolzano: 71.803 (1.139) (83)

Calabria: 62.950 (13.826) (312)

Sardegna: 55.651 (15.660) (54)

Umbria: 55.270 (2.583) (108)

P.A. Trento: 44.557 (880) (57)

Basilicata: 24.985 (5.972) (103)

Molise: 13.432 (466) (18)

Valle d’Aosta: 11.217 (592) (8)

Continua a leggere

Attualità

Wedding e Sport: il Governo al lavoro per la ripresa

Pubblicato

il

Il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, a ‘Domenica in‘ su Rai 1, ha parlato della ripresa dei settori del wedding e dello sport:

Moltissimi futuri sposi e operatori del wedding mi hanno scritto e io li rassicuro: il Governo ci sta lavorando e sulla base dell’andamento dei contagi presto daremo una data per la ripresa perché i matrimoni vanno programmati per tempo. E lo stesso vale per lo sport. Già in settimana ci saranno cabine di regia con il Cts per dare date a questi settori.

C’è l’emergenza sanitaria – ha aggiunto – ma anche quella economica e presto arriverà il decreto Sostegni 2 con 40 miliardi a supporto delle categorie colpite“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante