Resta sintonizzato

Politica

Il Consigliere Borrelli corre in soccorso alla sartoria Canzanella.

Pubblicato

il

Disagio per il famoso sarto del teatro e dell’alta modo Canzanella. Oggi il Consigliere regionale, Francesco Emilio Borelli ha parlato con il sig. Canzanella, in una live su Facebook, dei disagi che sta vivendo il più famoso sarto di Napoli.

La sartoria teatrale Canzanella di Napoli rischia di chiudere per sempre. Il Covid ha messo in ginocchio le attività teatrali, quelle cinematografiche – sono tanti i set attivi a Napoli – attingono le loro risorse altrove. E il risultato è che  C.T.N. 75 e la sua ‘anima’, il maestro artigiano Vincenzo Canzanella, rischia di sparire dopo decenni di storia: il deposito è sotto sfratto e senza energia elettrica.

Come riferito, dallo stesso consigliere Borrelli, la situazione può migliorare a breve. Le possibili soluzioni sono due: il primo scenario, verrà inserito un percorso storico dedicato al famoso costumista napoletano nella “Città della Scienza”, la seconda possibilità, prevede invece, il trasferimento dell’intera sartoria di Canzanella nell’area dell’ex Base Nato di Bagnoli, questa ultima soluzione preferita dal costumista da Canzanella, per questioni logistiche e trasporti.

Napoli

Comunali a Napoli. La rinuncia dell’ex rettore Gaetano Manfredi

Pubblicato

il

Al momento la mia disponibilità, in queste condizioni, sarebbe inutile perché non potrei fare quello che credo si debba fare: rispondere concretamente alle aspettative dei napoletani” ha affermato in una lunga lettera l’ex rettore dell’Università degli studi di Napoli Federico II, Gaetano Manfredi.

Manfredi ha così annunciato che non si candiderà a sindaco di Napoli per la coalizione di centrosinistra con il Movimento 5 Stelle.

Il Comune presenta una situazione economica e organizzativa drammatica. Le passività superano abbondantemente i cinque miliardi di euro, tra debiti e crediti inesigibili. Le partecipate sono in piena crisi e si prospettano difficoltà a erogare i servizi. La macchina amministrativa è povera di personale e competenze indispensabili. La capacità di spesa corrente è azzerata. Siamo, di fatto, in dissesto”, ha scritto l’ex rettore.

La decisione è stata condivisa anche dal Presidente della Camera, Roberto Fico.

Quest’ultimo ha, infatti, affermato: “Da Presidente della Camera condivido totalmente l’appello accorato di Gaetano Manfredi, che ama come me la città di Napoli. Il tema del dissesto finanziario del Comune deve riguardare tutti i partiti politici, nessuno escluso. Da destra a sinistra al Movimento 5 Stelle. Il problema delle finanze comunali tocca infatti tanti comuni in Italia e lo Stato in prima persona deve operare un deciso cambio di paradigma nel rapporto Stato-Comuni. La condizione del Comune di Napoli è simile a quella di tanti altri nel nostro Paese: tutti hanno bisogno del massimo sostegno possibile. Aiutare i comuni significa stare vicino alle persone fornendo servizi essenziali a cui tutti hanno diritto“.

Per quanto riguarda l’accordo tra M5S-centrosinistra c’è l’assoluta garanzia che si proseguirà nel percorso avviato. Il tema dei comuni però non è un tema di parte: riguarda tutto il Parlamento e tutte le forze politiche. Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità“, ha concluso il Presidente della Camera.

Continua a leggere

Politica

AFRAGOLA. Istituito il Garante dei Diritti della Persona Diversamente Abile

Pubblicato

il

Afragola

E’ stato approvato, con delibera del Commissario Straordinario dott.ssa Anna Nigro, il regolamento che istituisce la figura del Garante dei diritti della persona diversamente abile del comune di Afragola.

L’azione principale del Garante sarà quella di supportare l’Amministrazione Comunale nel segnalare e promuovere tutte le iniziative opportune per assicurare la piena promozione e la tutela dei diritti delle persone disabili. 

Il garante avrà  il compito fondamentale di essere punto di riferimento per le persone con disabilità, per la tutela dei  diritti individuali da parte di  tutte le istituzioni del territorio.

Continua a leggere

Politica

La “Piattaforma Rousseau” perde isciritti

Pubblicato

il

La piattaforma più discussa degli ultimi 5 anni, sta avendo un calo legato alla privacy degli iscritti.

Nel ultimi giorni è diventato sempre maggiormente “rilevante l’elenco degli iscritti” a Rousseau; non invece, sottolinea la piattaforma sul blog, “gli iscritti stessi, considerati solo nominativi da ottenere”. La “preoccupazione di vedere violati i propri diritti”, ha così “spinto tantissimi a rivolgersi a noi” chiedendo “di non consentire il trasferimento dei propri dati”. E “in meno di 20 giorni oltre mille persone hanno deciso di disiscriversi dal M5s”

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante