Resta sintonizzato

Cronaca

Tragedia in provincia di Napoli: uomo travolto e ucciso da un treno

Pubblicato

il

Sabato sera, alle 22.40 circa, un uomo è stato travolto e ucciso da un treno regionale della linea Napoli-Salerno all’altezza di un passaggio a livello posto a ridosso della stazione di Torre Annunziata centrale di Trenitalia.

Secondo le notizie riportate da Il Mattino, il treno si è immediatamente fermato e il personale ha provveduto a far scendere i sette viaggiatori a bordo, che hanno proseguito con un servizio sostitutivo il loro viaggio.

Sul posto sono giunte le forze dell’ordine, che hanno effettuato i rilievi del caso ed hanno restituito la linea all’esercizio ferroviario alle 2.40: si indaga per ricostruire la dinamica e le cause dell’incidente.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Torre Annunziata, giovane rischia la vita per un tuffo: i particolari

Pubblicato

il

Tragedia sfiorata a Torre Annunziata, dove un ragazzino di 15 anni, originario di Boscotrecase, è finito col volto su un blocco di cemento, dopo essersi tuffato. Il giovane, si trovava all’interno del cantiere navale Aprea. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia Costiera e i sanitari del 118, che lo hanno immediatamente trasportato in ospedale.

Tuttavia, il ragazzo, non ha mai perso conoscenza e non è in pericolo di vita, anche se per lui, si prospetta un lungo periodo di degenza.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia sul lavoro: Mirco muore asfissiato nella vigna di famiglia

Pubblicato

il

Tragedia sul lavoro avvenuta nel pomeriggio di ieri a Col San Martino di Farra di Soligo, in provincia di Treviso, dove Mirco Merotto, 45 anni, ha perso la vita. L’episodio, è avvenuto intorno alle 18 quando l’uomo, stava lavorando nell’azienda vinicola di famiglia, nella zona del Prosecco veneto. Tuttavia, pare che la vittima, sia morta per asfissia, che ha reso vani anche i tentativi di rianimarlo.

Stando ad una prima ricostruzione, Mirco, stava facendo il trattamento nella vigna con solfato di ferro e per cercare di riparare una perdita alla cisterna contenente la sostanza, è entrato rimanendo incastrato nella botola. Ad allertare i soccorsi, ci ha pensato il padre, ma come già detto, non c’è stato nulla da fare.

Continua a leggere

Cronaca

Sant’Antimo. 60enne arrestato 2 volte per evasione

Pubblicato

il

A Sant’Antimo i Carabinieri della locale Tenenza hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di evasione, Antimo D’Isidoro, 62enne del posto, pluripregiudicato, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, la persona e inerenti la disciplina sulle armi.

L’uomo è stato notato dai militari mentre passeggiava a piedi in Piazza Dante, a circa 800 metri dalla sua abitazione, senza autorizzazione e senza un valido motivo.

Solo una decina di giorni fa D’Isidoro era stato arrestato sempre per lo stesso motivo e condannato a 6 mesi di reclusione.

Sottoposto un’altra volta agli arresti domiciliari, è in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante