Resta sintonizzato

Attualità

Bar, ristoranti, piscine, palestre, cinema e teatri: ecco come e quando ripartiranno tutte le attività

Pubblicato

il

Il Governo italiano ha deciso di riaprire tutte le attività a partire dal 26 aprile. Le prime novità saranno il ritorno della zona gialla e la riapertura di bar e ristoranti.

La road map della ripartenza è pronta: ci sarà un vero e proprio calendario con tante date da segnare che riguardano anche lo sport, gli spettacoli e gli stabilimenti balneari.

Per quanto riguarda gli spostamenti, dal 26 aprile saranno nuovamente consentiti gli spostamenti tra zone gialle, mentre per i movimenti che riguardano zone arancioni o rosse servirà un pass (leggi qui le novità).

Bar e ristoranti riapriranno solo in zona gialla e per i posti all’aperto, con i clienti seduti al tavolo. Per rivedere le persone all’interno dei locali, bisognerà aspettare il primo giugno. In zona arancione e rossa, bar e ristoranti continueranno ad effettuare asporto e consegne a domicilio. Al tavolo, se non dovessero cambiare le regole, potranno esserci al massimo 4 persone, con una distanza tra i tavoli di almeno un metro. I clienti dovranno indossare la mascherina quando si alzano dal posto, mentre il personale dovrà indossarla sempre.

Per quanto riguarda il mondo dello sport, secondo le notizie riportate da Il Corriere della Sera, dal 26 aprile in zona gialla potranno riaprire i centri sportivi per le attività all’aperto e di conseguenza dovrebbero essere consentiti gli sport da contatto all’aperto, come calcetto e basket. Dal primo maggio, poi, potrebbe tornare il pubblico allo stadio, ma solo in zona gialla e con un numero limitato di spettatori. Dal 15 maggio, invece, riapriranno le piscine all’aperto e anche gli stabilimenti balneari, per i quali dovrebbero valere le regole dello scorso anno. Le palestre riapriranno dal primo giugno per le lezioni individuali o con il distanziamento, ma arriverà un apposito protocollo del Cts sul tema. Dal primo luglio riapriranno centri termali e parchi tematici.

In zona gialla riapriranno anche cinema e teatri, ma con capienza limitata e obbligo di prenotazione: saranno utilizzati solo i posti a sedere per tutti gli spettacoli, con distanza di almeno un metro tra gli spettatori. Ripartiranno anche gli spettacoli all’aperto, sempre con capienza limitata. Riapriranno poi musei e mostre, con l’obbligo di prenotazione e la possibilità di rimanere all’interno di una sala per un tempo limitato. Dal primo luglio, infine, ripartiranno infine fiere e congressi.

Attualità

Blitz della Polizia, scoperta autorimessa adibita a parcheggio abusivo: nei guai un 50enne

Pubblicato

il

Blitz della Polizia Stradale di Nola, che lo scorso venerdì ha proceduto ad un controllo amministrativo presso un’autorimessa nel territorio di Nola.

In particolare, gli agenti hanno accertato che un lotto di terreno di circa 1570 mq è stato recintato dal locatario, un 50enne del posto, e adibito all’attività di parcheggio di veicoli senza nessun titolo autorizzativo, e senza aver adottato misure di adeguamento previste dalla vigente normativa in materia di reati ambientali.

Inoltre, all’interno del parcheggio sono stati rinvenuti numerosi manufatti in materiale ferroso in stato di arrugginimento, ed altri materiali di risulta derivanti da scarti edili. Pertanto, alla luce di tali accertamenti, il parcheggio è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Pericolo sciacalli a Ischia: 53enne ruba un’auto sui luoghi della tragedia

Pubblicato

il

Controlli serrati dei carabinieri a Ischia, durante i quali un 53enne di Forio già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso alla guida di un’auto rubata poco prima in una delle zone più colpite dalla frana. Adesso dovrà rispondere di ricettazione, mentre l’auto è stata restituita al legittimo proprietario.

Inoltre, in piazza Di Maio, un 30enne del posto è stato trovato in possesso di una dose di cocaina, ed è stato segnalato alla Prefettura. In totale, sono state identificate 112 persone e controllati 75 veicoli.

Continua a leggere

Attualità

Parrocchiano si innamora del sacerdote e lo perseguita: denunciato

Pubblicato

il

Si era innamorato di lui tra i banchi di scuola, per poi continuare a vederlo in un’altra veste. Stiamo parlando di un parrocchiano di 62 anni, che per mesi avrebbe perseguitato il sacerdote della chiesa che frequentava, telefonandolo a qualsiasi ora e perseguitandolo con appostamenti e minacce.

Tuttavia, alcuni mesi fa, un’ordinanza del Tribunale di Roma ha proibito al fedele di avvicinarsi al prete e alla chiesa dove egli celebra la messa. Pertanto, la vicenda rischia di finire in tribunale e la Procura è pronta a chiedere il processo per il parrocchiano, con l’accusa di stalking.

In particolare, i fatti risalgono al gennaio 2021 nella chiesa del quartiere San Giovanni. Proprio qui, nonostante i continui rifiuti della vittima, egli ha proseguito nella sua ossessione fino ad arrivare alla denuncia.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy