Resta sintonizzato

Caivano

[INTERVISTA] Luigi Esposito (Caivano Conta): “Anche Caivano ha bisogno del centro vaccinale”

Pubblicato

il

Presentiamo, oggi, un altro giovane che già si è affacciato alla politica caivanese nelle ultime amministrative, Luigi Esposito.

Luigi tu sei un esponente del gruppo consiliare ‘Caivano Conta’ da cosa arrivano i tuoi stimoli per impegnarti nella politica caivanese? E perché hai scelto di appoggiare ‘Caivano Conta’?

Il gruppo ‘Caivano Conta’ mi ha stimolato molto perché per la prima volta un gruppo di giovani si affaccia alla politica dopo tanti anni di degrado e di commissariamento. ‘Caivano Conta’ rispecchia tutti i miei parametri politici per salvaguardare il territorio caivanese.

Ultimamente fa notizia nell’area nord di Napoli che i paesi limitrofi si siano organizzati con i centri vaccinali. Secondo te Caivano riuscirà a garantire la vaccinazione a tutta la popolazione?

La cosa sconcertante è che Caivano deve vivere sempre con invidia gli altri paesi. Non è possibile che una nuova amministrazione invece di garantire il benessere sociale di tutta Caivano si nasconda nelle stanze comunali in silenzio. Ne è un esempio l’Assessore alla Salute Piera Ariemma, che si giustifica colpevolizzando una parte dell’opposizione per non aver voluto una palestra scolastica come luogo adatto a diventare un centro vaccinale. Io credo che l’amministrazione da ora in poi si debba prendere le proprie responsabilità. Vedere Frattamaggiore, Acerra e altri comuni limitrofi che vanno avanti sul piano vaccinale è deprimente da caivanese. Ringrazio il consigliere Orsella Russo che ha sollevato la questione in presenza con i capigruppo e con il sindaco. Spero che la battaglia che sta portando avanti il consigliere Orsella Russo dia esito positivo. A Caivano manca una sinergia perché non c’è mai una collaborazione tra opposizione e maggioranza su una questione seria come questa.

Quale sarebbe il posto migliore come centro vaccinale, logisticamente parlando, a Caivano?

Penso che la migliore area urbana a disposizione di tutti sia il “Parco Verde”, così da dare un segnale importante e garantire la possibilità di prenotare il vaccino anche a quella fetta di popolazione che non ha mezzi propri per aderire sulla piattaforma regionale. Poi, per dare anche un integrazione a quella parte di Caivano che l’amministrazione reputa come cittadini di “serie B”. Mi sono recato personalmente sul posto, dove c’è un plesso dell’istituto scolastico, “Alda Negri””. Quì, risultano attive solo 3 classi, quindi si potrebbe trasferire tranquillamente gli alunni al “Viviani” adiacente al plesso “Negri” e trasformare la struttura in Hub Vaccinale, data la presenza anche della guardia medica pronta a fornire assistenza. Non dimenticando poi l’importanza dell’adesione dei medici di base che hanno aderito e sono disponibili a vaccinare la popolazione.

Quali sono i propositi futuri personali e del tuo gruppo consiliare?

C’è una grande sinergia tra noi di Caivano Conta, partendo dalle figure istituzionali fino ai nostri votanti. Spero che tutti aderiscano alle nostre iniziative, soprattutto mi rivolgo ai giovani che hanno perso i propri stimoli per vedere Caivano come un’altra città. Il gruppo consiliare di Caivano Conta può eliminare quell’ immobilismo e quella strafottenza che le precedenti amministrazioni e il commissariamento hanno causato.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caivano

CAIVANO. Caso Arcella: rinviati a giudizio i due medici che operarono Raffaele

Pubblicato

il

La famiglia di Raffaele Arcella, morto dopo un intervento di bypass gastrico due anni fa, chiede giustizia per il 29 enne e si costituisce parte civile nel processo.

Ricoverato presso la clinica Trusso di Ottaviano, le condizioni del ragazzo peggiorarono quando fu ricoverato per la seconda volta, tanto da esser trasferito in terapia intensiva al Secondo Policlinico di Napoli.

Dopo dieci giorni il suo peggioramento fu irreversibile e morì. L’autopsia confermò, poi, che a causare il decesso era stata una peritonite perforante allo stomaco. Probabilmente il tutto si sarebbe potuto evitare con un percorso più attento: innanzitutto Raffaele presentava dei chili di troppo, nonostante non fosse obeso. Di conseguenza prima di effettuare un bypass gastrico secondo la S.I.C.OB (Società italiana della chirurgia dell’obesità e delle malattie metaboliche) andava seguito un percorso preliminare atto a ponderare il peso per poi valutare la possibilità di operare.

Negligenza, imprudenza e imperizia” sono questi i tre capi d’accusa che, presso il Tribunale di Nola, hanno portato il rinvio a giudizio, dinanzi alla dottoressa Zingales il prossimo 22 Settembre, i due medici indagati.

Nel frattempo i genitori di Raffaelle, nella voce del padre Antonio, ricordano il figlio così: ” Ciò che gli è accaduto è inaccettabile. Ogni giorno lo penso, ha lasciato un vuoto incolmabile. Spero che errori del genere non capitino più

Continua a leggere

Caivano

Caivano. Sequestrato immobile per un valore di 250mila euro

Pubblicato

il

I carabinieri della tenenza di Caivano hanno eseguito questa mattina un decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Napoli nei confronti di un immobile riconducibile a Luigi Rocco, 57enne ritenuto vicino al clan Ciccarelli, già detenuto.
I sigilli sono stati posti su una palazzina di 3 piani del valore di 250mila euro, sito in Via Rosano, nel comune di Caivano. Il provvedimento scaturisce da una proposta di misura di prevenzione patrimoniale avanzata dai militari che hanno documentato una sproporzione del reddito dichiarato e quello effettivamente spese per l’acquisto e la ristrutturazione dell’immobile

Continua a leggere

Caivano

Caivano. Nominato il nuovo capogruppo di Italia Viva

Pubblicato

il

Dopo il passaggio al gruppo misto di Giovanna Palmiero che ha causato, il Segretario pro tempore del partito “Italia Viva”, Raffaele Sirico ha indicato il nuovo profilo che sostituirà l’ex capogruppo Palmiero.

Il profilo scelto dal Segretario è la Consigliera Comunale Maria Falco.

Il nuovo capogruppo e Consigliera Comunale Maria Falco di Italia Viva è stata eletta alle amministrative di Caivano con 448 voti

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante