Resta sintonizzato

Cronaca

AFRAGOLA. Allaccio abusivo e furto di energia elettrica: nei guai i titolari di un bar

Pubblicato

il

Ad Afragola il Personale della Sezione Polizia Amministrativa del Comando di Polizia Municipale, agli ordini del Col. Dott. Michele Orlando, ha rilevato, con la collaborazione di personale dell’Enel e dell’ASL NA 2nord, il presunto furto di energia elettrica da parte del titolare di un bar con annesso laboratorio.

I titolari dell’attività commerciale hanno violato diverse norme e sono stati deferiti in stato di libertà: a loro carico sono stati contestati l’art. 625 c.p. per il furto di energia elettrica, l’art. 635 c.p. per il danneggiamento del contatore, nonché la mancanza di tracciatura di alimenti nel laboratorio.

Gli agenti della Municipale hanno infatti constatato la manomissione del misuratore dell’energia elettrica e la presenza di un allaccio sulla rete elettrica pubblica, occultato nella muratura con l’utilizzo di interruttore comandato a distanza: il valore dell’energia elettrica sottratta nell’ultimo quinquennio sarebbe di circa € 38.700.

Ai titolari è stata inoltre imposta l’adozione di tutte le prescrizioni previste per il ripristino dell’erogazione dell’energia elettrica.

Gli alimenti sequestrati, circa 36 kg, sono stati destinati alla distruzione su disposizione del personale ASL Na 2 Nord.

Nell’ambito dei controlli, infine, sono stati sequestrati circa 200 pacchetti di sigarette per un peso totale di kg. 3,500, per la successiva distruzione e con l’applicazione di una sanzione amministrativa di € 3.330.

Sono in corso ulteriori indagini volte a verificare presso altre attività che pongano in essere i medesimi comportamenti fraudolenti.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Tragedia a Torino, famiglia di no-vax sterminata dal Covid

Pubblicato

il

TORINO – Salgono a quattro i morti per Covid-19 in una famiglia no vax di San Francesco al Campo, in provincia di Torino. Tra la fine di dicembre e i primi giorni del 2022 erano morti i nonni novantenni e il nipote di 42 anni, tutti colpiti dalle complicanze provocate dal coronavirus.

Venerdì scorso, 14 gennaio, si è spento all’ospedale di Ciriè (Torino) anche G.F., 69 anni. Il padre del 42enne da qualche giorno lottava contro le complicazioni provocate dal coronavirus nel reparto di terapia intensiva. Nessuno di loro si era sottoposto alla vaccinazione. E’ rimasta in vita solo la moglie del 69enne, guarita dopo essersi a sua volta ammalata di Covid.

Continua a leggere

Cronaca

Salerno, cerca di salvare il suo cane lanciandosi nella cisterna: muore 70enne

Pubblicato

il

SALERNO – Un 70enne di origini salernitane ha perso la vita nel tentativo di salvare quella del suo cane. Un nobile gesto il cui esito si è tramutato in un dramma che ha toccato il cuore di molti.

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio in via Montagnella, nel piccolo comune della Costiera Amalfitana.

L’uomo, C.A, secondo una prima ricostruzione, si è lanciato nella cisterna del suo terreno nella quale era caduto l’amico a quattro zampe. L’uomo è morto annegato all’interno della vasca. Il cagnolino, invece è riuscito a salvarsi. Il decesso dell’uomo è stato accertato dal personale del 118 dopo che il corpo era stato recuperato dai vigili del fuoco del distaccamento di Maiori. La vasca di 45 metri cubi veniva utilizzata per la raccolta delle acque piovane in un terreno agricolo di sua proprietà. La ricostruzione dell’accaduto è stata effettuata dai carabinieri della compagnia di Amalfi.

Continua a leggere

Cronaca

Colpito alla gamba da una pallottola in pieno centro a Napoli: 39enne finisce in ospedale

Pubblicato

il

NAPOLI – Un 39enne è stato ferito alla gamba da un colpo di arma da fuoco. E’ successo a Napoli nella serata di sabato intorno alle 23. L’uomo si è recato autonomamente presso il pronto soccorso dell’ospedale Pellegrini.

Recatosi al pronto soccorso ha raccontato alle forze dell’ordine sopraggiunte di essere stato vittima di un tentativo di rapina nei pressi della sua abitazione nella zona di Montecalvario.

Il 39enne è stato dimesso e giudicato guaribile in 25 giorni. Sono intervenuti i Carabinieri della compagnia Napoli Centro, allertati dal personale sanitario, che hanno avviato indagini per accertare l’esatta dinamica di quanto accaduto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante