Resta sintonizzato

Attualità

Covid-19, De Luca: “Rischio Movida. Vaccini? Il Governo dorme”

Pubblicato

il

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto da Fabio Fazio a «Che tempo che fa», ha parlato della situazione in Campania, facendo riferimento alle problematiche attuali, riguardanti i vaccini, e alle riaperture:

C’è un elemento di preoccupazione ma ritengo che siamo entrati nella seconda fase del covid per due motivi: a differenza di un anno fa ci sono i vaccini e poi il Paese è stremato, non regge più.

Gli elementi di criticità sono rappresentati dal fatto che non abbiamo quantitativi di vaccino sufficienti, puoi aprire con un rischio calcolato ma devi avere vaccini sufficienti, altrimenti corriamo il grande rischio di giocarci l’estate. E poi ancora manca in Italia un piano specifico di controllo del territorio delle forze dell’ordine. Il Paese è abbandonato a sé stesso. Zona rossa o arancione e poi camminiamo per strada e troviamo tutti in giro. Si dovrebbero multare quelli senza mascherina, contrastare gli assembramenti e applicare misure penali. Per fare questo è necessario l’impegno di decine di migliaia di donne e uomini delle forze dell’ordine. Penso al ristorante, il problema non è quello, si può cenare fino alle 23 secondo me, consentendo ai clienti di tornare a casa fino alle 23.30 esibendo la ricevuta fiscale. Il problema reale è la movida con decine di migliaia di giovani che vanno in giro in maniera incontrollata. Il rischio è lì.

Sulla mancata approvazione del vaccino Sputnik da parte delle agenzie ho una spiegazione banale: dormono in piedi! Non mi do un’altra spiegazione sul motivo per cui il governo non prende altri vaccini al di là dei quattro presi dall’Europa. Noi abbiamo firmato un contratto fino a 6 milioni di dosi Sputnik, che è subordinato all’approvazione dell’Aifa, cosa aspetta il Governo? La mancanza di vaccini penalizza le categorie economiche, rischiamo di arrivare all’estate senza vaccinazione del settore turistico-alberghiero.

Ultimamente abbiamo più vaccinazioni ma sono del tutto insufficienti per vaccinare le categorie economiche e ricordo che tra venti giorni dovremo fare le seconde somministrazioni di Pfizer.

A Capri, Ischia e Procida completiamo la vaccinazione per gli over 80, i non deambulanti e fragili, poi gli over 70 e gli over 60 e quando abbiamo finito le Asl devono completare la vaccinazione di massa. Sono zone turistiche e al di là dell’economia sono esposte ai turisti stranieri che possono portare altre varianti. Quindi è ragionevole provvedere ad un’immunizzazione. Poi procediamo verso altre località turistiche.

SuperLega? Andrea Agnelli sarà sicuramente una persona di grande valore, ma ha fatto quello che Cervantes descriverebbe così: ‘È andato a fare la lana ed è tornato tosato’. Io mi sono convinto di una cosa: Andrea Agnelli è un infiltrato di De Laurentiis nella Juventus. I danni che sta facendo alla Juve sono stupefacenti. Lui e Pirlo insieme ispirano gesti di autotutela“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli: evento “Mai più periferie” di INSIEMEper

Pubblicato

il

NAPOLI – Nella giornata di ieri 17 ottobre alle ore 9.00 presso il Salone Conferenze Istituto Denza, è stato presentato l’evento “Mai più periferie” dell’associazione “INSIEMEper”.

Nell’imminente insediamento del Neo consiglio Comunale di Napoli della costituenda Giunta, l’associazione ha proposto un’ampia discussione con Autorità Politiche Cittadine ed Associazioni Culturali presenti sul territorio allo scopo di stimolare ed indirizzare i rappresentanti politici verso le vere ed attuali esigenze del territorio.

La serata è stata aperta dal prof. Giuseppe Noschese, Presidente INSIEMEper, il quale ha principiato con la trattazione di alcune tematiche di stampo sociale ed economico. Alla sua conclusione, è intervenuto il moderatore dr. Mario Zeccaria, giornalista professionista, e Presidente dell’Ussi Campania che ha seguito al compito di chiamare gli interventi dei molti presenti in sala.

All’evento hanno partecipato le associazioni A.N.I.D.A., Ar.BI., Borgo Orefici, Centro Studi La Contea, Comitato storico 2003, Corpo di Soccorso Universo Humanitas, Movimento Civico Italiano, Napoli 10 Municipalità, Paidela, Pensionati Europei, Popolo della famiglia e Proteggiamo il bene casa.

Interventi di rilievo sono stati effettuati anche dai sig. Giovanni Allinoro, sig. Giovanni Correale, Sig. Slavatore Rotondo, sig. Roberto Tortora, nonchè anche da giovani presenti come il dr. Antonio Buonocunto.

Il dibattito si è poi concluso con un liberto intervento del pubblico terminato con la speranza che la nuova giunta comunale ed il neoeletto sindaco possano davvero essere quel cambiamento che il popolo spera.

Continua a leggere

Attualità

Rubano in un panificio e tentano la fuga: arrestati dalla Polizia

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono intervenuti in viale Colli Aminei, per la segnalazione di un furto in un panificio. Secondo una prima ricostruzione, i poliziotti, giunti sul posto, hanno notato due uomini che una volta usciti dal negozio, si sono allontanati velocemente a bordo di un’auto. Pertanto, li hanno raggiunti e bloccati e, grazie alle immagini di videosorveglianza, hanno accertato che i due, fossero i responsabili del furto.

Mauro D’Aniello e Vincenzo Fiore, napoletani di 31 e 33 anni con precedenti di Polizia, sono stati arrestati per furto aggravato, tentato furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale. infine, al 33enne, sono state contestate tre violazioni del Codice della Strada per guida con patente revocata, mancata copertura assicurativa e mancata esibizione dei documenti di circolazione, mentre il veicolo è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, siamo alle solite. I tifosi festeggiano la vittoria creando il panico in Tangenziale

Pubblicato

il

Grande entusiasmo a Napoli, per l’ottava vittoria consecutiva della squadra allenata da Spalletti, che si è imposta sul Torino, grazie ad una rete di Osihmen. Tuttavia, la parte insana e malata della tifoseria partenopea, si è resa protagonista dell’ennesimo episodio di disordini: infatti, per festeggiare la vittoria e il primato, un gruppo di tifosi, ha deciso di inseguire il pullman che trasportava i calciatori e i membri dello staff al ritorno dallo stadio, per poi accendere un fumogeno da uno scooter all’interno di un tunnel sulla Tangenziale. Sulla questione, è intervenuto il Consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che ha così dichiarato:

Un episodio da condannare ‘senza sé e senza ma. Nessuna vittoria sportiva, nessun evento lieto, può giustificare un’azione sconsiderata, folle ed idiota, che ha senza alcun dubbio creato un momento di possibile grave pericolo per gli automobilisti. Chiediamo alle forze dell’ordine, di individuare i protagonisti di tale episodio e di condannarli nella maniera più severa prevista dalle vigenti normative, non possono passarla liscia. Chi non è in grado di gioire, festeggiare e condividere momenti di felicità in maniera decorosa e rispettosa delle regole e dell‘incolumità altrui, allora deve essere escluso dagli eventi sportivi e dai momenti di aggregazione. E’ tempo di dare un nuovo corso al calcio e alla nostra città”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante