Resta sintonizzato

Cronaca

Strappa davanti al cliente un biglietto sul Duce: rider licenziato in tronco

Pubblicato

il

Un rider 30enne residente a Bologna è stato licenziato in tronco dopo aver strappato davanti ad un cliente un biglietto sul Duce.

Da febbraio lavorava per conto di Winelivery, una piattaforma che garantisce la consegna di vino direttamente a casa.

La sera del 25 aprile Luca, rider 30enne residente a Bologna, avrebbe dovuto consegnare presso l’abitazione di un cliente due bottiglie con un bigliettino allegato. “In questo giorno di lutto, recitava il foglietto, che il nostro Duce possa guidare da lassù la rinascita“.

Ci siamo guardati tutti in faccia imbarazzati poi qualcuno ha commentato. Io ho provato indignazione per quel messaggio. Ero stupito che ancora oggi possano accadere certe cose” ha raccontato il rider ricordando il momento in cui il personale ha letto il biglietto.

Ciò nonostante il 30enne è salito sul suo motorino per effettuare la consegna. Il tutto doveva essere recapitato entro 30 minuti, così come previsto dalla piattaforma.

Una volta giunto a destinazione, però, Luca ha preso il biglietto e lo ha strappato davanti alla destinataria del regalo. La donna ha chiesto cosa vi fosse scritto. “Oscenità“, avrebbe risposto il rider.

Hanno avuto così inizio i guai per il fattorino, perché il 26 mattina si è visto recapitare un’email che lo informava del licenziamento in tronco.

Interrogata sull’accaduto, l’azienda ha spiegato che alla voce “termini e condizioni” è reso chiaro che il personale può non consegnare un biglietto ritenuto offensivo. Il problema, quindi, sarebbe stato alla base: il biglietto non doveva essere strappato ma semplicemente non consegnato.

Secondo i datori di lavoro vi sarebbe stata inoltre violazione della privacy: il sacchetto non avrebbe dovuto essere aperto per leggere il messaggio contenuto. Nonostante il reato di apologia del fascismo, ha spiega la piattaforma, il destinatario non aveva alcuna colpa.

Nessuna violazione della privacy. Sì, ho sbagliato a strapparlo, ma la reazione dell’azienda è eccessiva. Impugnerò il licenziamento in tribunale”, ha ribadito ancora Luca come riporta Fanpage.it.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

Ruba il cellulare ad un turista: 16 enne finisce in manette

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Mezzocannone hanno udito delle urla ed hanno visto una donna che stava rincorrendo un ragazzo. I poliziotti successivamente bloccano il ragazzo all’angolo a via Marramarra che lo hanno trovato in possesso di un telefono e hanno accertato che poco prima era stato strappato dalle mani del padre della donna mentre controllava una mappa stradale. Un 16enne napoletano è stato arrestato per furto con strappo.

Continua a leggere

Campania

50 enne ubriaco picchia la moglie

Pubblicato

il

Nel corso della notte scorsa a Bellona  i carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Capua hanno trattato un arresto di un uomo di 50 anni per violenze in famiglia. L uomo è stato colto in flagranza di reati e lesioni personali. L equipaggio radiomobile che è giunto sul posto ha accertato che costui era sotto l’effetto di sostanze alcoliche, poco prima del loro arrivo aveva inseguito e schiaffeggiato al volto la 45enne moglie. La vittima è dovuta andare all pronto soccorso per le cure mediche ospedale civile di Santa Maria Capua Vetere. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia a Napoli, bimbo di 4 anni cade nel vuoto e muore

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta questa mattina a Napoli, in via Foria, dove un bambino di 4 anni, è precipitato dal terzo piano di un palazzo. Purtroppo, non c’è stato niente da fare. Il piccolo, ha perso la vita appena giunto in ospedale. Al momento, è ancora da chiarire la dinamica dell’accaduto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante