Resta sintonizzato

Cronaca

Tragedia nel napoletano. Luca cade dal quinto piano e muore: ipotesi suicidio

Pubblicato

il

Tragedia nel pomeriggio di lunedì a Casavatore, in provincia di Napoli, dove Gianluca Di Fresco, 36 enne del posto, ha perso la vita dopo essere caduto dal quinto piano di un palazzo. Sul posto, sono subito accorsi i sanitari del 118, che hanno soltanto potuto constatare il decesso dell’uomo; mentre i Carabinieri che si occupano del caso, stanno vagliando le varie ipotesi. Tuttavia, si pensa che si sia trattato di suicidio.

L’intera comunità è rimasta scioccata da quanto accaduto e la pagina Facebook “Una voce per Secondigliano”, ha voluto ricordarlo con un post ed una sua foto: “Ricordiamo Luca Di Fresco, il ragazzo di 36 anni scomparso tragicamente a Casavatore due giorni fa e molto conosciuto anche a Secondigliano”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caivano

Caivano. Sequestrato immobile per un valore di 250mila euro

Pubblicato

il

I carabinieri della tenenza di Caivano hanno eseguito questa mattina un decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Napoli nei confronti di un immobile riconducibile a Luigi Rocco, 57enne ritenuto vicino al clan Ciccarelli, già detenuto.
I sigilli sono stati posti su una palazzina di 3 piani del valore di 250mila euro, sito in Via Rosano, nel comune di Caivano. Il provvedimento scaturisce da una proposta di misura di prevenzione patrimoniale avanzata dai militari che hanno documentato una sproporzione del reddito dichiarato e quello effettivamente spese per l’acquisto e la ristrutturazione dell’immobile

Continua a leggere

Cronaca

Dramma in Campania. Donna precipita dal balcone

Pubblicato

il

Tragedia nel Beneventano, dove una donna cade in strada. La causa della tragedia è avvenuta a causa di un cedimento del lastra del pavimento del balcone. La donna di 46 anni è stata prima soccorsa e poi portata in ospedale.

La donna ha un lieve trauma cranico e alcune contusioni. Fortunatamente non è in gravi condizioni

Continua a leggere

Casandrino

CASANDRINO. Voragine Corso Carlo Alberto. Auletta: “Strada ancora chiusa. Tante promesse e zero ristori”

Pubblicato

il

Era il 29 dicembre scorso quando una voragine di circa 13 metri ha colpito la strada di Corso Carlo Alberto a Casandrino e l’inizio del Corso Cirillo a Grumo Nevano. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che, di comune accordo con le istituzioni, decisero di bloccare la viabilità della strada.

Un danno enorme per tutti i commercianti della zona che, nelle settimane seguenti, lanciarono un disperato appello invitando il Comune di Casandrino a risolvere celermente il problema. Un grido che però è rimasto inascoltato visto che i lavori da dicembre sono stati avviati soltanto nel mese di marzo e ad oggi la strada risulta ancora bloccata.

Per fare chiarezza su questa vicenda abbiamo intervistato Antonio Auletta, politico e consigliere d’opposizione del Consiglio Comunale di Casandrino con la lista civica Nuove Prospettive. “La dice tutta se a distanza di 5 mesi siamo ancora qui a discutere della voragine di Corso Carlo Alberto. La Regione Campania ha subito finanziato il Comune ed ha messo a disposizione 160mila euro di cui 80mila euro 24h dopo la notizia della voragine. Sono passati 5 mesi e la strada non è stata riaperta. Questa amministrazione non si è dimostrata all’altezza“.

La dott.ssa Rosa Marrazzo, sindaca di Casandrino, promise che subito dopo l’approvazione del bilancio, ci sarebbero stati dei ristori per tutti i commercianti ma che in realtà non sono mai arrivati: “I commercianti sono ancora in attesa. Noi, come gruppo consiliare d’opposizione, abbiamo chiesto sin da subito che l’Amministrazione intervenisse sull’aspetto delle tasse. In particolare per la TARI. Tante promesse, zero ristori e la strada è ancora chiusa”.

Infine, Auletta, ha promesso che il suo impegno di vigilanza proseguirà: “Noi come gruppo di opposizione lavoriamo quotidianamente nell’interesse della città e intendiamo continuare a farlo. Portando sul tavolo della politica le problematiche che ci vengono sottoposte. Noi, alle scorse elezioni, abbiamo ricevuto quasi il 50% di consenso e ne sentiamo il forte peso. L’azione politica di vigilanza e controllo proseguirà con grande impegno e costanza nell’interesse dei cittadini”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante