Resta sintonizzato

Attualità

Da Letta a Di Maio, tutti dalla parte di Fedez. Salvini invece attacca: “Polemica interna alla sinistra”

Pubblicato

il

Sono molte le prese di posizione in queste ore sulla polemica innescata dall’accusa di censura alla Rai da parte di Fedez, che nella serata di ieri, attraverso i social, ha postato un colloquio telefonico con i dirigenti in vista del suo monologo sul palco del primo maggio, le cui parole sono state giudicate inopportune. Non si è fatta attendere la risposta del leader della Lega Matteo Salvini, che su Twitter, ha ribattuto al cantante con queste parole: “Fedez e Rai 3, polemica tutta interna alla sinistra. Artista di sinistra, “censori” di sinistra. Viva la musica e la libertà. Aspettiamo che qualcuno paghi e si dimetta. P.s. L’interlocutrice Rai registrata da Fedez era portavoce di Veltroni, sindaco Pd di Roma”.

Il segretario del PD Enrico Letta, ha così replicato: “Ci aspettiamo parole chiare dalla Rai, di scuse e di chiarimento. Poi voglio ringraziare Fedez, le sue parole forti che condividiamo in pieno, rendono possibile rompere un tabù, cioè che non si può parlare di diritti perché siamo in pandemia. Occuparsi di pandemia non vuol dire che non si possono fare battaglie per i diritti, ius soli, come Ddl Zan”. Dello stesso avviso, la sindaca di Roma Virginia Raggi, che sempre su Twitter ha voluto così commentare l’intervento di ieri sera: “Fedez è stato un grande e ha ragione. Bisogna ripartire dal lavoro, dal sostegno a chi è rimasto indietro e dai diritti di tutti”.

Anche il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, attraverso la sua pagina Facebook, si è schierato dalla parte del cantante, ecco le sue dichiarazioni: “La musica è libertà, trasmette emozioni e ci aiuta a comprendere, analizzare, maturare. Penso che il rispetto sia la cosa più importante e stia alla base di tutto, significa saper accettare le critiche e le idee diverse dalle nostre. E un Paese democratico non può accettare alcuna forma di censura”. “Conosco Fedez da tempo, oltre ad essere un cantante di grande talento, è una persona che in tutto quello che fa ci mette sempre il cuore. Ogni artista, deve avere la possibilità di esibirsi liberamente, esprimendo le proprie idee”. Si aggiunge al coro pro-Fedez anche l’ex premier Giuseppe Conte, con queste brevi parole affidate al suo profilo Twitter: “Io sto con Fedez. Nessuna censura”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli: evento “Mai più periferie” di INSIEMEper

Pubblicato

il

NAPOLI – Nella giornata di ieri 17 ottobre alle ore 9.00 presso il Salone Conferenze Istituto Denza, è stato presentato l’evento “Mai più periferie” dell’associazione “INSIEMEper”.

Nell’imminente insediamento del Neo consiglio Comunale di Napoli della costituenda Giunta, l’associazione ha proposto un’ampia discussione con Autorità Politiche Cittadine ed Associazioni Culturali presenti sul territorio allo scopo di stimolare ed indirizzare i rappresentanti politici verso le vere ed attuali esigenze del territorio.

La serata è stata aperta dal prof. Giuseppe Noschese, Presidente INSIEMEper, il quale ha principiato con la trattazione di alcune tematiche di stampo sociale ed economico. Alla sua conclusione, è intervenuto il moderatore dr. Mario Zeccaria, giornalista professionista, e Presidente dell’Ussi Campania che ha seguito al compito di chiamare gli interventi dei molti presenti in sala.

All’evento hanno partecipato le associazioni A.N.I.D.A., Ar.BI., Borgo Orefici, Centro Studi La Contea, Comitato storico 2003, Corpo di Soccorso Universo Humanitas, Movimento Civico Italiano, Napoli 10 Municipalità, Paidela, Pensionati Europei, Popolo della famiglia e Proteggiamo il bene casa.

Interventi di rilievo sono stati effettuati anche dai sig. Giovanni Allinoro, sig. Giovanni Correale, Sig. Slavatore Rotondo, sig. Roberto Tortora, nonchè anche da giovani presenti come il dr. Antonio Buonocunto.

Il dibattito si è poi concluso con un liberto intervento del pubblico terminato con la speranza che la nuova giunta comunale ed il neoeletto sindaco possano davvero essere quel cambiamento che il popolo spera.

Continua a leggere

Attualità

Rubano in un panificio e tentano la fuga: arrestati dalla Polizia

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono intervenuti in viale Colli Aminei, per la segnalazione di un furto in un panificio. Secondo una prima ricostruzione, i poliziotti, giunti sul posto, hanno notato due uomini che una volta usciti dal negozio, si sono allontanati velocemente a bordo di un’auto. Pertanto, li hanno raggiunti e bloccati e, grazie alle immagini di videosorveglianza, hanno accertato che i due, fossero i responsabili del furto.

Mauro D’Aniello e Vincenzo Fiore, napoletani di 31 e 33 anni con precedenti di Polizia, sono stati arrestati per furto aggravato, tentato furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale. infine, al 33enne, sono state contestate tre violazioni del Codice della Strada per guida con patente revocata, mancata copertura assicurativa e mancata esibizione dei documenti di circolazione, mentre il veicolo è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, siamo alle solite. I tifosi festeggiano la vittoria creando il panico in Tangenziale

Pubblicato

il

Grande entusiasmo a Napoli, per l’ottava vittoria consecutiva della squadra allenata da Spalletti, che si è imposta sul Torino, grazie ad una rete di Osihmen. Tuttavia, la parte insana e malata della tifoseria partenopea, si è resa protagonista dell’ennesimo episodio di disordini: infatti, per festeggiare la vittoria e il primato, un gruppo di tifosi, ha deciso di inseguire il pullman che trasportava i calciatori e i membri dello staff al ritorno dallo stadio, per poi accendere un fumogeno da uno scooter all’interno di un tunnel sulla Tangenziale. Sulla questione, è intervenuto il Consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che ha così dichiarato:

Un episodio da condannare ‘senza sé e senza ma. Nessuna vittoria sportiva, nessun evento lieto, può giustificare un’azione sconsiderata, folle ed idiota, che ha senza alcun dubbio creato un momento di possibile grave pericolo per gli automobilisti. Chiediamo alle forze dell’ordine, di individuare i protagonisti di tale episodio e di condannarli nella maniera più severa prevista dalle vigenti normative, non possono passarla liscia. Chi non è in grado di gioire, festeggiare e condividere momenti di felicità in maniera decorosa e rispettosa delle regole e dell‘incolumità altrui, allora deve essere escluso dagli eventi sportivi e dai momenti di aggregazione. E’ tempo di dare un nuovo corso al calcio e alla nostra città”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante