Resta sintonizzato

Attualità

Novità dal Cts sui vaccini: cambiano i tempi sui richiami di Pfizer e Moderna

Pubblicato

il

Il direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza, ha firmato la nuova circolare del ministero della Salute che raccoglie il parere del Cts in cui viene «raccomandato» lo slittamento a 42 giorni per il richiamo delle vaccinazioni anti-Covid con i preparati di Pfizer e Moderna.

Nello stesso documento viene anche ribadito che chi ha già ricevuto una prima dose di vaccino con AstraZeneca senza riscontrare problemi di reazioni avverse può procedere con la somministrazione della seconda dose con lo stesso preparato. 

L’estensione del tempo che intercorre tra le due dosi nelle somministrazioni con Pfizer e Moderna, inizialmente fissata rispettivamente a 21 e 28 giorni, secondo il Cts «non inficia l’efficacia della risposta immunitaria».

Del resto, si legge nella circolare, «la prima somministrazione di entrambi i vaccini a mRNA conferisce già efficace protezione rispetto allo sviluppo di patologia Covid-19 grave in un’elevata percentuale di casi, maggiore dell’80%».

A ciò si aggiunge il fatto che «in uno scenario in cui vi è ancora necessità nel Paese di coprire un elevato numero di soggetti a rischio di sviluppare forme gravi o addirittura fatali di Covid si configurano condizioni in cui è opportuno dare priorità a strategie di sanità pubblica che consentano di coprire dal rischio il maggior numero possibile di soggetti nel minor tempo possibile». 

Il comitato ha sciolto anche i dubbi rispetto all’insorgenza di trombosi associate a piastrinopenia, sulla scorta dei dati scientifici a oggi disponibili.

Il Cts, sostanzialmente, ha evidenziato che «i soggetti che hanno ricevuto la prima dose di questo vaccino senza sviluppare questa tipologia di eventi, non presentano controindicazione per una seconda somministrazione del medesimo tipo di vaccino. Questa posizione potrà essere eventualmente rivista qualora dovessero emergere evidenze diverse nelle settimane prossime venture, derivanti in particolare dall’analisi del profilo di sicurezza del vaccino nei soggetti che nel Regno Unito hanno ricevuto la seconda dose».

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campania. Zona bianca. Ecco cosa cambierà

Pubblicato

il

Da Lunedì 21 Giugno inizierà la zona bianca in Campania, confermato nel solito discorso di De Luca del Venerdi sui social.

Il coprifuoco sarà abolito, quindi, anche dopo le 24 si potrà consumare ai bar e ristoranti.

Proprio la categoria del ristoro avrà modifiche sostanziali. All’aperto è possibile stare al tavolo con un numero superiore a 4 unità, sempre con un metro e mezzo di distanza.

All’interno il numero di unita, che può consumare ad un unico tavolo passerà da 4 a 6.

Restrizione che resterà anche nei mesi estivi sarà, la mascherina all’aperto. De Luca ha ribadito l’importanza della mascherina per tutti, anche per strada.

Continua a leggere

Attualità

Lutto a MasterChef: morto, improvvisamente, il famoso campione

Pubblicato

il

L’Italia piange Paolo Armando, la “tigre” di Masterchef. L’uomo è deceduto a 49 anni per cause ancora ignote, era un informatico e lavorava in provincia di Cuneo nel settore dei servizi informativi dal 2003.

La comunità di Cuneo è in lacrime e incredula per l’improvvisa scomparsa di un uomo tanto amato, di un grande spessore umano e sempre impegnato anche nel sociale.

Da qualche anno svolgeva infatti anche il ruolo di catechista in parrocchia ma soprattutto si era distinto per la passione per la cucina.

Questo il motivo che l’aveva spinto a partecipare alla quarta edizione di Masterchef, classificandosi al quarto posto.

Il cuoco aveva partecipato alla quarta edizione di Masterchef, arrivando tra i finalisti. Prima di questa esperienza, Paolo lavorava come informatico dipendente della Provincia di Cuneo. E’ stato trovato morto nella sua casa di Madonna dell’Olmo, a causa di un infarto.

Lascia la moglie, l’anziana mamma e tre figli di 15, 12 e 8 anni.

Continua a leggere

Attualità

Napoli. L’Ospedale del Mare torna Covid Free

Pubblicato

il

Prosegue la rimodulazione dell’offerta assistenziale Covid dell’ASL Napoli 1 Centro alla luce delle
nuove esigenze dettate da un contesto epidemiologico in progressivo e deciso miglioramento.

A partire da lunedì 21 giugno 2021 viene dunque disposta l’eliminazione temporanea degli 8 posti letto
di terapia intensiva Covid attualmente attivi presso la struttura modulare del Covid Center
dell’ospedale del Mare e, presso la stessa struttura, dei 39 posti letto di degenza Covid.

Viene inoltre disposta la riduzione dei posti letto di terapia subintensiva Covid dell’ospedale Santa Maria del LoretoNuovo (dagli attuali 20 a 10) e l’attivazione presso la stessa struttura di 4 posti letto di terapia intensiva Covid.

Al Al Santa Maria del Loreto Nuovo restano invece confermarti i 50 posti letto di degenza Covid.

«L’offerta assistenziale per fronteggiare il Covid viene dunque modulata sulla base di quelle che sono le esigenze e le situazioni contingenti. Ove la situazione lo rendesse necessario, anche se non ce lo auguriamo, saremmo immediatamente pronti a riattivare i posti letto che oggi restituiamo all’assistenza ordinaria. Facciamo un altro passo avanti verso il ritorno alla normalità» ha spiegato il direttore generale Ciro Verdoliva.

Concludendo «Tutti noi abbiamo un grande debito di gratitudine con tutto il personale, sanitario e non, che ha lavorato duramente in questo anno e mezzo per consentirci di arginare l’onda d’urto del Covid. A loro va il mio personale e sentito grazie».

Eventuali pazienti affetti da Covid che dovessero giungere con mezzi propri nei presidi ospedalieri dell’ASL Napoli 1 Centro andranno trasferiti al Covid Hospital dell’ospedale Santa Maria del Loreto Nuovo ovvero presso altri presidi ospedalieri metropolitani.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante