Resta sintonizzato

Melito

Melito. Nunzio Marrone annuncia la sua candidatura a Sindaco

Pubblicato

il

Nunzio Marrone, ex Presidente del Consiglio Comunale di Melito, sui suoi canali social, ha annunciato la sua candidatura a Sindaco per le prossime amministrative.

Nunzio Marrone avrà il ruolo di rappresentare la prima Coalizione formatasi sul territorio. Il primo candidato Sindaco ufficializzato di Melito, nel suo post, ha subito evidenziato la sua idea di amministrazione, dimostrando di fatto di avere un quadro programmatico della città ben delineato.

Di seguito riportiamo la sua dichiarazione:

“Con grande emozione, attraverso i miei canali social, annuncio la mia disponibilità ad accettare il compito di rappresentare la coalizione civica che mi ha riconosciuto il ruolo di candidato a Sindaco alle prossime elezioni amministrative di Melito. Prima di illustrarvi il mio pensiero sul momento storico-politico che attraversa la nostra città vorrei ringraziare tutti gli addetti ai lavori, ex consiglieri, attivisti e cittadini che hanno creduto in me e nel lavoro svolto finora dal sottoscritto al servizio dell’interesse pubblico. Sento di dover rasserenare chi mi ha scelto sul fatto che nulla cambierà dal punto di vista del mio impegno personale, continuerò a lavorare alacremente per la nostra bellissima comunità e soprattutto nulla cambierà circa la mia idea di amministrazione. Oggi più che mai sono ancora più convinto che gli uomini soli al comando sono destinati a fallire ancor prima di cominciare. Quello che conta è il percorso, le idee e l’abnegazione che un gruppo di persone impiega per la persecuzione di un obiettivo comune. Quello che conta è la squadra, perché a governare un territorio complesso come Melito deve essere per forza un storming di idee e non il pensiero unico di una singola persona. Non a caso chi ha preceduto questo commissariamento ha fallito su tutta la linea, svilendo un Consiglio Comunale e riducendolo ad una confusione istituzionale al punto tale da ridurre lo stesso in una bolgia di membri indipendenti non corrispondenti a nessuna idea politica. Le dimissioni dei Consiglieri e la conseguente sfiducia del Sindaco f.f. è stato un atto politico responsabile. Melito aveva bisogno di tornare all’ordine politico ma soprattutto di riappropriarsi della vita programmatica del territorio .Chi oggi cerca di strumentalizzare il momento storico legato alla pandemia per attaccare chi in realtà, responsabilmente, ha destituito chi aveva creato confusione, mente sapendo di mentire. Nessun Sindaco potrebbe mai possedere la bacchetta magica e azzerare i positivi da Covid sul proprio territorio o gestire meglio di un Commissario Prefettizio la pandemia.Gli amministratori locali oggi sono stati relegati dagli enti sovracomunali al ruolo di semplice ratificatore degli alert regionali. Numeri. In base ai quali un amministratore è obbligato a prendere delle decisioni per la sicurezza della salute dei propri cittadini.Non esistono maghi o pozioni magiche da instillare sul territorio, così come al sottoscritto non verrebbe mai in mente di vendere ai suoi concittadini il libro dei sogni. Melito ha bisogno di altro, ha bisogno di più amore e meno strategie.A Melito c’è tanto da fare e prima ci scorceremo le maniche, prima la nostra città potrà tornare ad essere la ridente cittadina che era un tempo.La vita scorre velocemente e le nuove generazioni non hanno più tempo per aspettare la politica. Insieme costruiremo la Melito che il Futuro vuole.#InsiemeAVoi

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POLITICA

Manfredi omaggia Napoli

Pubblicato

il

“Come primo atto da sindaco di Napoli ho reso omaggio alla città Medaglia d’oro al valor militare delle Quattro Giornate di Napoli.” Lo ha detto il neoeletto sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi che esprime così il suo amore per la città e per il popolo che lo ha reso primo cittadino.

“La nostra storia – prosegue – ci ricorda chi siamo: una comunità forte e coraggiosa. E oggi più che mai dalla memoria collettiva costruiamo un nuovo futuro, insieme.”

Continua a leggere

POLITICA

Caserta: Marino si riconferma sindaco

Pubblicato

il

CASERTA – Termina con la vittoria di Carlo Marino, che viene riconfermato sindaco del Comune di Caserta, il turno secondo turno di elezioni nel capoluogo campano. Marino ha battuto Y al turno di ballottaggio, conquistando, con 80 di 91 sezioni scrutinate, il 53,45% delle preferenze conto il 46,55% dei voti validi ottenuti da Gianpiero Zinzi.

Stando ai dati riportati dal Ministero dell’Interno, l’affluenza alle urne, durante questo secondo turno, è stata pari al 46,62%. Un’affluenza in netto calo rispetto a quella registrata durante il primo turno di elezioni del 3 e 4 ottobre, quando alle urne risultava essersi recato il 71,34% degli aventi diritto al voto.

“Abbiamo vinto – dice euforico il neoeletto sindaco. Ha vinto Caserta e i casertani. Ha vinto la continuità amministrativa e il meridionalismo. Caserta non si lega ed è pronta a ritornare protagonista in Campania e nel Sud talia. Grazie a tutti per il supporto e un abbraccio forte alla mia famiglia, ai candidati tutti, alle amiche, agli amici e al mio staff, siete stati tutti preziosissimi. Adesso continuiamo quest’avventura verso la strada maestra.

Ora – continua – dobbiamo dare risposte serie ai problemi e alle domande poste dai cittadini in questa campagna elettorale, per cui domani mattina non si va a vincere, ma a lavorare. Per la città, per i nostri elettori, per tutti i casertani” – conclude Marino.

Continua a leggere

POLITICA

Tuccillo: “Afragola ha scelto il suo sindaco. Auguri ad Antonio Pannone. Faremo opposizione costruttiva”

Pubblicato

il

AFRAGOLA – E’ ufficiale, Antonio Pannone è stato rieletto sindaco di Afragola. Tra i primi a complimentarsi per il traguardo raggiunto c’è Domenico Tuccillo che commenta così la riuscita di Pannone:

Afragola ha scelto il suo sindaco – esclama – Auguri ad Antonio Pannone. Faremo opposizione costruttiva.

Gli afragolesi recatisi alle urne per il turno di ballottaggio hanno scelto il prossimo sindaco di Afragola. Da avversari inflessibili ma responsabili, formuliamo ad Antonio Pannone gli auguri di un proficuo lavoro nell’interesse della città.

Afragola registra, in questa circostanza come mai forse nella sua storia, una preoccupante astensione dalle urne. Si tratta evidentemente di una disaffezione della cittadinanza rispetto ad una campagna elettorale segnata da un’assenza di proposte politiche credibili, da una confusa e pericolosa improvvisazione, nonché da un esasperato e spregiudicato personalismo.

Il centrosinistra – continua – come già avvenuto nel corso del governo di Grillo, dovrà svolgere adesso una opposizione rigorosa e non urlata, vigilando sulla trasparenza degli atti dell’amministrazione, ma al tempo stesso svolgendo un’azione dialettica e costruttiva sugli indirizzi che essa intenderà assumere.

Il centrosinistra dovrà altresì avviare una riflessione approfondita sulle ragioni della sua sconfitta e su come impostare il suo lavoro e la sua azione di ricostruzione per il futuro di Afragola“- conclude l’onorevole.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante