Resta sintonizzato

Attualità

Covid-19, il Premier Draghi: “Riaperture graduali. Bisogna calcolare il rischio”

Pubblicato

il

Al termine del vertice europeo di Oporto, il Premier italiano Mario Draghi ha parlato delle riaperture, dei vaccini e della posizione di Biden sui brevetti:

Sulle riaperture bisogna calcolare bene il rischio. I dati sono abbastanza incoraggianti. Se l’andamento dovesse continuare in questa direzione, la cabina di regia procederà ad altre riaperture. E’ importante essere graduali, anche per capire quali riaperture avranno più effetto sui contagi e quali meno.

Con la ripartenza del turismo bisogna considerare anche che gli aeroporti sono luoghi cui bisogna guardare con molta attenzione, perché sono luoghi dove i contagi possono succedere, quindi bisogna rinforzare i controlli negli aeroporti. Questo non vuol dire chiudere: vuol dire riaprire ma farlo con la testa.

Abbiamo chiesto con molta enfasi che commissione e parlamento Ue procedano con la massima rapidità al certificato verde per il Covid, per avere un modello europeo su cui confrontarsi per la misure turistiche. Altrimenti ci sarà molta confusione.

Vaccini? La questione è molto più complessa della sola liberalizzazione dei brevetti dei vaccini perché farlo, sia pur temporaneamente, non garantisce la produzione dei vaccini che è molto complessa. E poi la produzione deve essere sicura e questo non viene garantito dalla liberalizzazione dei vaccini. La situazione è molto molto più complicata.

Che quella sui brevetti sia una mossa tattica diplomatica degli Stati Uniti per battere la politica internazionale del vaccino di Russia e Cina non lo credo perché i numeri di oggi fan vedere che questa è una cosa per il momento molto buffa. La Russia ha annunciato 750milioni di dosi, finora ne ha consegnate sei. La Cina 600 milioni e ne ha consegnate 40. Non sono avversari tali da impensierire gli Usa. La proposta di Biden ha aperto una porta, poi vedremo. C’è chi protegge la sacralità del brevetto e chi è più aperto.

La posizione di Biden sui brevetti credo che venga da una constatazione: ci sono milioni di persone che non hanno accesso ai vaccini o per mancanza di distribuzione o per mancanza di denaro, che stanno morendo. Ci sono le grandi case farmaceutiche hanno avuto sovvenzioni governative imponenti. Semplicemente si potrebbe dire che ci si aspetta qualcosa in cambio da queste case farmaceutiche.

Prima di arrivare alla liberalizzazione dei brevetti dei vaccini bisognerebbe fare cose più semplici tipo la rimozione del blocco alle esportazioni che oggi gli Stati Uniti per primi e il Regno Unito continuano a mantenere. E’ dato di oggi che l’Europa esporta tanto quanto ha dato ai propri suoi cittadini: il 50% della produzione dell’Unione è andata al Canada o a Paesi che bloccano le esportazioni.

In Europa dobbiamo continuare ad accelerare le vaccinazioni con trasparenza e in sicurezza aumentando la produzione“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli. Open Day prima dose Pfizer Giovedi 5 Agosto

Pubblicato

il

Open day solo “PRIMA DOSE”. Programmata nuova giornata PFIZER giovedì 05 agosto.
La Campagna vaccinale prosegue con il massimo impegno da parte dell’ASL Napoli 1 Centro per offrire
quante più occasioni possibili a quanti devono ancora scegliere di vaccinarsi. Proprio per questo, tra le
tante iniziative in corso, l’ASL Napoli 1 Centro ha programmato giovedì 05 agosto una nuova
opportunità di ricevere la prima dose di vaccino. Gli open day prima dose saranno aperti a tutte le fasce
d’età ed il vaccino previsto è del tipo a mRNA (Pfizer) con seconda dose prevista a 21/35 giorni.
PRIMA DOSE PFIZER
Stazione Marittima….. giovedì…..05 agosto ore 8,00/18,00…fascia età tutte….1.500 dosi
Fagianeria Real Bosco. giovedì…..05 agosto ore 8,00/18,00…fascia età tutte….1.500 dosi
di Capodimonte
L’open day é aperto ai soli cittadini residenti a Napoli di tutte le fasce di età. Per prenotare basta
collegarsi al link opendayvaccini.soresa.it e compilare i campi a disposizione. Verrà richiesto il
codice fiscale, il numero della tessera sanitaria, un riferimento di cellulare e la mail del vaccinando.
Il centro vaccinale ed il tipo di vaccino del tipo a mRNA (Pfizer), nonché il giorno e l’orario saranno
confermati attraverso SMS che assume valore di convocazione e dovrà essere esibito all’arrivo presso
il centro. Si ribadisce che l’unico modo per accedere all’open day è l’aver ricevuto SMS e si invita a
rispettare luogo e giorno e non anticiparsi rispetto all’orario di convocazione

Continua a leggere

Attualità

Napoli, partono i lavori alla Galleria Vittoria: sul posto anche l’assessore Clemente

Pubblicato

il

Partiti questa mattina i lavori di manutenzione straordinaria della Galleria Vittoria a Napoli, chiusa dal settembre 2020. A tal proposito, il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, si è così espresso: “Dopo aver raccolto oltre tremila firme, saremo lì, per vedere se davvero è la volta buona per la partenza di un cantiere atteso per troppo tempo“. Sul posto, anche l’assessore alle infrastrutture nonché candidato sindaco di Napoli, Alessandra Clemente.

Continua a leggere

Attualità

Incendio a Pescara, la Pineta dannunziana è avvolta dalle fiamme: la situazione

Pubblicato

il

Fuoco e fiamme nel pomeriggio di ieri a Pescara, dove un vasto incendio è divampato nella zona sud della città. Al momento, sono 5 le persone ferite e ricoverate in ospedale, tra cui una bambina e due suore. Si registrano circa 800 persone evacuate, trasferite al Palafiere, oltre alla chiusura degli accessi nord e sud della città. Sul posto, circa 35 ambulanze e i Vigili del Fuoco, in azione con l’elicottero.

Secondo una prima ricostruzione, alla Pineta, il fuoco, è arrivato nella tarda mattinata, spinto dal vento di terra teso e bollente, con alcune scintille che sono state portate fino al mare e hanno aggredito le palme di tre lidi. Tuttavia, le fiamme, hanno invaso l’intero territorio provinciale, richiedendo l’ausilio di due elicotteri per impedire che l’incendio si propagasse ulteriormente. Pertanto, la zona in cui le fiamme erano più intense, è stata cinturata dalle forze dell’ordine che, così facendo, sono riusciti a garantire un deflusso ordinato.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante