Resta sintonizzato

Napoli

GdF, Napoli. Scoperta fabbrica del falso: tutti i dettagli

Pubblicato

il

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha scoperto, nel quartiere Stella rione Sanità, una vera e propria “fabbrica del falso” sequestrando più di 7000 articoli contraffatti o privi di marchio e 100
macchinari e strumenti di produzione industriale.

In particolare, i “Baschi Verdi” del Gruppo Pronto Impiego hanno notato trasferimenti sospetti di merci e fermato alcuni individui che uscivano, circospetti, da un edificio. La successiva ispezione dell’appartamento all’interno dello stabile e di un locale nelle vicinanze ha portato alla scoperta di un opificio clandestino destinato alla produzione di capi contraffatti, attrezzato con macchinari altamente specializzati, utilizzati per la produzione in serie della merce contraffatta, e materiale utile all’assemblaggio e al
confezionamento della stessa.

Tutti i capi d’abbigliamento sequestrati, principalmente etichette e modelli di borse recanti noti marchi contraffatti (“Gucci”, “Louis Vuitton”,
“Fendi”, Armani”), erano ammucchiati alla rinfusa e in scarse condizioni igieniche, e quindi potenzialmente pericolosi per la salute dei futuri acquirenti, in quanto sprovvisti di validi certificati di conformità.

Tra i macchinari sottoposti a sequestro, infatti, vi era anche una stampante laser professionale adibita riprodurre falsi certificati di conformità delle borse da commercializzare.

Denunciati 4 responsabili, tutti napoletani, per contraffazione e ricettazione. L’operazione rientra nell’ambito della costante azione di contrasto della
contraffazione da parte delle Fiamme Gialle partenopee a difesa non solo del Made in Italy e della sicurezza dei prodotti, ma anche degli imprenditori onesti e dei consumatori.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Napoli: Carabinieri Forestali arrestano 5 bracconieri

Pubblicato

il

NAPOLI – I Carabinieri Forestali della Stazione di NAPOLI e le Guardie LIPU coordinate dal Cav. Giuseppe Salzano sorprendono 5 bracconieri nel Parco Metropolitano dei Camaldoli, denunciati. 5 fucili, 7 richiami elettroacustici e munizioni sono caduti sotto sequestro, elevate 8 sanzioni amministrative. Con l’inizio del passo migratorio autunnale i bracconieri si armano per fare incetta di tordi anche nelle aree di maggior tutela naturalistica violando ogni norma possibile.

Guidati dal suono dei richiami, nella zona di caccia, oltre agli ignari pennuti si sono accentrati anche i Carabinieri Forestali e le Guardie LIPU che hanno riempito il loro di “carniere” ; lasciando di stucco i bracconieri; sorprendente – afferma l’ Avv. Fabio Procaccini, Delegato LIPU di NAPOLI – che nel cuore del parco Metropolitano si faccia uso indiscriminato di armi da fuoco che costituiscono un serio pericolo – conclude Procaccini- anche per coloro che decidono di fare una breve escursione domenicale. La LIPU ringrazia i Carabinieri Forestali per la fattiva collaborazione e dichiara guerra aperta al popolo delle doppiette in difesa degli animali e della biodiversità.

Continua a leggere

Napoli

Manfredi sui fondi del Pnrr: “troppo poco. Sto interagendo con il Governo per rafforzare la dote per la città”

Pubblicato

il

NAPOLI – Gaetano Manfredi vuole battere subito cassa. Non si è ancora insediato, ma il nuovo sindaco di Napoli è già a lavoro per esercitare le giuste pressioni affinché il Governo mantenga la promessa: stanziare i fondi adeguati per abbattere il debito del Comune e consentire un governo vero della città.

Il neosindaco di Napoli promette battaglia anche sul Pnrr: al momento, i fondi assegnati sono ancora troppo pochi.

“Ancora pochi i fondi che il Pnrr assegna a Napoli” – ha detto Gaetano Manfredi in un’intervista concessa a Il Sole 24 Ore“Si parla all’incirca di 200 milioni l’anno e di un miliardo in totale. Cifre orientative che andranno verificate una volta che saremo negli uffici del Comune. In ogni caso è poco. Sto interagendo con il Governo per rafforzare la dote della città. Nei prossimi giorni avrò incontri decisivi. Sta anche a noi, partecipare a bandi con progetti credibili. Su questo punto interverrà il Patto per Napoli”.

“Prima di accettare la candidatura a sindaco – continua – ho posto ai partiti al governo il problema dell’enorme buco, nemmeno ben quantificato, nel bilancio della città. E ho avuto garanzie che ci sarebbe stato un intervento per abbattere l’indebitamento del Comune. Ciò è necessario per liberare liquidità per la spesa corrente. E soprattutto per attuare la riorganizzazione della macchina amministrativa: abbiamo bisogno almeno di mille assunzioni e di competenze per fare progetti e spendere bene i fondi del Pnrr. Mi aspetto in Finanziaria i primi atti per affrontare le questioni cruciali: debito del Comune e delle partecipate, e risorse umane. Senza queste risorse il Pnrr a Napoli, principale città di quel Sud che Bruxelles vuole far crescere, non potrà essere attuato” – conclude Manfredi.

Continua a leggere

Arzano

Controlli a Frattamaggiore, Arzano e Frattaminore.

Pubblicato

il

NAPOLI nord : Gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore avviano controlli anticrimine nelle zone di “movida” di alcuni comuni di Napoli nord.

Ieri gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nelle zone della “movida” nei comuni di Frattamaggiore, Arzano e Frattaminore.
Nel corso dell’attività sono state identificate 152 persone e controllati 82 veicoli, di cui uno sottoposto a sequestro amministrativo e 2 a fermo amministrativo; sono state altresì contestate 8 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, mancato utilizzo del casco protettivo, violazione della segnaletica stradale, mancato uso delle cinture di sicurezza e per mancanza dei documenti di circolazione.

Napoli, 16 ottobre 2021

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante