Resta sintonizzato

Cultura e spettacolo

Ercolano. Ritrovamento eccezionale durante gli scavi di 40 anni fa

Pubblicato

il

Furono avviati 40 anni fa, gli scavi che ad Ercolano, nel sito archeologico furono rinvenuti importanti resti umani.

La recente ricerca, firmata dal direttore Francesco Sirano, accende nuova luce sull’identità di una delle vittime ritrovate nel corso della prima campagna.
   

Inizialmente identificato come un semplice soldato, racconta all’ANSA Sirano, quest’uomo, di cui si sono conservati le ricche armi e gli strumenti da lavoro che portava in spalla, potrebbe avere avuto un ruolo più importante: si tratterebbe infatti di un ufficiale della flotta che partecipava alla missione di salvataggio lanciata da Plinio il Vecchio per soccorrere le popolazioni affacciate su questa parte del Golfo di Napoli.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura e spettacolo

ARTE. Sensazionale scoperta di un’opera dell’artista frattese

Pubblicato

il

Importante ritrovamento a Soccavo, sull’oratorio di San Domenico. Qui è stata ritrovata una pala attribuita all’artista di Frattamaggiore, Massimo Stanzione.

Si tratterebbe di uno dei più grandi artisti del Seicento Napoletano. La tela raffigura una Vergine con Bambino incoronata da due angeli ed è, purtroppo, in un pessimo stato di conservazione.

Il culto antico della cosiddetta Madonna di Costantinopoli, si affermò in città a partire dalla peste del 1526.

Secondo il professor Giuseppe Porzio, docente di storia dell’arte moderna all’Università di Napoli “L’Orientale”, l’importante ritrovamento è da attribuire a Stanzione perchè quest ultimo è stato per diverso tempo attivo nella decorazione pittorica della Cattedrale di Pozzuoli. L’opera, intanto, si prepara a un intervento di restauro che dovrà migliorare il suo stato di conservazione.

Anche il direttore dell’Ufficio Beni culturali ecclesiastici, don Roberto Della Rocca ha voluto rilasciare il suo commento: “Il ritrovamento di questa straordinaria opera di Massimo Stanzione ha sorpreso tutti.

Durante i sopralluoghi che l’Ufficio diocesano svolge nelle chiese della Diocesi, è stato meraviglioso fermarsi con il parroco don Francesco Scherillo di fronte a questa effige tenerissima della Vergine e ammirarne la delicatissima bellezza, che colpisce immediatamente chi la guarda, nonostante il pessimo stato di conservazione della tela. “

Continua a leggere

Cultura e spettacolo

Scandalo Maneskin. Finalmente si saprà tutta la verità

Pubblicato

il

La gioia e i festeggiamenti per la Vittoria dei Maneskin agli Eurovision 2021 è durata davvero poco. Il video che mostra Damiano, il cantante del gruppo romano, abbassarsi sul tavolino durante i festeggiamenti e fare un gesto strano, con Ethan che lo spintona quasi a volergli ricordare la presenza delle telecamere, è diventato virale.

La stampa Francese (nazione che è arrivata in terza posizione) ha attribuito quel gesto al fatto che il cantante stesse sniffando della cocaina. Alle accuse ha subito risposto il diretto interessato, in conferenza stampa.

Damiano e tutto il gruppo si è giustificato dichiarando che su quel tavolo ci fossero pezzi di bicchieri rotti e che lui stava semplicemente ripulendo il tavolo dal vetro in eccesso.

A confermare questa tesi sarebbe stata prorpio l’EBU che nelle verifiche di ieri , a fine serata, avrebbe davvero trovato pezzi di bicchieri frantumati sui tavoli.

Ma la verità ce la dirà soltanto il test antidroga a cui si sottoporrà l’intero gruppo al rientro in Italia. In primis Damiano, per poi poter ridire a tutti “No Drugs, guys,please“. Uno slogan che finora sembra essergli stato rigirato contro da chi, probabilmente, sente ancora troppo il peso di un’amara sconfitta (ogni riferimento è puramente NON casuale).

Continua a leggere

Bacoli

I tesori nascosti di Baia: cinque absidi romani sul percorso della Cumana

Pubblicato

il

Cinque absidi in opera reticolata romana sono stati riportati alla luce nel corso delle attività di pulizia lungo l’ex percorso ferroviario della Cumana a Baia da parte dei tecnici del Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

In settimana, infatti, sono state avviate le indagini per il completamento della progettazione del nuovo percorso pedonale attraverso la galleria dismessa della ferrovia Cumana, nei pressi delle Terme di Baia.

«I cinque absidi scoperti fanno parte di un antico prospetto del complesso di Mercurio o delle sostruzioni per una villa che doveva occupare la parte sommitale della collina di Baia», ha dichiarato il Parco Archeologico dei Campi Flegrei con una nota. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante