Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli, minorenne stuprata da un lontano parente: scatta la denuncia

Pubblicato

il

Choc a San Giovanni a Teduccio, nel napoletano, dove una ragazzina di 15 anni, è stata violentata da un lontano parente. L’uomo, però, nonostante la denuncia e il conseguente arresto, ha continuato a perseguitare la giovane e la madre, minacciando entrambe di morte se non avessero ritirato le accuse.

Anche la senatrice Valeria Valente, presidente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul femminicidio, ha espresso la sua solidarietà verso le due donne: “Voglio esprimere la mia vicinanza personale e quella della Commissione Femminicidio alla ragazzina di appena 15 anni di San Giovanni a Teduccio che, dopo aver coraggiosamente denunciato uno stupro, ha subito insieme a sua madre minacce di morte per ritrattare”.

Poi aggiunge: “Quelle minacce di morte sono inaccettabili, vergognose e il coraggio di questa ragazzina, che ha portato all’arresto del presunto colpevole peraltro suo lontano parente, sarà sicuramente di esempio per tante giovani che possono trovarsi nelle stesse condizioni. Il suo nome di minorenne è giustamente protetto dall’anonimato e, per questo, mi permetto di parlare a lei e alla sua famiglia attraverso i media”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Lutto nel casertano: Paolo muore a soli 32 anni

Pubblicato

il

Ennesimo dramma nel casertano, per la morte di Paolo Gaudiano, 32enne di Casapulla, deceduto all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove era ricoverato da una decina di giorni. Il giovane, era stato colpito da un malore improvviso, che lo aveva costretto al ricovero, poi sfociato nel dramma. Lascia la madre e i nonni.

Continua a leggere

Cronaca

Dramma alla stazione: 35enne trovato senza vita sulla banchina del treno

Pubblicato

il

Una drammatica scoperta, è stata fatta alla stazione di Torre Annunziata, dove nella giornata di ieri, un 35enne di Sorrento, è stato trovato morto. La vittima, si chiamava Umberto Sorrentino. Secondo le prime informazioni, il suo corpo, è stato trovato esanime, disteso a terra, sulla banchina, finché alcuni passanti non hanno allertato i soccorsi. Tuttavia, al loro arrivo, hanno soltanto potuto constatarne il decesso. Si pensa che l’uomo, abbia preso il treno per acquistare della droga e che, l’ipotesi di morte più probabile, sia l’overdose da eroina tagliata male. Infatti, sul corpo del 35enne, vi erano i segni dell’iniezione letale.

Pertanto, la Procura, ha disposto l’autopsia per risalire alle reali cause del decesso.

Continua a leggere

Cronaca

Torre Annunziata, giovane rischia la vita per un tuffo: i particolari

Pubblicato

il

Tragedia sfiorata a Torre Annunziata, dove un ragazzino di 15 anni, originario di Boscotrecase, è finito col volto su un blocco di cemento, dopo essersi tuffato. Il giovane, si trovava all’interno del cantiere navale Aprea. Sul posto, sono intervenuti i carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia Costiera e i sanitari del 118, che lo hanno immediatamente trasportato in ospedale.

Tuttavia, il ragazzo, non ha mai perso conoscenza e non è in pericolo di vita, anche se per lui, si prospetta un lungo periodo di degenza.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante