Resta sintonizzato

Attualità

Nasce il centro vaccinale a CAIVANO: l’ordinanza del Sindaco Falco

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo:

Il Sindaco di Caivano con Ordinanza Sindacale n. 3122 del giorno 18/05/2021 ha concesso all’Asl Napoli 2 Nord l’utilizzo della palestra dell’IC “Cilea-Mameli” per l’avvio della campagna vaccinale Covid-19 per tutti i cittadini di Caivano.

L’obiettivo consiste nell’offrire un servizio essenziale alla comunità, ma anche nell’accelerare il raggiungimento della massima copertura vaccinale della popolazione in un momento cruciale per la lotta alla pandemia.

Il centro fortemente voluto dal Sindaco, Enzo Falco, e dall’Assessora alla Sanità, Pierina Ariemma, nasce grazie alla decisiva collaborazione del Direttore dell’Asl Na2 Nord, Dott. Antonio d’Amore, e del Direttore Sanitario del Distretto 45, Dott. E. Zanna, al coinvolgimento della Protezione Civile e alla partecipazione dei medici di base del nostro comune e degli operatori sanitari della Croce Rossa.

Il percorso che ha portato a questo grande risultato non è stato privo di ostacoli e difficoltà a livello logistico e burocratico, ma grazie allo spirito collaborativo di tutte le parti coinvolte abbiamo raggiunto un traguardo decisivo e concreto per i nostri cittadini costretti fino ad ora a spostarsi dal territorio caivanese per effettuare la somministrazione del vaccino.

Il centro vaccinale, che verrà gestito dai medici di base con il supporto di personale infermieristico della Croce Rossa, aprirà nei prossimi giorni non appena ultimate le procedure di allestimento e sarà strutturato sul modello di quelli già presenti nel territorio dell’Asl di Napoli Nord, con percorsi di ingresso e uscita definiti, aree di attesa delimitate e percorsi vaccinali.

Indicativamente il centro sarà aperto al mattino tutti i giorni dal lunedì alla domenica, ma non è escluso che in futuro possa essere aperto anche di pomeriggio. Il Comune provvederà a mettere a disposizione personale per l’accoglienza di supporto alla protezione civile e personale addetto alla pulizia e sanificazione dei locali.

Certi della fattiva collaborazione di tutte le forze politiche di maggioranza e minoranza, della Dirigente del suddetto IC “Cilea-Mameli”, Dott.ssa Rosaria Peluso, e della Polizia Locale si riuscirà a raggiungere l’obiettivo fondamentale e improrogabile di tutela della salute pubblica”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Folle inseguimento in strada: arrestato 29enne di Cimitile

Pubblicato

il

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Nola, hanno arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali, Antonio Pignatelli, 29enne di Cimitile già noto alle forze dell’ordine.

Secondo le prime informazioni, i militari, hanno individuato l’auto con all’interno il sospettato, ma questi, alla loro vista, ha iniziato a fuggire ed è partito l’inseguimento. La corsa, è durata 40 minuti e, nonostante fosse braccato, l’uomo non si è arreso e ha continuato a speronare più volte l’auto degli agenti. L’inseguimento, è terminato a Cimitile, con la cattura del 29enne. Pertanto, Pignatelli, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Sorpresi a spacciare in strada: due giovani in manette

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Macerata Campania, in provincia di Caserta, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti, un 20enne di origini marocchine e residente a Curti, oltre ad un 28enne albanese e residente a Portico Caserta.

I due, sono stati sorpresi mentre cedevano, dietro pagamento di 15 euro, un involucro contenente hashish del peso complessivo di 0,5 grammi ad un acquirente, prontamente segnalato alla Prefettura. Pertanto, gli arrestati, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Campania, ansia per Antonio: l’uomo svanito nel nulla da un mese

Pubblicato

il

Continuano le ricerche a Cervinara, in provincia di Avellino, per la scomparsa di Antonio Moscatiello, svanito nel nulla ormai da un mese. Un testimone, dice di averlo visto lo scorso 27 giugno, incamminarsi lungo la strada che va da via Partenio fino a località Coppola. Da allora nessuna traccia.

Permane il mistero, visto che nessuno, dice di averlo visto salire su un autobus o di avergli dato un passaggio, mentre la possibilità che abbia addirittura cambiato Paese, non trova riscontri concreti. Tuttavia, finché non si troveranno prove sufficienti, il caso non potrà essere riaperto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante