Resta sintonizzato

Cronaca

Sono stati i migranti a ribellarsi al clan Giuliano: decisivo un video-denuncia

Pubblicato

il

Sarebbero stati dei migranti a ribellarsi al clan Giuliano di Forcella e non i cittadini napoletani. Questo quanto accaduto in occasione degli arresti di Salvatore Giuliano, del cugino Cristiano Antonio Morra e Giuliano Cedola. Decisive per la loro cattura, le denunce presentate dagli abitanti del palazzo. I quattro infatti, sono accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso, visto che avrebbero chiesto il pizzo ai migranti per restare nelle loro abitazioni.

Il palazzo in questione, è stato da sempre la roccaforte del clan Giuliano, ma da qualche anno ad abitarlo, ci sono solo cittadini stranieri. Tra loro, colui che ha subito il comportamento più violento, è un imprenditore pakistano che, preso di peso da una decina di uomini, è stato buttato in strada perché non voleva pagare l’affitto. Tuttavia, l’uomo, non si è fatto intimidire e ha deciso di denunciare tutto alla Polizia. Non è stato però l’unico a ribellarsi. Una donna romena infatti, ha fornito una prova fondamentale agli investigatori. Quando si è resa ormai conto che, quegli uomini erano tornati nel palazzo per fare del male, ha girato un video con il cellulare, che attesta la loro colpevolezza. Prove fondamentali che hanno favorito l’intervento della Squadra Mobile di Napoli, che li ha prontamente arrestati.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

Ruba il cellulare ad un turista: 16 enne finisce in manette

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Mezzocannone hanno udito delle urla ed hanno visto una donna che stava rincorrendo un ragazzo. I poliziotti successivamente bloccano il ragazzo all’angolo a via Marramarra che lo hanno trovato in possesso di un telefono e hanno accertato che poco prima era stato strappato dalle mani del padre della donna mentre controllava una mappa stradale. Un 16enne napoletano è stato arrestato per furto con strappo.

Continua a leggere

Campania

50 enne ubriaco picchia la moglie

Pubblicato

il

Nel corso della notte scorsa a Bellona  i carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Capua hanno trattato un arresto di un uomo di 50 anni per violenze in famiglia. L uomo è stato colto in flagranza di reati e lesioni personali. L equipaggio radiomobile che è giunto sul posto ha accertato che costui era sotto l’effetto di sostanze alcoliche, poco prima del loro arrivo aveva inseguito e schiaffeggiato al volto la 45enne moglie. La vittima è dovuta andare all pronto soccorso per le cure mediche ospedale civile di Santa Maria Capua Vetere. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia a Napoli, bimbo di 4 anni cade nel vuoto e muore

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta questa mattina a Napoli, in via Foria, dove un bambino di 4 anni, è precipitato dal terzo piano di un palazzo. Purtroppo, non c’è stato niente da fare. Il piccolo, ha perso la vita appena giunto in ospedale. Al momento, è ancora da chiarire la dinamica dell’accaduto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante