Resta sintonizzato

Salute

Sciatica: sintomi, rimedi e come curarla

Pubblicato

il

La sciatica è diventata una patologia molto diffusa che interessa il nervo sciatico, provocando la sua infiammazione e dolori alla zona lombare, gluteo, fianco, gamba e piede, tratti tutti collegati al decorso del nervo. Il nervo sciatico, detto anche ischiatico, è il più grande di tutti gli altri all’interno del corpo umano ed è spesso coinvolto nel mal di schiena.

Il Dottor Angelo Vellafisioterapistaposturologo e osteopata con sede a Villa di Briano (CE), si è concentrato su questo tipo di patologia, soprattutto dopo il verificarsi di un incremento dei casi negli ultimi tempi, fornendo spiegazioni e alcuni chiarimenti sui suoi sintomi e sui possibili rimedi. “Il nervo sciatico è molto importante per il nostro corpo perché si occupa dell’aspetto motorio, ed ha anche un ruolo fondamentale per gli altri tratti ad esso collegati”, dice il Dott. Vella.

I SINTOMI DELLA SCIATICA

I principali sintomi che derivano dalla sciatica sono tre: difficoltà a camminare in piedi; formicolio, debolezza muscolare e intorpidimento dell’arto inferiore; dolore dalla zona lombare fino alla gamba.

– Nel primo caso la posizione eretta assunta da un individuo aumenta la sciatalgia e genera difficoltà a fare pochi passi. Camminare diventa particolarmente doloroso perché, nel momento in cui ci sono spasmi muscolari al bacino o alle gambe, per il paziente risulta difficile anche muoversi.

– La sciatica può provocare anche formicolio, debolezza muscolare e intorpidimento all’arto inferiore. Tuttavia, è abbastanza raro che questi sintomi colpiscono tutti lo stesso punto: spesso, invece, l’individuo tende ad avvertire il formicolio in un punto (es. coscia), la debolezza muscolare in un altro (es. gluteo) e l’intorpidimento in un altro ancora (es. gamba).

– Il dolore dalla zona lombare fino alla gamba è il sintomo più diffuso. L’individuo percepisce un dolore intenso a partire dalla zona lombare, che potrebbe scendere lungo l’arto inferiore fino ad arrivare al piede. Questo dolore blocca completamente il paziente che non riesce a fare movimenti che coinvolgono la schiena.

SCIATICA: A CHI RIVOLGERSI?

Il fisioterapista rappresenta la figura più adatta per affrontare la sciatica. L’esperto svolgerà un’attenta valutazione fisioterapica composta da test ortopedici, muscolari e funzionali con lo scopo di capire cosa stia creando problemi al paziente e come porre rimedi.

La migliore cosa da fare quando si ha la sciatica è rivolgersi ad un fisioterapista specializzato. Grazie alla valutazione, viene creato un piano di trattamento personalizzato che aiuterà a riportare il paziente in una condizione di benessere”, spiega il Dott. Vella.

Se la situazione non fosse chiara, è premura del fisioterapista inviare il paziente ad un medico specialista (neurochirurgo o ortopedico).

RIMEDI PER LA SCIATICA: COSA FARE E COSA NON FARE

Il Dott. Vella ha voluto dare dei consigli ai pazienti che devono fare i conti con la patologia.

Cosa fare con la sciatica:

– Ridurre eventuali sforzi nella fase acuta del problema, i quali potrebbero indurre una nuova acutizzazione del dolore;

– Iniziare trattamenti con un fisioterapista esperto in modo da velocizzare il percorso riabilitativo e ritornare in fretta a stare bene;

 Muoversi il più possibile, soprattutto camminare;

– Iniziare un ciclo di esercizi quotidiani, suggeriti dal fisioterapista,in grado di ridare al corpo elasticità e forza nei movimenti;

– Correggere la postura sia durante le attività lavorative sia durante l’esecuzione di alcuni esercizi.

Cosa evitare con la sciatica:

– Eseguire movimenti scorretti;

– Essere sedentari. Questo porta ad un indebolimento dei muscoli della colonna;

– Applicare ghiaccio sulla cute: non solo si rischiano ustioni da freddo ma si rischia di peggiorare la situazione;

– Eseguire stretching dei muscoli posteriori in fase acuta;

– Utilizzare troppi farmaci antinfiammatori senza però intraprendere un percorso riabilitativo

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Salute

Covid, Campania: 1.444 nuovi positivi, nessun decesso

Pubblicato

il

CAMPANIA – Secondo il bollettino diramato dal Ministero della Salute sono oltre 1.444 le persone positive al Covid-14 in Campania nelle ultime 24 ore a fronte di 9955 test effettuati ( di cui 2425 molecolari). E’ quanto informa il bollettino diffuso dalla Regione Campania.

Come ieri non si registra alcun decesso,. I posti terapia intensiva occupati sono 9 (a fronte di una disponibilità di 575 posti): non si registra alcuna variazione rispetto al dato di ieri. Per quanto i ricoveri in area medica sono 212 (la disponibilità di posti letto è di 3160) con un decremento di due ricoveri rispetto a ieri.

Continua a leggere

Salute

Villaggio della Salute a Piazza Plebiscito dal 30 settembre al 2 ottobre 2022

Pubblicato

il

NAPOLI – A Napoli, in Piazza Plebiscito, sarà allestito a partire dal 3 settembre e fino al 2 di ottobre il Villaggio della Salute. Si tratta di tre giornate sulla prevenzione e il benessere con la possibilità di ricevere informazioni, consultare specialisti ed effettuare screening gratuiti.

L’appuntamento, con ingresso libero, è in piazza venerdì 30 settembre, dalle 15:00 alle 18:00 e sabato e domenica 1 e 2 ottobre 2022, dalle 10:00 alle 18:00.

Continua a leggere

Salute

Covid, Campania: superata quota 40mila isolati in tutta la Regione da inizio pandemia

Pubblicato

il

NAPOLI – Secondo i dati diramati dal Ministero della Salute, supera quota 40mila il numero di persone in isolamento nella Regione Campania, ove il dato complessivo dei contagi è in aumento. Nessuna preoccupazione sul fronte ospedaliero, mentre il bollettino regionale di oggi non segnala nuove vittime. L’indice di contagio è al 13,38%.

Secondo il bollettino ordinario emanato dall’unità di crisi regionale oggi, 24 settembre 2022, sono 40.154 le infezioni in corso in tutta la regione, 383 in più rispetto ai dati di ieri

Sono 1.530 i nuovi casi di oggi al Covid-19 in Campania (-106), di cui 1.443 positivi all’antigienico e 87 al molecolare. Dati che, rapportati ai 11.428 test effettuati ieri in tutte le province e analizzati nelle ultime 24 ore – 8.607 antigienici e 2.821 molecolari – portano l’indice di positività al 13,38%, sostanzialmente stabile rispetto al 13,86% registrato ieri. È quanto emerge dal bollettino ufficiale della Regione.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante